Il solco che suona: l'acquaforte in Età Barocca. Palazzo Braschi, mercoledì 22 e 29 aprile, mercoledì 6 maggio 2015

20 Aprile 2015
IL SOLCO CHE SUONA: L’ACQUAFORTE IN ETÀ BAROCCA
LEZIONI INCONTRO AL MUSEO DI ROMA – PALAZZO BRASCHI
nell’ambito della mostra “Feste barocche ‘per inciso’. Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento
mercoledì 22 e 29 aprile, mercoledì 6 maggio 2015 dalle 16:00 alle 19:00

Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694, Roma, Museo di Roma, inv GS 434
Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694,
Roma, Museo di Roma, inv GS 434

In occasione della mostra “Feste barocche ‘per inciso’. Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento” - ospitata al Museo di Roma  Palazzo Braschi dal 1 aprile al 26 luglio 2015 - docenti e studenti dell’ Accademia di Belle Arti di Roma incontrano il pubblico in lezioni e laboratori dimostrativi sul tema delle tecniche incisorie, con particolare riferimento all’epoca barocca.
Un’occasione rara che, prendendo spunto dalle opere grafiche in mostra, svelerà al visitatore i segreti dell’affascinante processo della stampa d’arte, con riferimenti storici ai grandi maestri di questa tecnica, da  Rembrandt a Piranesi  e con particolare attenzione al periodo barocco, oggetto della mostra allestita a Palazzo Braschi.
Leggere di più


El Dotor dei Mati - Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia

16 Aprile 2015

EL DOTOR DEI MATI

Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia

Giovedì 23 Aprile alle 18.00 all’interno della mostra “I volti dell’alienazione” di Roberto Sambonet, uno spettacolo a ingresso gratuito racconta la nascita della neurologia ospedaliera a Venezia sullo sfondo della rivoluzione di Franco Basaglia nel mondo della psichiatria

di e con Claudia Fontanari, regia di Sara Greco Valerio

Per l'occasione alle 17.30 i curatori saranno presenti per una visita guidata

Leggere di più


È tutta ’na commedia! - Mostra sul teatro dialettale a Roma

14 Aprile 2015
È tutta ’na commedia! - Il teatro dialettale a Roma
Copioni, locandine, foto di scena e video dalla raccolta di Renato Merlino, con una appendice sul giudaico - romanesco
image002
La mostra è l’occasione per riscoprire il teatro dialettale della capitale, le sue trasformazioni e inclusioni di idiomi e modi di dire che hanno nutrito uno dei dialetti più efficaci nella tradizione scenica italiana. La testimonianza di una cultura straordinaria, che rischia di scomparire, viene proposta grazie alla passione di Renato Merlino, attore che negli anni ha raccolto fotografie, locandine, copioni e oggetti legati a  questa tradizione.
Leggere di più


Mostra sulle ceramiche dell'America Centrale a New York

9 Aprile 2015
Si segnala la mostra "Cerámica de los Ancestros: Central America’s Past Revealed" che si terrà a New York dal 18 Aprile a Gennaio 2017, presso l'ala ovest del National Museum of the American Indian's George Gustav Heye Center.

Si segnala anche la pubblicazione online relativa (e gratuita), Revealing Ancestral Central America, edita da Rosemary A. Joyce.


Link: Smithsonian National Museum of the American IndianCerámica de los Ancestros; Archaeology News Network


Pasqua e Pasquetta al Maxxi, otto mostre e installazioni e un week-end di laboratori

3 Aprile 2015

PASQUA E PASQUETTA AL MAXXI, aperto domenica 5 e lunedì 6 aprile

28ce19569cc9db45b1d2721666807c9fa3c7c648

8 mostre e installazioni e un weekend di laboratori per ragazzi e famiglie
www.fondazionemaxxi.it | Ingresso €11,00, ridotto € 8,00
Arte, architettura, design, moda, storia, religioni e culture lontane.
E’ l’offerta del MAXXI che, con 8 mostre e installazioni, sarà aperto la domenica di Pasqua e , in via eccezionale, lunedì di Pasquetta (ore 11 – 19, ingresso € 11, ridotto € 8).
In corso le mostre BELLISSIMA. L’ITALIA DELL’ALTA MODA 1945-1968, che racconta attraverso abiti fantastici, gioielli, accessori, opere d’arte e fotografie una stagione di creatività straordinaria per il nostro Paese. Il confronto tra culture e religioni diverse è il tema della mostra HAUANG YONG PING. BATON SERPENT, mentre le architetture della Seconda Guerra Mondiale sono raccontate in ARCHITETTURA IN UNIFORME. Ancora una riflessione sulla nostra storia recente con le installazioni di Flavio Favelli GLI ANGELI DEGLI EROI e di Adrian Paci e Roland Sejko SUE PROPRIE MANI. E poi il focus su LINA BO BARDI, il progetto THE INDEPENDENT e  le icone romane realizzate in Alcantara interpretate da sette designer in LOCAL ICONS. GREETINGS FROM ROME.
33b8596b2fdf4517717d29b188744cf61a8a185d

Leggere di più


Feste Barocche a Palazzo Braschi - “Per inciso” Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento

31 Marzo 2015
FESTE BAROCCHE A PALAZZO BRASCHI - “Per inciso” Immagini della festa a Roma nelle stampe del Seicento
1 APRILE – 26 LUGLIO 2015 - MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI

Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694, Roma, Museo di Roma, inv GS 434
Dominique Barrière, Addobbo in piazza Navona per la Pasqua del 1650, acquaforte, mm 376x694,
Roma, Museo di Roma, inv GS 434

Una festa può ammaliare e stupire anche se priva di colore? Sì, se parliamo di feste orchestrate da abili registi e scenografi, architetti fantasiosi e pittori, musicisti e poeti, come accadeva nel Seicento a Roma. È la festa barocca, il gran teatro delle arti e della finzione, con apparati effimeri che simulano montagne e nascondono facciate di chiese e di palazzi; cortei che si snodano nelle pieghe della città antica e raccolgono consensi e applausi a scena aperta. Con canti e litanie, maschere in carrozza e cavalli berberi lanciati all’impazzata lungo il Corso, durante il Carnevale.
Leggere di più


Pannello devozionale ritrovato nel Tamigi in mostra

30 Marzo 2015
In mostra presso il Museum of London, dal 28 Marzo al 28 Settembre 2015, un pannello devozionale del quattordicesimo secolo, ritrovato nel fiume Tamigi, e ritraente processo ed esecuzione a Tommaso Plantageneto, secondo conte di Lancaster.
Link: MOLA Past Horizons


La vita è breve, l'arte è lunga: l'arte della guarigione a Bisanzio

30 Marzo 2015
Si segnala la mostra "Life Is Short, Art Long - The Art of Healing in Byzantium", presso il Pera Museum di Istanbul. La mostra parte dalla celebre aforisma di Ippocrate per esaminare le pratiche di guarigione dai tempi romani fino a quelli bizantini, ed è alle sue ultime settimane: durerà fino al 26 Aprile.

Link: Pera Museum; Archaeology News Network


Dall’Uomo di Altamura il DNA più antico per un Neanderthal

25 Marzo 2015

Dall’Uomo di Altamura il DNA più antico per un Neanderthal

Lo studio dell’evoluzione umana si arricchisce di nuovi elementi grazie alle ultime indagini nella grotta di Lamalunga.
L 'Uomo di Altamura è stato scoperto il 3 ottobre 1993 nella grotta di Lamalunga, nel territorio dell’Alta Murgia, in Puglia, da un gruppo di speleologi del CARS  (gruppo speleologico di Altamura) che portarono alla conoscenza della comunità scientifica, insieme ai ricercatori dell'Università di Bari e alla Soprintendenza Archeologia della Puglia, un autentico tesoro paleontologico. Si tratterebbe di un uomo preistorico che precipitò 150 mila anni fa in un pozzo naturale, dove morì di stenti. Le gocce di calcare negli anni lo hanno ricoperto e protetto fino ai giorni nostri.  I resti umani sono stati ritrovati alla fine di un'angusta galleria della grotta, nell'angolo di una piccola cavità situata tra il pavimento e la parete di fondo e costituita da una potente cortina stalattitica. Le parti dello scheletro sono distribuite su un'area allungata e ristretta e ricoperte da un rivestimento calcareo che spesso assume l'aspetto di formazioni coralliformi. Il cranio appare rovesciato e parzialmente inclinato a sinistra, dove è ben visibile buona parte della faccia, le orbite e parte del cranio neurale.

La prima edizione della mappa geologica di William Smith

24 Marzo 2015
William_Smith_(geologist)
Ritrovata una rara prima edizione della mappa geologica di Inghilterra e Galles (Agosto del 1815), opera dell'inglese William 'Strata' Smith, spesso definito il padre della geologia del Regno Unito. Il ritrovamento è stato effettuato negli archivi della Geological Society, ed è tempestivo in quanto quest'anno ricorrono i 200 anni dalla pubblicazione: la mappa sarà dunque parte di una mostra. La storia di Smith fu resa popolare dal libro 'The Map that changed the world', scritto da Simon Winchester.
Link: The Geological SocietyPhys.org; Past Horizons; Science Daily via AlphaGalileo
Il geologo inglese William Smith (1769-1839), ritratto opera del pittore francese Hugues Fourau (1803-1873), scanned form the Geoscientist v 18, n 11, da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Woudloper.