25 Novembre 2015
800px-Elephas-antiquus
Scoperto nel 2013, Marathousa 1 è uno dei più antichi siti archeologici in Grecia, risalendo al Paleolitico Inferiore. È situato presso l’antica Megalopolis, nella regione dell’Arcadia in Peloponneso. È anche il solo sito nei Balcani dove vi sono prove di macellazione di elefanti per l’epoca.
L’associazione di strumenti litici a resti dell’animale, che ne presentano pure i segni, fa ritenere che si tratti di un sito per la macellazione di elefanti. Per la precisione, si tratta dell’elefante dalle zanne dritte, Elephas antiquus, del quale si è ritrovato uno scheletro quasi completo. I resti conservatisi di molti altri animali (roditori, uccelli, rettili, anfibi, molluschi) e della vegetazione sono pure eccezionalmente preservati.
800px-2011_Dimos_Megalopolis
Marathousa 1 è collocata presso una miniera a cielo aperto di carbone, ma un tempo nell’area vi era una foresta decidua presso un lago. Il sito è datato in via preliminare tra i 300 e i 600 mila anni, al Pleistocene Medio.

Lo studio “Marathousa 1: a new Middle Pleistocene archaeological site from Greece”, di Eleni Panagopoulou, Vangelis Tourloukis, Nicholas Thompson, Athanassios Athanassiou, Georgia Tsartsidou, George E. Konidaris, Domenico Giusti, Panagiotis Karkanas & Katerina Harvati, è stato pubblicato su Antiquity – a review of world archaeology.
Link: Antiquity; Eberhard Karls Universität Tübingen
La municipalità di Megalopoli nel Peloponneso, da WikipediaCC BY 3.0, caricata da e di Pitichinaccio.
Ricostruzione di Elefante dalle zanne dritte (Elephas antiquus), da WikipediaCC BY 3.0, caricata da e di DFoidl.