32° ASSEMBLEA ANCI
Torino, Lingotto – dal 28 al 30 ottobre 2015

2c3d8ad8fcff73c7dc23289aa28f384812f13aa

Inizia il 28 a Torino la 32° Assemblea Nazionale ANCI dal titolo “ASILO: VERSO UN SISTEMA COMUNE”, durante la quale è previsto l’intervento del Ministro Dario Franceschini, la mattina del 30 ottobre al dibattito “Liberare gli investimenti dei Comuni: la strada per la crescita del Paese”. (http://www.ancicomunicare.net/#!xxxii-assemblea-anci/x3ia3).
Il MiBACT sarà inoltre presente con il proprio Stand nel quale sarà data visibilità ai principali progetti sviluppati con l’ANCI tra cui L’ARTBONUS che rappresenta un’autentica rivoluzione nell’ambito della cultura (http://artbonus.gov.it) e il TAVOLO PERMANENTE CULTURA E TURISMO.

ARTBONUS
Lo Stato ponendosi
come obiettivo la sensibilizzazione nazionale per la diffusione del mecenatismo a favore della tutela, della conservazione, della valorizzazione e della fruizione del patrimonio culturale pubblico, riconosce un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro pari al 65% dell’importo della donazione.
Chiunque – sia singoli cittadini sia aziende – può sostenere interventi di manutenzione, protezione e restauro di monumenti, edifici storici, opere d’arte, musei, biblioteche, archivi, così come di aree e parchi archeologici, complessi monumentali, fondazioni lirico- sinfoniche e teatri di tradizione; inoltre, può contribuire alla realizzazione di nuove strutture e al potenziamento di quelle esistenti di enti o istituzioni che, senza scopo di lucro, svolgono attività nello spettacolo.
Un patrimonio culturale valorizzato è fonte di reddito e occupazione, accresce l’attrattività di un territorio e garantisce ricadute sul turismo.TAVOLO PERMANENTE CUTLURA E TURISMO
La Direzione generale Musei che nella persona del Direttore generale, è stata designata come uno dei rappresentanti del Ministero al Tavolo permanente Cultura e Turismo, costituito per dare attuazione al Protocollo d’intesa sottoscritto tra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani il 24 luglio 2014 con l’obiettivo di individuare nuovi e più efficienti modelli di cooperazione inter-istituzionale al fine di incrementare l’efficienza delle politiche territoriali di tutela e valorizzazione dei beni culturali, di promozione della cultura, e di rilancio del turismo.
In tale contesto sono state selezionate, in distinti ambiti regionali, alcune realtà urbane per la sperimentazione del sistema museale integrato fra strutture statali e civiche.
Per dare immediato impulso alla sperimentazione, la Direzione Musei ha promosso specifici tavoli tecnici tematici con le città individuate . Nel corso di quattro riunioni sono intervenuti i rappresentanti dei Comuni di Bologna, Modena, Ferrara, Parma, Torino e Firenze, Perugia e Assisi; Bari per la Regione Puglia.
Il confronto si è incentrato sulla verifica/ricognizione dei sistemi museali esistenti (statali, non statali, privati); sulle strutture e modalità di gestione; sui sistemi di integrazione tariffaria e dei servizi ; sulle forme di integrazione intersettoriale dell’offerta (ad esempio col servizio di trasporto pubblico).
Pur nella grande diversità delle realtà rappresentate la discussione dei tavoli ha individuato ambiti e tematiche affini,  che sono stati proposti come indirizzi comuni della sperimentazione:
–    Necessità di una modalità stabile –istituzionale o sostanziale- di concertazione;
–    Necessità di implementare i sistemi bigliettazione integrata,  superando ai vari livelli le criticità sulla ripartizione degli introiti;
–    Utilità di sviluppare strumenti di offerta integrata territoriale lavorando per rimuovere gli ostacoli esistenti anche di tipo normativo;
–    Utilità di sperimentare forme e strutture di gestione comune, che consentano l’utilizzo più efficiente ed efficace delle risorse pubbliche, siano esse finanziarie, umane o tecniche.
Un primo concreto esito dei tavoli è stato l’avvio dell’attività di sperimentazione nel Comune di Bari con la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa trilaterale fra Regione, Comune e Ministero.

Come da MIBACT, Redattore Renzo De Simone