25 Ottobre 2015
Ur-painting
L’Uro (Bos taurus primigenius) è un antico e grande bovino, che abitava l’Eurasia e il Nord Africa (attorno agli 11 mila anni fa). La sua popolazione già declinava in antichità: l’animale si estinse poi nel diciassettesimo secolo. È l’antenato dei moderni bovini: dalla domesticazione degli uri sorsero due gruppi, il Bos taurus e il Bos indicus.
Il sequenziamento del genoma negli antichi uri selvatici ha ora dimostrato un’origine più complessa dei moderni bovini. Era già noto che i moderni Bos taurus europei derivassero dalle popolazioni di uri dell’Asia occidentale. Ora si sono scoperte prove dell’accoppiamento dei primi bovini addomesticati con gli uri selvatici in Britannia e Irlanda, in misura maggiore rispetto agli altri esemplari europei. Potrebbe perciò essere avvenuto che gli allevatori dell’area abbiano incrementato le loro mandrie grazie agli uri.
La ricerca ha preso in esame i genomi di 81 Bos taurus e Bos indicus addomesticati, oltre alle informazioni derivanti da oltre 1200 moderne vacche.

Lo studio “Genome sequencing of the extinct Eurasian wild aurochs, Bos primigenius, illuminates the phylogeography and evolution of cattle”, di Stephen D E Park, David A. Magee, Paul A. McGettigan, Matthew D. Teasdale, Ceiridwen J. Edwards, Amanda J. Lohan, Alison Murphy, Martin Braud, Mark T. Donoghue, Yuan Liu, Andrew T. Chamberlain, Kévin Rue-Albrecht, Steven Schroeder, Charles Spillane, Shuaishuai Tai, Daniel G. Bradley, Tad S. Sonstegard, Brendan J. Loftus e David E. MacHugh, è stato pubblicato su Genome Biology.
Link: Genome Biology; Eurekalert via BioMed Central
Uro (Bos taurus primigenius), copia di Charles Hamilton Smith da un dipinto forse del sedicesimo secolo (http://animalpicturesarchive.com/ArchOLD-6/1188058432.jpg), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da FunkMonk.