L’estate al Museo Nazionale Romano – apertura giovedì sera

L’ESTATE AL MUSEO NAZIONALE ROMANO | APERTURA GIOVEDÌ SERA

Le Terme di Diocleziano, con Palazzo Altemps e Palazzo Massimo aderiscono al progetto speciale promosso dal MiBACT: le serate estive si aprono alla cultura. Tutti i giovedì sera, le tre sedi mantengono un orario prolungato di apertura fino alle 23 (ultimo ingresso ore 22). Un modo diverso per vivere i luoghi della cultura.
Le Terme di Diocleziano, le più estese del mondo antico, sono la sede storica del Museo Nazionale Romano. Istituito nel 1889, riunisce uno dei più straordinari patrimoni artistici d’Italia suddiviso, tra il 1995 e il 2001, con altre tre sedi museali: Palazzo Massimo alle Terme, Palazzo Altemps e Crypta Balbi. Quattro luoghi per scoprire la storia di Roma dai primi insediamenti nel Lazio agli splendori dell’età imperiale, fino alla passione rinascimentale per le antiche opere romane che portò alla nascita del collezionismo.
Tre delle quattro sedi sono aperte il giovedì sera:
Le Terme di Diocleziano introducono alla protostoria dei popoli latini e ospitano un’ampia sezione epigrafica che racconta la nascita della lingua latina e illustra esaurientemente tutti gli aspetti della società romana. Non va dimenticato però il complesso termale in cui sorge il museo, da solo esempio della magnificenza antica. Le terme furono erette in soli otto anni, tra il 298 e il 306 d.C., nella zona tra i colli Viminale e Quirinale e si estendevano su una superficie di oltre 13 ettari.
Palazzo Massimo alle Terme custodisce una delle più complete rassegne d’arte antica del mondo. Tra i capolavori si annoverano i grandi bronzi del Pugile e del Principe ellenistico o tra la statuaria il Discobolo e l’Augusto pontefice. Di grande pregio i complessi di affreschi – come le pitture di giardino della Villa di Livia e gli affreschi della Villa della Farnesina -, stucchi e mosaici. Interessante è anche la sezione dedicata alla monete e ai gioielli, dove sono tra l’altro custoditi gli unici esempi pervenuti di scettri imperiali.
A pochi passi da piazza Navona, in Palazzo Altemps, la superba dimora rinascimentale dell’omonimo cardinale ricca di affreschi e pregevoli decorazioni, sono esposte le collezioni di statuaria antica delle grandi famiglie nobili romane, che comprendono anche testimonianze egizie. Tra queste spicca la raccolta Boncompagni Ludovisi, con capolavori magnogreci come il Trono Ludovisi, ellenistici come il gruppo del Galata suicida e imperiali come il sarcofago con scene di battaglia noto come Grande Ludovisi.

Come da MiBACT, redattore Renzo De Simone

I venerdì di Ercolano: crescono i visitatori al Parco Archeologico illuminato 

I venerdì di Ercolano, 
crescono i visitatori al Parco Archeologico illuminato 

 

Aumentano i visitatori ai percorsi serali al Parco Archeologico di Ercolano con un trend in costante crescita di venerdì in venerdì, con grande soddisfazione da parte della direzione del Parco e del personale degli scavi. Nella serata di ieri sera sono stati numerosi i turisti che hanno affollato l’ingresso di Corso Resina e in tanti purtroppo non hanno potuto accedere al sito per l’elevato numero di visitatori. La Direzione comprende il disagio che alcuni turisti hanno incontrato nella serata di ieri ma per la tutela del sito gli accessi non possono superare un certo limite. L’impegno è di permettere la visita al maggior numero di visitatori possibile. Per le prossime aperture serali, che si protrarranno fino al 6 ottobre, il Parco archeologico organizzerà la visita con nuove modalità di accesso per permettere a coloro che sono interessati di poter fruire del sito illuminato.

A breve è inoltre previsto l’ampliamento dell’offerta con le ricostruzioni multimediali proiettate durante il percorso, realizzate in collaborazione con il Mav.

I percorsi serali al Parco archeologico di Ercolano si svolgono grazie all’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che con il Piano di Valorizzazione 2017 ha avviato il progetto delle Aperture serali straordinarie.

L’accesso al sito archeologico avviene per gruppi di 30 persone, che vengono accompagnate negli Scavi dal personale del Parco, ricevendo informazioni di orientamento,  in un percorso della durata di circa un’ora accedendo dall’ingresso di Corso Resina.

All’area archeologica si entra da Corso Resina con un biglietto dal prezzo speciale di 2 €; l’ultimo ingresso è previsto alle ore 22,00.

Anche il Mav propone la sua offerta di visita all’interno delle sale del Museo allo stesso costo agevolato di 2 €. Per entrambi i siti i percorsi si terranno tutti i venerdì fino al 6 ottobre 2017.

Appia Antica tutti i venerdì sera d’estate

APPIA ANTICA TUTTI I VENERDÌ SERA D’ESTATE

Tutti i venerdì d’estate, e fino al 15 settembre, il Parco Archeologico dell’Appia Antica aderisce al progetto speciale promosso dal MiBACT: le serate estive si aprono alla cultura.
Resteranno aperti fino alle 22.30 il Mausoleo di Cecilia Metella con la chiesa di San Nicola e l’Antiquarium di Lucrezia Romana.
Antiquarium di Lucrezia Romana, Via Lucrezia Romana, 62. Ingresso gratuito
Mausoleo di Cecilia Metella e chiesa di San Nicola, via Appia Antica 161. Biglietto giornaliero 5 euro, “La Mia Appia” Card 10 euro.

Continue reading Appia Antica tutti i venerdì sera d’estate

Unite4Heritage: proseguono attività addestramento delle forze di polizia dei Paesi a rischio

I Carabinieri della Task Force “Unite4Heritage” (“Caschi Blu della Cultura”), del Comando Tutela Patrimonio Culturale, impiegati nell’ambito dell’Operazione “Inherent Resolve/Prima Parthica”, proseguono nelle attività di addestramento delle forze di polizia dei Paesi a rischio

In particolare a:
– Baghdad si è concluso da pochi giorni il III Corso Tutela Patrimonio Culturale per il personale appartenente al «Tourism and Antiquities Security Directorate» del Ministero degli Interni iracheno nonché per funzionari impiegati presso l’«Iraqi State Board of Antiquities and Heritage» del Ministero della Cultura e delle Antichità;
– Erbil si è concluso oggi il I Corso Tutela Patrimonio Culturale per le forze di polizia e per esperti in beni culturali della regione curda.
Continua con successo l’attività della Task Force Carabinieri “Unite4Heritage” (“Caschi Blu della Cultura”) nell’ambito delle attività di cooperazione multilaterale e bilaterale del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC). I corsi di addestramento in “Cultural Heritage Protection”, impartiti dal 2016 a Baghdad, vedono ora impegnati i Carabinieri anche con una nuova sessione addestrativa a Erbil.
Dall’1 al 13 luglio u.s., è stato svolto a Baghdad il III Corso “Cultural Heritage Protection” a favore di 23 unità appartenenti al «Tourism and Antiquities Security Directorate» del Ministero degli Interni iracheno, impegnati in attività di intelligence ed investigazioni nello speciale settore, nonché a funzionari impiegati presso l’«Iraqi State Board of Antiquities and Heritage» del Ministero della Cultura e delle Antichità. Questo intervento segue un’ulteriore attività formativa che ha visto la partecipazione dei “Caschi Blu” italiani del TPC: il workshop “Archaeological sites at risk: conservation and management Archaeological topography”, organizzato dall’«Iraq Italian Institute of Archaeological Sciences»,  tenutosi a Baghdad dal 23 al 27 aprile scorso.
Oggi, invece, a Erbil, si è concluso, con la cerimonia di consegna dei diplomi, il I Corso “Cultural Heritage Protection”, organizzato a favore delle forze di polizia curde, di esperti in beni culturali e di accademici locali. Sono state formate 28 unità, sviluppando, attraverso la condivisione della quasi cinquantennale esperienza del TPC nell’affrontare le minacce al patrimonio culturale e nel contrastarne il traffico illecito, peculiari competenze nella difesa dello straordinario patrimonio culturale di quell’antichissima regione.
Durante il corso, l’esperienza diretta dei “Caschi Blu della Cultura”, tuttora impiegati nelle aree del centro Italia colpite dai recenti eventi sismici, ha costituito un esempio concreto per delineare le difficoltà incontrate e le relative soluzioni nella tutela del patrimonio culturale in situazioni emergenziali in cui è stato possibile far rilevare la convergenza tra la protezione e la messa in sicurezza dei beni culturali in caso di emergenze naturali e le precauzioni e procedure da adottare nei periodi del pre e post conflict e nelle situazioni d’emergenza prodotte dall’uomo.
L’attuale impegno del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale in Iraq rientra tra le attività propedeutiche al progetto, in corso di finalizzazione con l’UNESCO e con il Governo iracheno, che prevede l’invio in quel Teatro Operativo, di esperti della Task Force italiana “Unite4Heritage”, al fine di supportare quelle Autorità a prevenire il saccheggio dei siti archeologici e il conseguente traffico di beni culturali, anche grazie alla realizzazione di un database dei reperti trafugati, sul modello della Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal TPC.
Alla cerimonia di fine corso, presso la locale Accademia di Polizia, è intervenuto quel Comandante, Major General Muhammad Dilshad, il Comandante della Polizia Regionale Curda, Major General Abdullah Kaylani, il Comandante Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Generale di Brigata Fabrizio Parrulli, il Comandante del Contingente dell’Esercito Italiano ad Erbil, Col. Stefano Scalabroni, il Console italiano a Erbil, Dottoressa Serena Muroni e rappresentanti dell’Ufficio UNESCO in Iraq.
Roma, 27 luglio 2017

Come da MiBACT, redattore Renzo De Simone

Nuovo appuntamento con la rassegna “Monumentale: museo a cielo aperto”

Cultura

Teatro, musica e cinema per un nuovo appuntamento con la rassegna “Monumentale: museo a cielo aperto”

Domenica 30 luglio dalle 10 alle 13 visite guidate, concerti e proiezioni per conoscere lo scrigno d’arte progettato da Carlo Machiachini.

Milano, 27 luglio 2017 – Domenica 30 luglio nuovo appuntamento estivo con la rassegna “Monumentale: museo a cielo aperto”, promossa dal Comune di Milano e realizzata da Fondazione Milano – Scuole civiche, che ogni ultima domenica del mese, fino al prossimo ottobre, permette a milanesi e turisti di scoprire e riscoprire i tesori d’arte e la memoria della città custoditi tra i viali del Cimitero Monumentale.

A partire dalle 10 e per tutta la mattina in sala conferenze saranno proiettati alcuni cortometraggi realizzati dalla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. La proiezione “ EserCITAZIONI LIBERAmente” comprende cinque saggi di direzione della fotografia ispirati ad altrettanti graphic novelist e fumettisti della scena internazionale: “Devil – Amore e Guerra” di Marco De Pasquale (Italia 2017 – HD 3’09”), che omaggia Frank Miller e Bill Senkiewitz; “Come le strisce che lasciano gli aerei” di Gloria Famlonga (Italia 2017 – HD 3’), che guarda a Vasco Brondi e Andrea Bruno; “La Signorina Else” di Laura Bellacicco (Italia 2017 – HD 5’24”) ispirata a Manuele Fior (dall’omonimo romanzo di A.Schnitzler); “Melvile” di Diana Hernandez (Italia 2017 – HD 3’59”) dedicata a Romain Renard; “Il suono del mondo a memoria” di Marco Pirondini (Italia 2017 – HD 4’10”) che riprende le atmosfere narrate da Giacomo Bevilacqua.

Alle 10, alle 10:30 e alle 11 dal piazzale esterno partiranno alcune visite guidate a cura delle volontarie del Servizio civile e del personale dipendente del Cimitero Monumentale. I tre percorsi previsti – “Gli Scapigliati“ a cura di Elisabetta Dolcino, “Carlo Maciachini al Monumentale” a cura di Boriana Valcinova, “I grandi editori” a cura di Guido Scovino – saranno dedicati ad approfondire alcuni aspetti e curiosità che riguardano il ricco patrimonio scultoreo custodito tra i viali del Monumentale.

Le visite guidate sono gratuite e prenotabili al gazebo a partire dalle ore 9:30 fino al raggiungimento del numero massimo previsto per gruppo.

Alle 11:15 nella Galleria inferiore di levante [B-C] andrà in scena un corto teatrale, scritto e interpretato da diplomati della Civica scuola di teatro Paolo Grassi. Protagonista della breve pièce il compositore Arturo Toscanini che, attraverso il rito del teatro, incontra i cittadini contemporanei. In “Toscanini e i coristi” (regia e drammaturgia di Luca Rodella, con Stefano Annoni, Luca D’Addino, Giuseppe Palasciano e Sara Zanobbio e la consulenza musicale e vocal coach di Silvia Girardi) si incontrano tre oscure figure che si aggirano tra le sepolture del Monumentale. Non parlano ma intonano arie polifoniche di Rossini, Verdi e Puccini. Sono tre funzionari dell’aldilà e hanno un compito, restituire la memoria all’ignaro spirito del sommo Arturo Toscanini, poiché la morte gli ha tirato un brutto scherzo. Il Maestro ora ricorda solo la sua musica, ma non le sue azioni, la sua vita e il peso storico che ha avuto nella lotta contro i regimi nazifascisti. Così, grazie ai canti dei tre angeli neri e all’aiuto del pubblico, Toscanini tornerà a brillare e guidare il pubblico come un faro.

Alle 12:15 chiude l’appuntamento il concerto “Round 12:00 Ensemble” a cura di Emma Elle 4et (Emma Lecchi, voce – Marco Punzi, chitarra – Francesco Marchetti, contrabbasso – Patrizio Balzarini, batteria) in programma presso la Galleria superiore di levante [A-B]. I quattro musicisti, formatisi alla Civica scuola di musica Claudio Abbado, propongono un repertorio di splendide ballads dedicato ai grandi compositori e parolieri jazz, alla loro poesia in musica.

La rassegna “Monumentale: museo a cielo aperto” proseguirà ogni ultima domenica del mese fino a ottobre, con una serie di appuntamenti che vedranno nuovamente teatro, musica, cinema e passeggiate tematiche raccontare il Cimitero Monumentale e le sue bellezze. I prossimi appuntamenti sono previsti il 27 agosto dalle 10 alle 13, il 24 settembre e 29 ottobre dalle 10 alle 18.

Come da Comune di Milano.