11 Dicembre 2014

Museo Pigorini. Sulle tracce dei ghiacciai, 13 dicembre, alle 16,00 inaugurazione mostra

In Alaska ghiacciai ridotti di 15 km in 100 anni? Una perdita di 3450 km3 di acqua? Una mostra al Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini” di Roma racconta l’impressionante ritiro:
Sulle Tracce dei Ghiacciai
Alaska – Caucaso – Karakorum
Le gigantesche riduzioni dei ghiacciai più importanti del Pianeta esposte nella Capitale nell’ambito del Festival Memorandum. Il progetto “Sulle tracce dei ghiacciai” ideato dal fotografo Fabiano Ventura presenta il confronto tra immagini storiche e moderne realizzate in Alaska, Caucaso e Karakorum. Un risultato che lascerà il pubblico a bocca aperta. E per vivere in prima persona l’emozione di camminare nel tempo, una video installazione interattiva appositamente realizzata.
Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”
14 dicembre 2014 – 25 febbraio 2015
Inaugurazione sabato 13 dicembre ore 16.00
L’impressionante disgregazione della calotta di Glacier Bay, in Alaska, ha comportato una perdita di volume di 3450 km3 che equivale a un innalzamento degli oceani dell’intero Pianeta di 1 cm. La notizia è frutto di una recente stima realizzata dal ricercatore Roman Motyka dell’UFA (University Fairbanks Alaska).
Negli ultimi anni la maggior parte delle distese di ghiaccio dell’Alaska, che ospita il maggior numero di ghiacciai montani del Pianeta con una superficie di 89901 km2, pari a circa 35 volte quella dei ghiacciai alpini, hanno perso tanto volume da attrarre l’attenzione di Science che ha pubblicato uno studio che vede in questa riduzione una delle principali cause dell’innalzamento del livello degli oceani.
Il Johns Hopkins e il Gran Pacific Glacier, i due ghiacciai più importanti della regione, tanto per fare un esempio, sono arretrati di circa 15 chilometri in poco più di 100 anni, mentre il ghiacciaio Read è arretrato di circa 3,5 chilometri.
Questi sono solo alcuni dei risultati prodotti dalla spedizione in Alaska del progetto “Sulle tracce dei ghiacciai” che, ancora una volta, porta a casa, dopo il Karakorum e il Caucaso, il terzo, entusiasmante bottino: 28 confronti fotografici, 6 panoramiche, georeferenziazione di tutte le immagini, un documentario di 52 minuti.
Tutto questo materiale sommato alle immagini delle due precedenti spedizioni, arriva nella capitale con una mostra che inaugurerà il prossimo 13 dicembre al Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”, nell’ambito di Memorandum, il festival di fotografia storica.

Come da MIBACT, Redattore Gianfranco Calandra