Milano e Napoli insieme per l’Europa: il 3 giugno concerto in Duomo

Turismo

Milano e Napoli insieme per l’Europa. Il 3 giugno concerto in Duomo con l’orchestra e coro del teatro di San Carlo diretti da Zubin Mehta

Milano, 29 maggio 2017 – Milano e Napoli insieme per l’Europa, nel segno di un concerto che unisce due importanti identità culturali italiane nella loro ricchezza. Un evento che non poteva non trovare casa presso la domus di tutti i milanesi e dei milioni di fedeli e di visitatori che ogni giorno ne abitano la bellezza: il Duomo.

All’interno della Cattedrale, sabato 3 giugno 2017 alle ore 21.00, la Veneranda Fabbrica offrirà alla città una serata gratuita aperta a tutti: l’Orchestra e il coro del Teatro di San Carlo, diretti dal Maestro Zubin Mehta, presenteranno uno dei lavori più conosciuti del repertorio sinfonico di Ludwig Van Beethoven, la Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra Op. 125. L’evento si svolge sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo ed è patrocinato da Arcidiocesi di Milano, Camera dei Deputati, Ministero dei Beni, delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Lombardia, Regione Campania, Comune di Milano e Comune di Napoli.

L’idea aveva trovato la genesi durante Expo 2015, quando gli artigiani della Fonderia Nolana Del Giudice hanno forgiato la copia della Madonnina che ha accolto i visitatori dell’Esposizione: in quella occasione è stato naturale immaginare un momento successivo per celebrare quest’incontro tra Napoli e Milano con la musica di Beethoven e l’Inno alla Gioia – simbolo dell’Europa in armonia che richiama i valori forti della vita e riafferma il valore dell’accoglienza.

“Il cammino della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano nella storia è una vera e propria rappresentazione di quello europeo – ha detto Mons. Gianantonio Borgonovo, presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano. I cantieri della Cattedrale si sono nutriti di esperienze e di talenti provenienti da tutto il continente ed è la forza di questo percorso che oggi sentiamo il dovere di richiamare e di riaffermare, esortazione al dialogo tra tutti gli uomini e le donne di buona volontà che abitano un tempo in cui tali valori sono messi in discussione. Un evento al quale il direttore della Fabbrica, Gianni Baratta, scomparso lo scorso 23 marzo, ha lavorato fino all’ultimo con la competenza, la determinazione ed il coraggio che ha saputo sempre mettere in ogni progetto. A lui dedicheremo l’iniziativa: un’idea che è stata condivisa fin da subito anche con il Maestro Mehta”.

“Non posso nascondere il mio orgoglio e la mia emozione – ha aggiunto il sovrintendente della Fondazione Teatro di San Carlo, Rosanna Purchia – per questo appuntamento, che vede la nostra orchestra e il nostro coro, capitanati da Zubin Mehta, eseguire a Milano la Nona Sinfonia di Beethoven, tra i brani in assoluto più noti al mondo. Non poche sono state le difficoltà sopraggiunte, ma ciascuna è stata ampiamente superata, soprattutto grazie al magnifico ponte che si è istaurato in questi mesi tra Milano e Napoli, tra la Lombardia e la Campania; un legame non scontato, tra istituzioni e regioni solo apparentemente distanti, che ora viene siglato a vanto delle energie e della passione che tutti noi abbiamo riversato in questo progetto”.

“Dopo la Missa Solemnis in re maggiore, del 1822 – ha concluso il maestro Zubin Mehta – la Nona Sinfonia o Sinfonia corale op. 125, in re minore, eseguita per la prima volta a Vienna il 7 maggio del 1824, è una delle creazioni più alte ed irraggiungibili di Beethoven. Vi troviamo la sintesi di tutte le esperienze musicali e spirituali, ricercate ed espresse nelle precedenti sinfonie e nelle sonate, in un cammino sinfonico e cameristico parallelo. Una composizione che giunge quasi al termine della vita di Beethoven. Per chi l’ascolta è sempre la rivelazione di un messaggio affine a quello che ritroviamo anche nel Fidelio, opera antecedente (1805), ma già foriera e portatrice di ideali beethoveniani, etici ed estetici, molto ben definiti. Beethoven vi lavorò per molto tempo, al 1799 risalgono già i primi abbozzi. Il pathos della Nona Sinfonia culmina nel An die Freude (Inno alla gioia), apoteosi di una visione universale di fratellanza e liberazione da quanto opprime l’uomo, dove la musica si staglia sui versi di Schiller, sui quali intervenne lo stesso Beethoven, che ampliò il testo dell’ode originaria del poeta; il messaggio più profondo, oggi più che mai attuale, narra la vittoria dello spirito contro il terrore”.

Come da Comune di Milano.

Milano: per nutrire l’anima – Stagione concertistica giugno-ottobre 2017

Municipio 5

Per nutrire l’anima – Stagione concertistica giugno-ottobre 2017

Musica e arte nelle chiese di Milano a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Milano, 30 maggio 2017 – L’Associazione culturale “Il Clavicembalo Verde”, con il patrocinio del Municipio 5, realizza l’iniziativa “Per nutrire l’anima”, ossia un percorso di concerti corali e strumentali che si svolgerà da giugno ad ottobre 2017 presso le chiese del decanato.

Partecipate numerosi!

Per maggiori dettagli visitare il sito: www.ilclavicembaloverde.com.

Tutte le manifestazioni inizieranno alle ore 20:45 – ad eccezione dei concerti del 10 e 18 giugno, del 9 luglio, del 1° e 7 ottobre – e si effettueranno fuori dalle funzioni liturgiche, come da seguente programma:

  • CHIESA SS. GIACOMO E GIOVANNI via Giuseppe Meda 50 – venerdì 9 giugno – Cappella Vocale Turro. Direttore: Angelo Bernardelli;
  • CHIESA SAN GOTTARDO AL CORSO corso San Gottardo 6 – sabato 10 giugno ore 16:45 – Coro Multietnico Mediolanum. Direttore: Carlos Verduga Rivera;
  • CHIESA SANTA MARIA DI CARAVAGGIO via Brioschi 38 (ingresso da via Borromini) – venerdì 16 giugno – concerto per Arpa e Violoncello di Silvia Minardi e Francesco Dessy;
  • CHIESA SANTA MARIA ALLA FONTE (detta CHIESINA ROSSA) via Chiesa Rossa 55 – domenica 18 giugno ore 15:30 – concerto per Quartetto d’Archi;
  • CHIESA SAN CRISTOFORO SUL NAVIGLIO via San Cristoforo 3 – venerdì 23 giugno – concerto per Arpa di Eleonora Strafezza, in collaborazione con l’Accademia dei Poeti Erranti e la Scuola Civica Alda Merini;
  • CHIESA SANT’ANTONIO MARIA ZACCARIA via San Giacomo 9 – sabato 24 giugno – Coro Musica Laudantes. Direttore: Luca Cuomo;
  • CHIESA SAN BARNABA IN GRATOSOGLIO via Feraboli 27 – sabato 1° luglio – Coro Florete Flores. Direttore: Mirko Luppi;
  • CHIESA MARIA MADRE DELLA CHIESA via Saponaro 28 – domenica 9 luglio h. 16:15 – Coro CAI Milano. Direttore: Roberto Mucci;
  • CHIESA SS. PIETRO E PAOLO AI TRE RONCHETTI via Manduria 90 – sabato 15 luglio – Coro Out of Time. Direttore: Simone Hopes;
  • CHIESA SAN CRISTOFORO SUL NAVIGLIO via San Cristoforo 3 – venerdì 15 settembre – Coro Voces Amoenae. Direttore: Alberto Mondini;
  • CHIESA SAN CIPRIANO via Carlo d’Adda 31 – venerdì 22 settembre – Coro Florete Flores. Direttore: Mirko Luppi;
  • CHIESA SANTA MARIA DI CARAVAGGIO via Brioschi 38 (ingresso da via Borromini) – sabato 23 settembre – concerto per Organo di Paolo Negri in collaborazione con l’Accademia dei Poeti Erranti e la Scuola Civica Alda Merini;
  • CHIESA SS. PIETRO E PAOLO AI TRE RONCHETTI via Manduria 90 – domenica 1° ottobre h. 18:30 – gruppo vocale Karakorum. Direttore: Anna Pavan;
  • CHIESA SS. GIACOMO E GIOVANNI via Giuseppe Meda 50 – venerdì 6 ottobre – Coro Voci e Suoni degli Olivetani. Direttore: Paolo Bove;
  • CHIESA SAN GOTTARDO AL CORSO corso San Gottardo 6 – sabato 7 ottobre h. 16:30 – concerto per Arpa e Violoncello di Eleonora Strafezza e Francesca Gatto, in collaborazione con l’Accademia dei Poeti Erranti e la Scuola Civica Alda Merini;
  • CHIESA SANTA MARIA ANNUNCIATA IN CHIESA ROSSA via Neera 24 – sabato 7 ottobre – Corale Polifonica Sforzesca. Direttore: Fabio Moretti;
  • CHIESA SAN BARNABA IN GRATOSOGLIO via Feraboli 27 – sabato 21 ottobre – Coro Polifonico Città di Cernusco. Direttore: Giorgio Radaelli;
  • CHIESA MARIA MADRE DELLA CHIESA via Saponaro 28 – sabato 28 ottobre – Corale Ambrosiana. Direttore: Giorgio Barenghi.

Come da Comune di Milano.

Dal 3 settembre torna MITO SettembreMusica con 140 concerti a Milano e Torino

Cultura

Dal 3 settembre torna MITO SettembreMusica con 140 concerti originali nelle due città, ispirati alla natura

Il Festival raddoppia gli appuntamenti in piazza, a Milano e a Torino, con l’Open Singing e l’esecuzione della Nona di Beethoven

Milano, 30 maggio 2017 – Dal 3 al 21 settembre ritorna a Milano e a Torino il festival MITO SettembreMusica, guidato per il secondo anno da Anna Gastel, presidente e da Nicola Campogrande, direttore artistico. Per l’undicesimo anno consecutivo dalla fondazione, il festival unisce nel segno della musica le due più grandi città dell’Italia settentrionale, riconfermando il desiderio delle Amministrazioni di considerare lo sviluppo della cultura musicale un’imprescindibile forma d’impegno.

“Il tema di quest’anno è Natura. È una scelta che mi è parsa subito feconda – spiega il direttore artistico Nicola Campogrande – perché la musica classica è di per sé un inno alla natura; se ci si pensa, è ormai quasi l’unica che si suoni con strumenti prodotti con materiali naturali (il legno, in particolare), e perché il suo repertorio si è regolarmente ispirato ai fenomeni naturali, e continua ancora a farlo nella produzione dei compositori viventi. Così, ascoltare in centoquaranta concerti le infinite declinazioni del tema mi sembra un’esperienza particolarmente affascinante”.

In calendario 140 concerti (70 per ogni città) dei quali ben 69 ad ingresso gratuito, tutti con programmi appositamente ideati e proposti da alcuni dei più importanti musicisti del panorama internazionale, alternati alle forze musicali torinesi e milanesi di maggior prestigio. Particolarmente apprezzate l’anno scorso, sono confermate le introduzioni all’ascolto – affidate a Gaia Varon e Mattia Palma, a Milano e a Stefano Catucci e Carlo Pavese, a Torino – per offrire al pubblico il piacere di una comprensione più profonda delle esperienze d’ascolto proposte, spesso inedite e comunque sempre originali. I prezzi dei biglietti per i concerti a pagamento sono gli stessi sia a Torino, sia a Milano, e rimangono particolarmente contenuti. I concerti pomeridiani sono proposti gratuitamente o a 5 euro; stesso costo per i biglietti dei concerti per bambini e ragazzi sotto i quattordici anni. I concerti serali vanno da 10 a 30 euro. I concerti diffusi nel territorio metropolitano sono gratuiti.

Continue reading Dal 3 settembre torna MITO SettembreMusica con 140 concerti a Milano e Torino

Carabinieri TPC: recuperati 2 milioni di euro di beni d’arte di provenienza illecita

I CARABINIERI DEL NUCLEO TUTELA PATRIMONIO CULTURALE DI FIRENZE, NEL 2016, HANNO RECUPERATO BENI D’ARTE DI PROVENIENZA ILLECITA PER UN VALORE DI DUE MILIONI DI EURO

Nel 2016, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC), per aderire più efficacemente alle esigenze del territorio e per implementare ulteriormente la sua efficacia operativa, è stato dotato di una nuova articolazione che ha interessato anche il Nucleo di Firenze. Con l’istituzione del Nucleo TPC di Perugia, il Nucleo di Firenze ha perso la propria competenza sulla Regione Umbria, venendo collocato, unitamente agli altri 14 Nuclei operanti sul territorio nazionale, alle dipendenze del neo istituito Comando Gruppo, con sede a Roma.
La Toscana, sulla quale oggi può concentrarsi con maggior efficacia l’impegno del Nucleo di Firenze, risulta tra le Regioni maggiormente interessate dagli illeciti in danno del patrimonio culturale. La strategica posizione geografica e l’elevata presenza di beni diffusi sul territorio si riflette, di fatto, nel numero dei reati consumati prevalentemente in danno di edifici religiosi, ricchi di oggetti facilmente commerciabili, e di abitazioni private. Più di rado, tali eventi  hanno interessato musei, archivi e biblioteche. In termini numerici si sono registrati 55 eventi nel 2015 e 69 nel 2016, con una maggiore incidenza nelle province di Firenze e di Lucca.
Le attività di contrasto dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze hanno consentito il recupero di beni antiquariali, archivistici, librari e archeologici di pregevole fattura ed il cui valore viene quantificato in circa due milioni di euro. Inoltre, sono state sequestrate opere d’arte contemporanea contraffatte che, qualora immesse sul mercato come autentiche, avrebbero potuto fruttare indebiti guadagni, stimati in trecentocinquantamila euro.
Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone

Porto di Traiano di Fiumicino: calendario attività gratuite 1-4 giugno 2017

PORTO DI TRAIANO DI FIUMICINO – CALENDARIO ATTIVITA’ GRATUITE 1-4 GIUGNO 2017

L’area archeologica del Porto di Traiano di Fiumicino è aperta al pubblico gratuitamente dal giovedì alla domenica, dalle ore 9.30 alle 18.
In collaborazione con il progetto Navigare il Territorio, sono previste, per il pubblico interessato, visite guidate e attività didattiche gratuite.
Le visite guidate  avranno luogo il venerdì alle ore 11.30 e alle ore 15.30; il sabato e la domenica alle ore 11.00, 12.00, 15.00 e 16.00. La prenotazione si effettua al momento dell’ingresso all’area archeologica.

Continue reading Porto di Traiano di Fiumicino: calendario attività gratuite 1-4 giugno 2017