Pompei cambia immagine e lo fa con un restyling al sito web. Dal 10 dicembre sarà infatti online con una nuova veste grafica, nuovi contenuti e tante immagini e video che renderanno la navigazione maggiormente interessante.

L’indirizzo sarà sempre www.pompeiisites.org, avrà la doppia versione italiano e inglese e la possibilità di usufruire delle informazioni di base in sette lingue (tedesco, francese, spagnolo, russo, portoghese, giapponese e cinese). Le informazioni e i testi non saranno relativi solamente al sito di Pompei, ma gli utenti potranno leggere anche su altri siti periferici vesuviani come la Reggia di Quisisiana, il Polverificio Borbonico, Villa Sora e Longola, oltre ai siti archeologici di Stabiae, Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale che rientrano nella competenza del Parco Archeologico di Pompei.

Novità in assoluto una mappa interattiva dell’are archeologica e a grande richiesta le informazioni in tempo reale sulle aperture di edifici e domus così da poter organizzare una visita sempre più completa e avere a disposizione maggiori informazioni da usare come guida una volta nella città antica.

Il sito, nell’ottica dell’ attenzione che il Parco archeologico sta riservando all’ accessibilità degli utenti di ogni categoria al patrimonio culturale di Pompei,  è in linea  da un punto di vista normativo con gli standard tecnici previsti dal Decreto Ministeriale 8 luglio 2005 e successive modifiche.

Una Pompei sempre più smart e accessibile a tutti anche con un semplice click.