Giornata Regionale dei Musei di Calabria

Galleria Nazionale di Cosenza

Cosenza – Palazzo Arnone

Sabato 24 novembre 2018

La Galleria Nazionale di Cosenza aderisce alla prima Giornata Regionale dei Musei di Calabria, indetta dalla Regione Calabria, in programma sabato 24 novembre 2018, confermando l’ingresso gratuito e l’orario di apertura dalle ore 10:00 fino alle 18:00.


La Galleria Nazionale propone, per l’occasione, un percorso nel tempo, tra i magnifici tesori d’arte delle sue collezioni, alla scoperta della creatività espressa da artisti nati in Calabria. L’avvincente itinerario comprende i dipinti su tavola di Marco Cardisco e Pietro Negroni, che  documentano il Cinquecento, l’importante raccolta di tele di Mattia Preti e l’opera di Francesco Cozza a testimoniare il Seicento, le opere di Gaele Covelli e Umberto Boccioni che lambiscono il Novecento, i lavori di Mimmo Rotella, Cesare Berlingeri, Alfredo Pirri, Giulio Telarico che illustrano le più recenti ricerche artistiche.


Ad attendere i visitatori a Palazzo Arnone, monumentale edificio del Cinquecento che ospita il Museo, sarà, inoltre, l’iniziativa in corso,“Prospettiva Gold Cosenza”, un invito a riflettere sull’esperienza percettiva offerta dalla visuale sul centro storico della città, godibile da una finestra del Palazzo. La postazione, appositamente allestita, fornisce le informazioni generali sui principali monumenti e luoghi di cultura visibili da questa angolazione e mette a disposizione l’occorrente per descrivere le suggestioni del paesaggio, con uno schizzo o in poche righe; il Museo avrà cura di raccogliere i contributi individuali in un originale almanacco collettivo.

La Galleria Nazionale di Cosenza, diretta da Domenico Belcastro, è afferente al Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon.

——————————————————————————————————————–

Giornata Regionale dei Musei di Calabria

Galleria Nazionale di Cosenza

Cosenza – Palazzo Arnone

Sabato 24 novembre 2018

Polo Museale della Calabria

Direttore: Angela Acordon

Testo e immagini da Ufficio Stampa Zètema – Progetto Cultura