PROSSIMI APPUNTAMENTI ALLA CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

 

  • Venerdì 9 novembre 2018 alle ore 16.00

Tavola rotonda IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA GRANDE GUERRA

Saluto della Presidente del CNDI Daniela Monaco.

Moderano Anna Maria Isastia-Soroptimist International d’Italia e Maria Canale-docente di Storia e Filosofia.

Interventi dalle Associazioni: Michela Guerra (AIDM), Anna La Torre (CNAI), Patrizia Balmas (FILDIS).

Partecipano: Rita Fresu e Barbara Cappai autrici del libro Donne e grande guerra. Lingua e stile nei diari delle crocerossine. Il caso di Sita Camperio Meyer(Franco Angeli, 2018). Rita Fresu è anche docente di Storia della Lingua Italiana Università di Cagliari; Barbara Cappai è docente di materie letterarie Istituto secondario di primo grado; Anna Maria Isastia-docente di Storia Contemporanea Sapienza Università di Roma e esperta di storia delle donne; Michela Guerra-Responsabile U.O. Ortopedia-Hesperia Hospital Modena; Anna La Torre-Libera docente e formatrice scienze infermieristiche e referente storica della CNAI; Patrizia Balmas-docente di lettere e esperta di cinematografia. Nel corso della tavola rotonda saranno proiettate le immagini della mostra “Il ruolo delle donne durante la Grande Guerra” ideata e realizzata dalla professoressa Maria Canale.

Il CNDI Consiglio Nazionale Donne Italiane, fondato nel 1903 a Roma come ramo italiano dell’ I.C.W. International Council of Women (CIF- Conseil International des Femmes), è la più antica federazione di associazioni femminili e miste impegnate per il miglioramento della condizione sociale delle donne. Si ispira al rispetto di ogni idea politica e di ogni religione, ma osservando rigorosamente il principio della assoluta indipendenza dai partiti e dalle confessioni religiose. Opera anche attraverso i suoi Coordinamenti: Regione Lazio, Regione Lombardia e Regione Toscana.

Associazioni federate: ADEI- WIZO Associazione Donne Ebree d’Italia; AGI Associazione Giuriste Italiane; AIDDA Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda; AIDM Associazione Italiana Donne Medico; AMI Associazione Mazziniana Italiana; CNAI Confederazione Nazionale Associazioni Infermieri; CPD Centro Problemi Donne; FILDIS Federazione Italiana Laureate e Diplomate Istituti Superiori; Casa delle Donne Maltrattate; Fondazione Domus Nostra; International Women’s Club of Rome; Soroptimist International d’Italia; Telefono Donna; UFN Unione Femminile nazionale; YWCA-UCDG Unione Cristiana delle giovani; Zonta International: i Club Italiani.

L’evento è inserito nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

L’iniziativa è a cura di C.N.D.I. e Istituzione Sistema Biblioteche di Roma

 

  • Sabato 10 novembre 2018 dalle ore 10.00 alle ore 20.00

CONVEGNO E ASSEMBLEA a partire dal libro “Cultura popolare in Italia. Da Gramsci all’Unesco” di Fabio Dei (Il Mulino, 2018). Il volume di Fabio Dei ripercorre la storia degli studi antropologici

italiani dal dopoguerra ad oggi, a partire dall’influenza esercitata dal pensiero gramsciano sulle Osservazioni sul folclore pubblicate da De Martino nel 1950. Dal concetto di “folclore progressivo”, passando attraverso gli studi di Bosio, espressione di una storiografia marxista, Fabio Dei analizza il rapporto tra culture egemoniche e subalterne, che con Cirese diventano oggetto di disciplina accademica, fino ad interpretarne i nessi e le loro inevitabili tensioni come strumenti per comprendere ciò che si intende oggi per concetto di “popolo” e di “popolare”.

La mattinata è previsto il seminario congiunto tra le tre associazioni proponenti. Il pomeriggio è in programma l’assemblea annuale dei soci dell’AISO. Sono previsti, tra gli altri, interventi di Alessandro Portelli-Presidente Circolo Gianni Bosio, Bianca Pastori-antropologa, membro del direttivo AISO, Gabriella Gribaudi-storica, ex presidente AISO e Giovanni Continistorico, Consiglio direttivo AISO

Iniziativa a cura del Circolo Gianni Bosio in collaborazione con AISO (Associazione di Storia Orale) e Istituto de Martino di Sesto Fiorentino

 

  • Martedì 13 novembre 2018 alle ore 17.00

Presentazione del libro LA FAMIGLIA F. di Anna Foa (editori Laterza, 2018).

Una storia familiare e autobiografica piena di riferimenti storici che fa rivivere la passione di tanti momenti importanti della storia recente, attraverso le percezioni politiche, i libri che si leggevano e il modo in cui il mondo esterno veniva filtrato da quello familiare.

Introduce Aldo Pavia-ANED. Interviene Mario Avagliano-storico. E’ presente l’autrice. Coordinamento di Fabrizio De Sanctis-ANPI.

Iniziativa a cura di ANPI, ANED e Circolo Gianni Bosio

 

  • Mercoledì 14 novembre 2018 alle ore 17.00

Presentazione del libro DA COSTANTINO A STALIN. IL «COMPLESSO DEL POTERE ASSOLUTO» IN EUROPA di Mino Vianello (Rubbettino, 2017). Interviene l’autore, Giuseppe Di Leo-giornalista/Radio Radicale, Franco Ferrarotti-sociologo, Luigi Lombardi Satriani-antropologo, Alessandro Tessari-filosofo.

Incontro è trasmesso da Radio Radicale. Iniziativa a cura di FIAP

In corso fino al 22 novembre 2018 la mostra foto-documentaria L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA LIBIA. VIOLENZA E COLONIALISMO 1911-1943. Negli ultimi anni la Libia è stata quasi quotidianamente al centro dell’attenzione dei mezzi di comunicazione per i numerosi e violenti conflitti che hanno contraddistinto la sua storia recente. La mostra restituisce al visitatore la possibilità di conoscerne meglio la storia, approfondendo, in particolare, gli avvenimenti legati al periodo coloniale italiano, ancora poco noti. Le drammatiche vicende storiche di quegli anni sono narrate attraverso un percorso storico-didattico che si articola attraverso oltre duecento foto e decine di documenti provenienti dall’Archivio Nazionale di Tripoli e dai principali archivi nazionali.

L’esposizione- organizzata dall’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza (IRSIFAR) e dalla Fondazione MedA – Onlus, con il patrocinio dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri – è promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale – Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con l’Istituto Nazionale Ferruccio Parri e Zètema Progetto Cultura. È stata realizzata dallo storico Costantino Di Sante con il contributo del Centro per l’Archivio Nazionale di Tripoli e la consulenza di Salaheddin Sury, uno dei maggiori storici libici dell’età contemporanea.

CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) – 00165 Roma dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 20.00 – Sabato e Domenica chiuso Tel. 06/6876543 – 060608 Per saperne di più:

https://www.comune.roma.it/web/it/informazione-di-servizio.page?contentId=IDS178069 INGRESSO LIBERO Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia Orario di apertura per la consultazione: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00 sabato e domenica chiuso.

Testo da Ufficio Stampa Zètema – Progetto Cultura

Roma, via S. Francesco di Sales. L’insegna della Casa della Memoria e della Storia e sullo sfondo villa Lante al Gianicolo. Foto di LalupaCC BY-SA 3.0.