Manifesto

 

800px-Sebastiano_Ricci_002

Cultura: ci raccontiamo sempre che è importante. La situazione italiana negli ultimi decenni ci narra un’altra storia: la spesa per l’istruzione, la ricerca e la tutela dei beni culturali diminuiscono da anni, il mercato editoriale è in calo, le sgrammaticature e la disinformazione regnano sovrane, tanto sui media quanto sui social network. I dati OCSE rivelano una diffusa incapacità di processare informazioni semplici.

Eppure non è così ovunque. In altri paesi la cultura è sviluppo e contribuisce al PIL in modo assai più rilevante che da noi: un paradosso se si pensa all’estensione del nostro patrimonio culturale, che concentra il maggior numero di siti UNESCO.

Le nostre ricchezze artistico-culturali e paesaggistiche non sono un vezzo, ma un bene comune e una potenziale risorsa: esso può davvero diventare una ricchezza solo quando è valorizzato e restituito alla collettività.

All’estero (ad esempio in Germania, in Francia, nel Regno Unito, negli Stati Uniti) fioriscono iniziative (blog, giornali, riviste anche accademiche, ecc.) che valorizzano il patrimonio culturale nazionale ed estero. Addirittura, certi beni culturali italiani hanno più risalto all’estero che nel nostro Paese.

640px-Papyrus_23_James_1,15-18

ClassiCult vuole cercare di fare proprio questo: parlare di cultura, anche e soprattutto di ricchezze troppo spesso dimenticate. La nostra iniziativa nasce con la voglia di dare un contributo alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale e umano, coniugando passato e presente, beni culturali e nuove tecnologie.

ClassiCult si basa su pochi, solidi principi: un ampio spettro di tematiche, un rigoroso controllo delle fonti, una divulgazione seria, ma alla portata di tutti. Cercheremo di dare maggior rilievo a quelle notizie culturali che hanno meno rilievo sui media tradizionali, che sono meno mainstream.

Su ClassiCult ci occuperemo di:

antropologia,

arte,

storia,

letteratura,

teatro e danza,

musica e lirica,

cinema,

corsi online,

mostre e musei.

Per darci un limite cronologico, limitiamo il nostro trattamento della Storia (fino all’anno 2000), perché crediamo che sia necessaria una certa distanza, per avere uno sguardo critico sugli avvenimenti e sul mondo. Pubblichiamo sia rassegna stampa italiana e straniera che contributi originali.

800px-Piranesi-1003

Per contattarci, segnalare un evento o per proporre un contributo, potete contattarci a classicultit PRESSO gmail PUNTO com. Ogni contributo sarà vagliato, e verrà inviata risposta solo in caso di interesse.

I blogger di ClassiCult

Alegoría del arte (1690-1694), de Sebastiano Ricci, foto da Wikipedia, Pubblico DominioSebastiano RicciThe Yorck Project: 10.000 Meisterwerke der Malerei. DVD-ROM, 2002. ISBN 3936122202. Distributed by DIRECTMEDIA Publishing GmbH; Caricata da File Upload Bot (Eloquence).

Papyrus 23 James 1,15-18, Papyrus Oxyrhynchys 1229, designated by P23 on the list Gregory-Aland, foto da Wikipedia, Pubblico Dominio, caricata da Leszek Jańczuk.

Giovanni Battista Piranesi: Le antichità Romane, t. I, tav. II. Le antichità Romane. Tomo I, tav. II // Opere di Giovanni Battista Piranesi, Francesco Piranesi e d’altri. Firmin Didot Freres, Paris, 1835-1839. Tomo 1. Scans from www.coe.l.u-tokyo.ac.jp; foto della Pianta di Roma, da Wikipedia, Pubblico Dominio, caricata da Bkmd.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Dove i Classici si incontrano