Il Metropolitan Museo of Art di New York restituirà al Governo Egiziano il sarcofago di Nedjemankh, sommo sacerdote del dio Hershef di Eracleopoli, vissuto nel primo secolo a. C., in epoca tolemaica.

Hershef, dio dalle corna di ariete di Eracleopoli. Da p. 58 del libro E. A. Wallis Budge. The Gods of the Egyptians, volume 2 (1904).

La restituzione è avvenuta in conseguenza delle indagini compiute dal Procuratore distrettuale di Manhattan, rispetto alle quali il museo americano ha sottolineato la sua piena cooperazione, e che hanno fatto emergere come il sarcofago sia stato effettivamente trafugato dall’Egitto nel 2011, durante la rivoluzione.

Si tratta di una scelta non da poco per il museo americano, visto che il sarcofago era al centro della mostra Nedjemankh and His Gilded Coffin, che è stata perciò cancellata con tutti gli eventi ad essa correlati. La mostra, che comprendeva 70 opere del Metropolitan, era stata inaugurata nel luglio del 2018 e aveva attirato ben 448.096 visitatori.

Il sarcofago dorato era stato acquisito nel luglio del 2017, e già allora i più alti esponenti del Metropolitan ne sottolinearono le caratteristiche straordinarie, come la superficie riccamente decorata con scene e testi, che avrebbero guidato Nedjemankh nel suo viaggio nell’aldilà.

Nel caso in questione, a trarre in inganno il museo sarebbe stata la documentazione fornita per l’opera d’arte, che si sarebbe rivelata falsa. Il Metropolitan sta ora prendendo in considerazione l’ipotesi di rivalersi del prezzo pagato per l’acquisizione, una cifra di quasi quattro milioni di dollari. Il museo americano – nella persona del Presidente e CEO, Daniel Weiss – ha anche offerto le sue scuse al Ministro delle Antichità Egiziane, il dottor Khaled El-Enany, e al popolo egiziano, oltre al suo apprezzamento a tutto l’ufficio del Procuratore Distrettuale, Cyrus Vance, Jr. L’evento avrà anche altre conseguenze: il Metropolitan rivedrà i suoi processi di acquisizione per il futuro.

sarcofago di Nedjemankh
Il sarcofago di Nedjemankh, sacerdote di Hershef, foto del Metropolitan Museum of ArtCC0

Link: The Metropolitan Museum of Art, Djed Medu, The New York Times, The Art Newspaper.