30 Novembre 2015
800px-Autumn_Red_peaches
Getta nuova luce sull’evoluzione del frutto, il fortunato ritrovamento di 8 endocarpi fossili di pesca (Prunus persica) di oltre due milioni e mezzo di anni fa (tardo Pliocene), effettuato in Cina presso Kunming, nella provincia cinese dello Yunnan.
Nonostante il tempo intercorso, il frutto pare quasi identico a quelli moderni, e per dimensioni sarebbe stato molto simile ai più piccoli esemplari attuali. Quelle pesche dello Yunnan potrebbero addirittura essere state mangiate da primati e ominidi locali. La selezione naturale sarebbe stata in moto però già prima di quella effettuata dagli agricoltori umani della preistoria: il moderno frutto sarebbe perciò il risultato delle due componenti.
Con endocarpo si indica la porzione interna dei frutti carnosi, quella che ricopre il seme.

Lo studio “Peaches Preceded Humans: Fossil Evidence from SW China”, di Tao Su, Peter Wilf, Yongjiang Huang, Shitao Zhang & Zhekun Zhou, è stato pubblicato su Nature – Scientific Reports.
 
Link: Nature – Scientific Reports; Penn State News; Live Science.
Foto da Wikipedia, dell’Agricultural Research Service (Jack Dykinga, USDA This image was released by the Agricultural Research Service, the research agency of the United States Department of Agriculture, with the ID K6084-1 (next)), Pubblico Dominio, caricata da Jaybear.