15 Dicembre 2015
Schimpanse_Zoo_Leipzig
Quando dialoghiamo, facciamo evidentemente a turno.  Gli intervalli tra una risposta e l’altra sono però sorprendentemente brevi: appena 200ms, da confrontarsi con i 600ms necessari per preparare la parola. Ciò implica una sostanziale sovrapposizione tra ascolto e comprensione da una parte e preparazione della risposta e produzione del linguaggio dall’altra.
Una caratteristica che, secondo la nuova ricerca che ha affrontato l’argomento, inizierebbe a svilupparsi già da neonati, e sarebbe derivata dai primati, in particolare dalle grandi scimmie (Hominidae). Questi utilizzerebbero un sistema di gesti a turni alternati e avrebbero un canale vocale, sebbene meno complesso del nostro.

Lo studio “Turn-taking in Human Communication – Origins and Implications for Language Processing”, di Stephen C. Levinson, è stato pubblicato su Trends in Cognitive Sciences.
Link: Trends in Cognitive Sciences; Max Planck Gesellschaft.
Scimpanzé comune dallo Zoo di Lipsia, foto di Thomas Lersch, da WikipediaCC BY 2.5, caricata da Tole de.