28 Maggio 2015
Africa_satellite_orthographic
Anche se l’origine africana dei nostri progenitori è un fatto assodato, meno chiaro è invece il percorso intrapreso delle migrazioni che portarono fuori dal continente. Due strade sono state proposte: una settentrionale, attraverso l’Egitto e il Sinai; l’altra meridionale, attraverso l’Etiopia e lo stretto di Bab el Mandeb verso l’Arabia. Le teorie finora proposte son state formulate sulla base di analisi di carattere geografico, paleoclimatico, archeologico e genetico.
Un nuovo studio ha affrontato la spinosa questione esaminando materiale genetico che ha indicato nell’Egitto l’ingresso più probabile per l’esodo verso il resto del mondo. Si sono prese in considerazione le informazioni genetiche da sei diverse popolazioni dell’Africa Nord Orientale, per investigare questo avvenimento fondamentale della storia umana che avvenne 60 mila anni fa circa. Il genoma delle popolazioni fuori dall’Africa si distinse poi da quelli Egiziani più di recente che da quelli Etiopi (55 mila e 65 mila anni fa rispettivamente, mentre per gli Africani dell’Occidente si stimano 75 mila anni fa). Lo studio ha anche fornito un catalogo della diversità genomica delle popolazioni Etiopi e Africane.
Rimangono però altri dubbi: ad esempio, vi furono altre migrazioni che non hanno lasciato traccia nel genoma di oggi?

Lo studio “Tracing the route of modern humans out of Africa using 225 human genome sequences from Ethiopians and Egyptians”, di Luca Pagani, Stephan Schiffels, Deepti Gurdasani, Petr Danecek, Aylwyn Scally, Yuan Chen, Yali Xue, Marc Haber, Rosemary Ekong, Tamiru Oljira, Ephrem Mekonnen, Donata Luiselli, Neil Bradman, Endashaw Bekele, Pierre Zalloua, Richard Durbin, Toomas Kivisild, Chris Tyler-Smith, è stato pubblicato sull’American Journal of Human Genetics.
Link: American Journal of Human GeneticsEurekalert via Cell Press; Eurekalert via Wellcome Trust Sanger InstituteScience Daily; Phys.org; IFL Science; Past Horizons
Immagine satellitare dell’Africa, opera della NASA, da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Anomie.