Torcello abitata, visite con gli archeologi al nuovo scavo

Continua il progetto ‘Voices of Venice’, che riscrive l’origine di Venezia

TORCELLO ABITATA, VISITE CON GLI ARCHEOLOGI AL NUOVO SCAVO

Fino al 12 agosto opportunità unica di riscoprire la storia dell’isola e degli insediamenti in laguna

 
VENEZIA – Lo scavo archeologico di Torcello apre le porte ai cittadini e ai visitatori. Gli archeologi di Ca’ Foscari organizzano infatti dal 4 al 12 agosto delle visite all’area, interessata in questa stagione dalle indagini sulle strutture di un edificio porticato, probabilmente del VII secolo.
Gli archeologi, destinatari di borse di ricerca del Dipartimento di Scienze Ambinetali, Informatica e Statistica, guideranno cittadini e visitatori attraverso la ricostruzione della storia complessa dell’isola di Torcello.  Lo scavo sarà aperto, con visite guidate gratuite, venerdì 4 agosto, alle ore 17.00, e sabato 5 agosto, con due turni alle 16.30 e alle 17.30. Si replica la settimana successiva, con viste giovedì 10 agosto, alle ore 17.00, venerdì 11 agosto, alle ore 17.00, e sabato 12 agosto, con due turni alle 16.30 e alle 17.30.
Per confermare la partecipazione è sufficiente mandare una mail a [email protected], o un sms/WhatsApp al 3404856929. Si può anche recarsi direttamente in isola all’ora convenuta.
Informazioni aggiuntive sono disponibili alla pagina facebook dello scavo, “Torcello Abitata, Archeologia, Ecologia e Patrimonio Culturale”: (https://www.facebook.com/TorcelloAbitata/).
Condurre ricerche archeologiche presso l’isola di Torcello, considerata la sua ricchezza di stratigrafia archeologiche conservate nel sottosuolo, riserva sempre inattese sorprese. Il nuovo scavo archeologico avviato da parte dell’Università Ca’ Foscari Venezia nella nell’isola, presso quello che era il Canal Grande di Torcello, non fa eccezione.

La storia delle origini di Torcello e Venezia potrebbe subire ancora qualche aggiustamento dai dati emersi nelle nuove campagne di scavo archeologico e confrontandoli con quelli emersi nelle precedenti, eseguite dal 2012 presso la chiesa Basilica di Santa Maria Assunta.
Il ritrovamento più suggestivo che aiuta a ricostruire la vita dei primi torcellani è quello di una “città” in legno” databile tra il IX e il XII secolo. Un abitato altomedievale costituito da confortevoli case in legno, probabilmente a due piani, dove a piano terra si sviluppavano le attività artigianali e commerciali e lo stoccaggio di merci e al primo piano si svolgeva la vita della famiglia. Affacciate su canali e costruite sopra una grande piattaforma di argilla che serviva a rialzare e isolarle termicamente, le case si affacciavano sull'acqua, che era l'unica via di comunicazione tra un settore e l'altro della città. Tra un edificio e l'altro vi erano cortili, funzionali alle attività da svolgere all'aperto, che si sviluppano intorno a “pozzi alla veneziana”, che sfruttavano un complesso sistema di filtri per utilizzare l’acqua piovana.
Nel 2017 si stanno indagando più approfonditamente le strutture di un altro edificio porticato, probabilmente di VII secolo. Sembra trattarsi di un antichissimo “magazzino” legato alle strutture portuali altomedievali. Qui si stanno ritrovando molte anfore africane e mediterranee, a conferma della vocazione portuale dell’isola.  Si tratta di un sistema di magazzini, organizzati lungo un ampio molo, dove si poter attraccare, scaricare e conservare le merci.
Lo scavo permette nuove riflessioni sulla storia di Venezia e sul ruolo di Torcello. Le ipotesi suggeriscono di rivedere la storia della nascita di Venezia che è sicuramente più complessa della leggenda che riporta come Torcello fosse fondata dagli abitanti di Altino in fuga dai Barbari. Verosimilmente il fiorire di Torcello è legato ad una realtà più complessa, dove lo spostamento delle funzioni commerciali, la gestione della manodopera (schiavi e lavoratori) e i cambiamenti ambientali hanno determinato un insediamento del tutto peculiare.
Acqua, Fango e Legno: questi sono gli elementi su cui si soffermano gli archeologi per ricostruire le origini dell’abitato e comprendere i delicati equilibri ecologici.
La particolarità di questo scavo è che qui archeologi, archeometri e restauratori lavorano fianco a fianco all’interno di un moderno cantiere archeologico i cui obiettivi sono la ricostruzione puntuale della storia archeologica dell’isola e la verifica di fattibilità di un Parco Archeologico “Live” ad Impatto zero, raccontato mentre si scava.
Il progetto  di ricerca è finanziato con fondi europei,  provenienti dalla progetto “Voices Of Venice”, MSCA-IOF 2017, nr. 632800, e con fondi diretti di Ca’ Foscari per il sostegno delle attività archeologiche.  Le ricerche prevedono la collaborazione del Dipartimento di Antropologia dell’Università di Stanford, California e del Dipartimento di archeologia dell’Università di Reading, Regno Unito.
Lo scavo, realizzato in regime di concessione ministeriale, è reso possibile grazie all’impegno del Comune di Venezia, che ha reso disponibile il terreno a titolo gratuito e si è operato per la promozione delle indagini.  Fondamentale è il ruolo di coordinamento della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e la sua Laguna.
Le attività beneficiano del preziosissimo aiuto delle istituzioni culturali locali di Torcello: il Museo archeologico di Torcello (Citta Metropolitana di Venezia), il complesso monumentale della basilica di Santa Maria Assunta (Patriarcato di Venezia), e del centro Studi Torcellani.
Il sostegno e l’entusiasmo dei cittadini di Torcello  è, però, il riconoscimento più grande del lavoro degli archeologi, che hanno la straordinaria opportunità di operare in uno dei luoghi più fragili e più ricchi della storia dell’intera laguna veneziana.
Leggere di più


Chiacchieriamo della Locride antica. Storia, archeologia, paesaggio

Chiacchieriamo della Locride antica. Storia, archeologia, paesaggio

Parco Archeologico Nazionale di Locri

C/da Marasà (Locri)

8 agosto 2017 – Ore 20.00

Martedì 8 agosto 2017, alle ore 20.00, nella straordinaria cornice del Parco Archeologico Nazionale di Locri, in località Marasà, si terrà un’interessante conversazione sul tema Chiacchieriamo della Locride antica. Storia, archeologia, paesaggio.

L’iniziativa avrà due relatori d’eccellenza, profondi conoscitori del territorio locrese, ricchissimo di storia e di testimonianze del passato: Rossella Agostino, direttore del Parco Archeologico Nazionale di Locri e Daniele Castrizio, numismatico, docente presso l'Università di Messina.
La conversazione sarà tenuta all'aperto, nell'area del Parco archeologico, e faranno da sfondo alcuni tra i resti archeologici della città coloniale di Locri.
Seguirà una degustazione di vino prodotto a Bianco, centro del litorale ionico meridionale calabrese, situato a pochi chilometri da Locri. Vini lavorati da vitigni che, sulla base degli  studi e le analisi fatte, si ricollegano a vitigni che hanno avuto origine nell'antichità: un assaggio che ricorda l'abitudine dei Greci di pasteggiare con vino che, a differenza di quanto accade oggi veniva solitamente miscelato a miele ed acqua nei crateri figurati di cui si ha testimonianza anche tra i rinvenimenti effettuati a Locri nei decenni passati.

Una proposta, quindi, di grande suggestione e originalità che farà rivivere i fasti di questo magnifico lembo di Calabria.

Leggere di più


Estate Romana 2017: programma dal 4 al 10 agosto

Estate Romana 2017

Cultura, scienza e spettacolo conquistano la città

Ecco le manifestazioni previste per musica, film, percorsi, teatro, incroci artistici ed esperimenti nella settimana dal 4 al 10 agosto

www.estateromana.comune.roma.it

#estateromana2017


Roma, 3 agosto 2017 – Una nuova settimana carica di eventi per questa 40ima edizione dell'Estate Romana. In tanti Municipi, diverse occasioni per conoscere e riscoprire la città con iniziative che animeranno le piazze, i parchi e i più suggestivi luoghi storici della Capitale. Da mattino a sera, un ricco programma di manifestazioni: concerti, teatro, presentazioni letterarie, proiezioni cinematografiche e visite guidate per la città.
Leggere di più


I venerdì di Ercolano, accesso contingentato per la tutela del sito

I venerdì di Ercolano, 

accesso contingentato per la tutela del sito

 Il Parco Archeologico di Ercolano, alla luce del crescente gradimento e dell’aumento dei visitatori per I venerdì di Ercolano, comunica che a partire dal prossimo venerdì sera, 4 agosto, potranno accedere al sito 700 visitatori. Tale contingente è stato stabilito in base a condizioni logistiche ed esigenze di sicurezza. Il Parco sottolinea che il progetto culturale dell’iniziativa prevede una visita accompagnata della durata di circa 60 minuti al fine di offrire un’idea ampia e soddisfacente di una scelta significativa di domus all’interno del Parco.  Tale modalità si protrarrà per le prossime aperture serali, che si ripeteranno fino al 6 ottobre.  Leggere di più


Musei: 6 agosto torna #domenicalmuseo

MUSEI: DOMENICA 6 AGOSTO TORNA L’INGRESSO GRATUITO NEI MUSEI E LUOGHI DELLA CULTURA STATALI
L’elenco in continuo aggiornamento su www.beniculturali.it/domenicalmuseo

Domenica 6 agosto torna l’appuntamento con #domenicalmuseo, l’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo guidato da Dario Franceschini che prevede l’ingresso gratuito nei musei, aree archeologiche e luoghi della cultura statali la prima domenica di ogni mese. Dopo il successo delle edizioni precedenti e il record d’ingressi registrato nel primo semestre del 2017, c’è grande attesa anche per domenica prossima. Dagli Scavi di Pompei al Colosseo, dagli Uffizi di Firenze alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, dalla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma al Museo Capodimonte di Napoli, sono oltre 420 i musei che aderiscono all’iniziativa introdotta dalla riforma ministeriale del 2014.
L’elenco completo, che comprende anche molti musei dei tanti Comuni che in tutta Italia hanno aderito all’iniziativa, è disponibile in continuo aggiornamento su www.beniculturali.it/domenicalmuseo.
Roma, 2 agosto 2017
Ufficio Stampa MiBACT

Come da MiBACT, redattore Renzo De Simone


Roma: week-end al museo, programma del 5-6 agosto

WEEK-END AL MUSEO | 5 – 6 AGOSTO

SABATO 5 AGOSTO

Museo di Roma Palazzo Braschi | Apertura dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23)

“La gloria del Barocco - Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi”

“La chitarra, questa sconosciuta?”

in collaborazione con Roma Tre Orchestra

Biglietto del costo simbolico di 1 euro – Concerti nel Cortile fruibili gratuitamente

 

 

DOMENICA 6 AGOSTO | Concerto gratuito

Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese | ore 11.30 – “Pianoforte in festival all’Aranciera di Villa Borghese: giovani artisti per grandi repertori” in collaborazione con Roma Tre Orchestra


Roma, 2 agosto 2017 - Sarà ancora il Museo di Roma Palazzo Braschi il luogo destinato ad accogliere per tutto il mese di agosto le aperture straordinarie del sabato sera. Dopo i successi di luglio, si continuerà il prossimo fine settimana con l’evento serale di sabato 5 agosto dedicato alle morbide cadenze della musica classica. Il ricco programma si comporrà di alcune meraviglie della musica barocca prodotte dalle corde della chitarra di Gaia Laforgia e della suggestiva potenza delle Quattro stagioni di Vivaldi restituita dalla Roma Tre Orchestra con il concertatore e violino solista Leonardo Spinedi.
Il museo sarà aperto dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23) e con il biglietto del costo simbolico di un euro si potrà visitare l’intera collezione del palazzo, i suoi ambienti ricchi di storia e la mostra Piranesi. La fabbrica dell’Utopia. Sarà un’occasione unica per immergersi negli spazi suggestivi del museo e lasciarsi rapire dalle interpretazioni musicali dedicate dagli artisti ad un periodo culturale particolarmente florido. Dal cortile d’ingresso, luogo in cui si svolgerà l’esibizione gratuita delle Quattro stagioni, fino ad arrivare al Salone d’onore del primo piano del museo dove vibreranno le note di Kapsberger, Frescobaldi, Weiss e Bach, il pubblico potrà costruire la propria esperienza culturale a stretto contatto con le numerose bellezze pittoriche e scultoree esposte all’interno del palazzo.
I grandi repertori della musica classica completeranno, infine, il programma culturale del weekend nel concerto gratuito di domenica 6 agosto alle ore 11.30 presso il Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese. Con i brani di Beethoven, Liszt e Debussy, il pianista Umberto Barisciano si esibirà davanti ai visitatori nello spettacolo Pianoforte in festival all’Aranciera di Villa Borghese: giovani artisti per grandi repertori, realizzato in collaborazione con Roma Tre Orchestra.

Leggere di più


"Sogno di una notte di mezza estate" al Silvano Toti Globe Theatre di Roma

Silvano Toti Globe Theatre

Direzione artistica Gigi Proietti

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

regia di Riccardo Cavallo

traduzione di Simonetta Traversetti

 Prodotto da Politeama Srl

 9 agosto – 20 agosto ore 21.15

 
Non è agosto al Silvano Toti Globe Theatre senza la rappresentazione del SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE. Come da tradizione torna anche in questa edizione lo spettacolo per eccellenza dell’ovale di Villa Borghese nella regia del compianto Riccardo Cavallo e nella traduzione di Simonetta Traversetti. Ogni sera, da mercoledì 9 fino a domenica 20 agosto, la commedia più celebre di William Shakespeare allieterà le serate del pubblico con i suoi intrecci, i suoi scambi e le sue caratterizzazioni linguistiche.

Leggere di più


Agosto e bollicine alla Casa del Cinema di Roma

Agosto e bollicine alla Casa del Cinema di Roma


La Casa del Cinema di Roma e il gruppo Vyta-Santa Margherita si uniscono per festeggiare gli spettatori del Teatro all’Aperto – Ettore Scola durante tutto il mese di agosto.
Tra gli eventi del programma EFFETTO NOTTE N.2, ogni mercoledì si festeggia Paolo Virzì con la proposta integrale del suo cinema. Il 27 luglio la Mostra del Cinema di Venezia ha annunciato che il nuovo film del regista toscano sarà in concorso al Lido di Venezia nei primi giorni di settembre. Così Santa Margherita ha voluto salutare l’evento e il pubblico di Casa del Cinema organizzando un brindisi in loro onore ogni mercoledì del mese di agosto.
45 minuti prima della proiezione serale del mercoledì, i camerieri di Vyta avranno il piacere di offrire una coppa di “bollicine italiane” a tutti coloro che verranno a Villa Borghese per godersi l’estate della Casa del Cinema e i film di Paolo Virzì.
Leggere di più


Nemi: seminario “Artemide e Diana. Divinità a Confronto”

Artemide e Diana

Divinità a Confronto

 11 agosto 2017 ore 17:00

Palazzo Ruspoli, Sala delle Armi - Nemi


Saluti Istituzionali:
Edy Palazzi, Vice Sindaco Nemi
Sara Scarselletta, Dr.ssa Archeologa
Maria Paola De Marchis, Presidente Associazione Calliope
 
Intervengono:
Diana Guarisco (“Alma Mater Studiorum” - Università di Bologna), Artemide: alterità, identità e integrazione
Alessandro Locchi (Sapienza Università di Roma), Diana a Roma. Luoghi e celebrazioni dedicati alla regina nemorum nell’ambito dell’Urbe
Anna Pasqualini (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Diana e Artemide a Roma e a Nemi
 
Coordina: Igor Baglioni (Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni”)


MiBACT, al via nuova campagna social #attimidigioia per l'agosto nei musei

MUSEI: Mibact, al via #attimidigioia la nuova campagna social per il mese di agosto
Una caccia al tesoro digitale nei musei di tutta Italia per catturare ‘istantanee di felicità’ dal patrimonio culturale

Attimi di gioia, stupore, istantanee di felicità immortalate nelle opere, nei quadri, nei dipinti, nelle sculture delle collezioni dei musei statali. Ma non solo, la gioia e la meraviglia di fronte alla vista e alla scoperta della nostra opera d’arte del cuore: al via #attimidigioia la campagna social di @museitaliani, per il mese di agosto, lanciata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Oltre 40 locandine digitali animeranno il profilo ufficiale Instagram degli oltre 420 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura statali: dal Ritratto di Luce Balla firmato dal padre e conservato alla Galleria degli Uffizi a Firenze alla Testa di Giovane che ride di Annibale Carracci esposta alla Galleria Borghese di Roma, dal Satiro Danzante dipinto sulle mura della Villa dei Misteri a Pompei ad uno degli specchi di Michelangelo Pistoletto, Un Giovanotto (La Smorfia), esposto alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dai Putti e Baccanti di Giovan Gioseffo Santi in mostra alla Pinacoteca Nazionale di Cagliari ai Divertimenti in Villa di Giuseppe Zais alle Gallerie dell’Accademia di Venezia. E ancora le Baccanti del Grechetto alla Galleria Sabauda di Torino fino al Giovane Satiro del Parco Archeologico di Ostia Antica e alla Baccante di Sophie Giordano della Pinacoteca Nazionale di Sassari.
Il MiBACT rinnova quindi l’invito ad una vera e propria caccia al tesoro digitale nei musei italiani: i visitatori, muniti di smartphone o macchina fotografica, sono chiamati ad andare alla ricerca di immagini di festa raffigurate in sculture, vasi figurati, arazzi e affreschi delle, ma anche a raccontare attraverso gli scatti il proprio stupore di fronte alle collezioni museali del cuore. Tutti possono condividere le proprie foto con gli hashtag #attimidigioia e #agostoalmuseo e invadere i social con opere da tutta Italia, seguendo un filo rosso che unisce, nella bellezza, le straordinarie collezioni dei Musei Italiani.