Villa Adriana, visitatori in aumento

27 Agosto 2014

Nel mese di agosto, nelle giornate del 14, 15 e 16, ben 2810 persone hanno visitato l’Area Archeologica di Villa Adriana; un numero considerevole, tenuto conto del periodo estivo, che rappresenta circa il 30% in più rispetto alle stesse giornate del 2013.

Ottimo risultato anche nelle prime due domeniche dei mesi di luglio e agosto, ad ingresso gratuito, con 1370 e 1807 visitatori, rispettivamente il 6 luglio e il 3 agosto. In particolare il mese di luglio 2014 ha riportato un 22% in più di visitatori rispetto a luglio 2013, al contrario di quanto dichiarato in un recente programma televisivo di inchiesta, che parla di un decremento di visitatori.

Il dato positivo si inserisce nel trend di incremento di presenze rispetto al 2013: riferito ai primi sette mesi dell’anno, è sicuramente correlato dal progetto di valorizzazione messo in campo da questa Amministrazione con la mostra in corso ‘Adriano e la Grecia. Villa Adriana tra classicità ed ellenismo’, dove per la prima volta vengono esposti presso l’Antiquarium del Canopo di Villa Adriana prestiti eccezionali dai musei greci, per la maggior parte mai visti al di fuori dei confini della stessa Grecia.

Alla promozione del sito ha contribuito il ritorno della prestigiosa rassegna di spettacoli serali del Festival Internazionale di Villa Adriana (18 giugno – 15 luglio 2014), che ha visto un considerevole afflusso di pubblico, non conteggiato nel novero degli ingressi all’Area Archeologica.

La programmazione delle attività di valorizzazione passa anche attraverso gli interventi di tutela e manutenzione, come il controllo della vegetazione infestante e la cura del patrimonio arboreo storico e come gli importanti restauri del Teatro Marittimo e delle Piccole Terme, avviati nel 2014, che restituiranno ai visitatori la possibilità di percorrere gli ambienti interni e apprezzarne le caratteristiche architettoniche e decorative.

come da comunicato stampa del MIBACT, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio

Cosa si nasconde al di sotto di Stonehenge?

26 Agosto 2014

I maestosi megaliti di Stonehenge hanno da sempre affascinato studiosi e semplici appassionati. Secondo lo Stonehenge Hidden Landscape Project, però, lo studio di quello che si trova al di sotto del complesso ne rivelerebbe una dimensione persino più stupefacente. L’intera area sarebbe stata infatti popolata e caratterizzata da pietre non meno importanti di quelle attualmente visibili. Gli studiosi invitano anche alla cautela, poiché finché non si scava, non si può sapere di preciso cosa salterà fuori, e tuttavia appare già probabile che nuovi straordinari megaliti caratterizzeranno il complesso.

800px-Summer_Solstice_Sunrise_over_Stonehenge_2005

Link: Smithsonian; The Stonehenge Hidden Landscape Project; The Blaze

Credits: foto caricata e di Andrew Dunn, da Wikipedia, CC Attribution-Share Alike 2.0 Generic