Firmato protocollo d’intesa tra Comune di Locri e Polo Museale della Calabria

Protocollo d’intesa

Palazzo Nieddu

Locri (Reggio Calabria)

Un altro risultato di straordinaria importanza è stato portato a termine dal Polo Museale della Calabria per la valorizzazione del patrimonio storico e archeologico della Locride.

È stato firmato, infatti, un protocollo d’intesa tra il Comune di Locri (Reggio Calabria) e il Polo Museale della Calabria che permetterà dal 9 febbraio del 2018 l’apertura delle Sale espositive di Palazzo Nieddu.

Il palazzo di proprietà comunale ospiterà al piano terra e al primo piano manufatti dal territorio locrese frutto di recenti campagne di scavo dai risultati scientificamente interessanti e manufatti dal sito prostorico di Canale – Janchina. Sarà così completata la narrazione della storia e della archeologia locrese.

I tre musei – due al Parco archeologico dedicati l’uno al periodo greco e l’altro alle testimonianze di età  romana – e il Palazzo Nieddu, dedicato al periodo anteriore alla fondazione della colonia e alle scoperte dal territorio, offriranno al pubblico una visione completa della Locride tra IX a.C. fino ad età tardo antica. 

È  previsto un biglietto unico che comprenderà l’intero percorso e, nell’ottica degli obiettivi  istituzionali del Polo Museale della Calabria di valorizzazione e raccordo con patrimoni di altre Amministrazioni, sarà sempre più potenziata la collaborazione con le stesse.

Le procedure sono state seguite congiuntamente dal Comune di Locri, dal direttore del Polo Museale della Calabria, Angela Acordon e dal direttore del Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, Rossella Agostino.

Continue reading Firmato protocollo d’intesa tra Comune di Locri e Polo Museale della Calabria

Concerto per un giorno di festa, il 26 dicembre alla Reggia di Caserta

Si conclude martedì 26 dicembre alla reale Cappella Palatina della Reggia di Caserta il viaggio attraverso le atmosfere musicali classiche e barocche delle capitali europee del ‘700, con il tradizionale “Concerto per un giorno di festa” dell’Orchestra da Camera di Caserta diretta da Antonino Cascio, con la partecipazione del flautista israeliano Elya Levin su musiche di Mozart, Cimarosa e Haydn. Una celebrazione raffinata della nostra tradizione musicale per una giornata di festa santa.

(La partecipazione al concerto è gratuito su prenotazione on –line al sito www.autunnomusicale.com . Per i visitatori della Reggia non è necessaria la prenotazione)

Il programma di musiche del Settecento, che ha visto al partecipazione di tanti musicisti internazionali ha invaso con le suo note pregiate più luoghi sacri e d’arte della terra di lavoro, nell’ambito del vasto programma Autunno Musicale – XXIII edizione, organizzato dall’Associazione Anna Jervolino & Orchestra da Camera di Caserta. Brani di Mozart , Haydn, Hummel, Boccherini, Albinoni, Vivaldi, Haendel, Hoffmeister,”

Martedì 26 dicembre alle ore  18.30 a Pietramelara, presso la  Chiesa di S. Rocco  Antonio Colasurdo all’ organo eseguirà  Tempore Nativitatis nell’ambito del programma Il suono & il sacro. (ingresso libero)

Mentre mercoledì 27 Dicembre alle 19.30 a Caiazzo, presso Palazzo Mazziotti per Suoni & Scienza / Ritratti Digitali sarà proposto Electronics Lab a cura di Stefano Busiello. (ingresso libero)

 

L’intera manifestazione Autunno Musicale è organizzata dall’ Associazione Anna Jervolino & Orchestra da Camera di Caserta, con il contributo del Mibact e della Regione Campania e con la collaborazione di Reggia di Caserta, Fondazione Real Sito di Carditello, Comuni di Caiazzo, Carinola, S. Nicola La Strada, Pietramelara, Centro Unesco Caserta, Associazioni, Byblos di Piedimonte Matese, Mozart di Sessa Aurunca, Pro Loco di Carinola, Fondazione Ente Ville Vesuviane, Irem e Area Arte, Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Caltanissetta per i concerti del Premio delle Arti e il Liceo Musicale Garofano di Capua per il Ciclo Tea Time Concert Series

 

 

Info e modalità di partecipazione

CONCERTI ALLA REGGIA DI CASERTA

Per assistere ai concerti è necessario prenotarsi su www.autunnomusicale.com. Per i visitatori della Reggia non è necessaria la prenotazione

 

Tel. 0823 3618101 – 339 170 29 06 – info@autunnomusicale.com – www.autunnomusicale.com

 

 

 

Orchestra da Camera di Caserta

Annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo nazionale ed internazionale  tra cui Severino Gazzelloni, Pierre Pierlot, Gervase de Peyer, Maxence Larrieu, Jorg Demus, Lya De Barberiis, Mario Ancillotti, Edward H. Tarr, Peter Lukas Graf, Bruno Canino, Michele Campanella, Massimiliano Damerini, Cristiano Rossi, Andras Adorjan, Susan Milan, Claudia Antonelli, Alain Meunier, Paolo Bordoni, Rocco Filippini, Alexei Volodin, Herbert Schuch, Natalia Lomeiko,  Sir James Galway, Xavier de Maistre, Sergey Nakariakov. Ha proposto inediti di da Capua, Sacchini, Sarro, Jommelli, Anfossi e Viotti. Ha tenuto concerti in Italia ed all’estero – Festival Cantelli, Festival Paganini, Vienna, Salisburgo / Mozarteum, Bratislava / Filarmonica – e ha suscitato lusinghieri apprezzamenti: “…interpretazioni impeccabili filologicamente …prive di quegli estremismi … gabellati peraderenze all’originale…”,“…fantasia nella creazione timbrica e nell’interpretazione…”,“…l’evento musicale ha vissuto momenti di sincera tensione in una lettura sempre consapevole frutto di un lavoro minuziosamente costruito..””… una vita interpretativa di composta eleganza…”“….l’orchestra e il suo direttore hanno reso con fresca spontaneità le sinfonie di Rinaldo da Capua e Antonio Sacchini…”“…attento a restituire all’ascolto la sobria eleganza di una scrittura in delicato equilibrio fra Barocco e Stile Classico…”“….sinceramente convincente per pulizia, discrezione e musicalità…” Fondatore e direttore dell’Orchestra è Antonino Cascio, ha studiato Pianoforte con Roberto Daina, Composizione con Antonio Ferdinandi e Direzione d’Orchestra con Nicola Samale, Massimo Pradella, Franco Ferrara, Lucacs Ervin e Karl Osterreicher. Svolge prevalentemente l’attività concertistica con l’Orchestra da Camera di Caserta ed annovera collaborazioni con vari ensemble tra cui il Prague Collegium, l’Orchestra del Teatro Nazionale e del Conservatorio di Praga, il Gustav Mahler Ensemble Wien, l’Orchestra della Radio Televisione Rumena, la Zagreb Chamber Orchestra ed altri. È direttore artistico dell’Autunno Musicale di Caserta e docente al Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli.

 

Roma: nel week-end l’arte si anima, iniziative festività natalizie

NEL WEEK-END L’ARTE SI ANIMA

SABATO 23 DICEMBRE

 

Musei Capitolini | Apertura dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23)

Biglietto del costo simbolico di 1 euro

Musica jazz e canti popolari natalizi in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma

 

 

 

Roma, 22 dicembre 2017 – I Musei Capitolini si preparano ad accogliere le festività natalizie con una serata speciale dedicata alla musica jazz contaminata dalla cultura Yiddish e i brani popolari natalizi della tradizione appenninica. L’evento di sabato 23 dicembre realizzato in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma porterà in scena il musicista Gabriele Coen, polistrumentista jazz influenzato dal ricco patrimonio musicale ebraico e il trio di musicisti Trio Eu-Soni composto da Antonio Di TrincaFederico ContiGiordano Treglia che proporranno la tradizione musicale natalizia con zampogna, ciaramella, organetto, ghironda e lira.

Continue reading Roma: nel week-end l’arte si anima, iniziative festività natalizie

“A caccia delle comete”, due appuntamenti a Roma

A caccia delle comete

Due appuntamenti con gli astronomi del Planetario di Roma Capitale,

il 28 dicembre 2017 e il 4 gennaio 2018, presso la Biblioteca  Capitolina “Vaccheria Nardi”

Nel pieno del clima natalizio, il Planetario di Roma invita ad un viaggio straordinario Alla scoperta degli astri chiomati tra le stelle, ispirati dal simbolo celeste delle festività correnti. Sarà raccontata la storia della cometaattraverso i secoli, per poi esplorare il cielo ed ammirare gli astri chiomati che si celano nel firmamento di questo inverno. A questo fine, sarà pilotato in diretta l’occhio altamente tecnologico del Virtual Telescope.

28 Dicembre ore 19.30, Biblioteca Vaccheria Nardi, Via Grotta di Gregna, 37, Roma.

Accompagnati dal vero beniamino delle bambine e dei bambini del Planetario di Roma, il dottor Stellarium (interpretato da Gabriele Catanzaro), si partirà A caccia di comete con il Dottor Stellarium. Viaggiando tra pianeti, satelliti e asteroidi si volerà fino ai confini del sistema solare alla scoperta di cosa sono, come evolvono e dove vanno a finire gli astri chiomati che in questo periodo dell’anno addobbano alberi e presepi in giro per il mondo.

Saranno ricalcate le orme degli antichi astronomi (chiamati re magi) che, forse, più di 2000 anni fa inseguirono uno di questi astri chiomati imparando ad utilizzare alcuni dei loro antichi strumenti di osservazione.

4 Gennaio ore 17.00, Biblioteca Vaccheria Nardi, Via Grotta di Gregna, 37, Roma.

Gli appuntamenti sono promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

 

 

Biblioteca  Capitolina “Vaccheria Nardi”

Via di Grotta di Gregna 37, Roma

www.bibliotu.it/biblioteca/vaccherianardi

Testo e immagine da Ufficio Stampa Zètema – Progetto Cultura

Milano: si inaugura oggi la mostra “Sotto il cielo di cristallo” al Castello Sforzesco

Cultura

Castello Sforzesco, si inaugura oggi la mostra “Sotto il cielo di cristallo”

Un racconto della Galleria Vittorio Emanuele II a 150 anni dall’inaugurazione.

Milano, 20 dicembre 2017 – A 150 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta il 15 settembre 1867, il Castello Sforzesco dedica alla storia della Galleria Vittorio Emanuele II una piccola ma preziosa mostra allestita nella Sala del Tesoro, che si inaugura questa sera alle ore 17:30.

“Sotto il cielo di cristallo” – questo è il titolo dell’esposizione, aperta con ingresso libero dal 21 dicembre 2017 al 18 marzo 2018 – ripercorre sinteticamente la storia amministrativa, architettonica, tecnica e urbanistica della Galleria attraverso una selezione dei molti materiali documentari appartenenti alle Civiche raccolte: disegni, lettere, atti legali, stampati e manoscritti, fotografie e dipinti, oggetti e cimeli di varia natura, che consentono di presentare uno spaccato significativo della più famosa galleria italiana.

“Magnifica sala”, “luogo splendido e sfarzoso”, “atrio incantato”, così scrivevano i giornalisti milanesi a proposito della Galleria Vittorio Emanuele II al tempo della sua inaugurazione, nonostante allora mancasse ancora l’arco trionfale di ingresso da piazza del Duomo. “La migliore delle vie coperte che in Europa si conoscano”, si legge nella “Guida per Milano e pei laghi” del 1871. “È il cuore della città. La gente vi s’affolla da tutte le parti”, osserva Luigi Capuana nel 1881 nel brano forse più bello che sia mai stato scritto sulla Galleria, cogliendo il senso di un luogo urbano per eccellenza dove si rispecchiano i molti volti di Milano. Da allora, la Galleria non ha mai perso il suo fascino, e la mostra al Castello Sforzesco ci guida per mano lungo le tappe della sua progettazione e della sua realizzazione.

Curata da Ornella Selvafolta con Isabella Fiorentini, Barbara Gariboldi e Loredana Minenna, “Sotto un cielo di cristallo” è prodotta dall’Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana in collaborazione con la Civica raccolta delle stampe “A. Bertarelli”, il Civico archivio fotografico, le Raccolte storiche Palazzo Morando | Costume Moda Immagine e la Cittadella degli archivi.

Come da Comune di Milano.

Dove i Classici si incontrano