Enrico Benaglia Vuoi giocare con me? Casina di Raffaello Roma

Mostra “Vuoi giocare con me?” con opere di Enrico Benaglia alla Casina di Raffaello

Alla Casina di Raffaello la mostra

“Vuoi giocare con me?” con opere di Enrico Benaglia

Esposti oli, collages e sculture in bronzo del maestro che ha fatto

dell’iconografia legata al mondo del fantastico, la cifra stilistica della sua arte

 

Da oggi, 13 aprile, al 2 giugno 2019

Inaugurazione: oggi, sabato 13 aprile alle ore 15.30

 

Enrico Benaglia Vuoi giocare con me? Casina di Raffaello Roma
Benaglia, Concorso ippico, 2006, olio su tela

Roma, 12 aprile 2019 – La Casina di Raffaello in Villa Borghese, lo Spazio Arte e Creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura ospiterà dal 13 aprile al 2 giugno 2019 la mostra “Vuoi giocare con me?” opere del maestro Enrico Benaglia che presenta oli, collages e sculture in bronzo realizzati dal noto artista romano che ha fatto dell’iconografia legata al mondo del fantastico, la cifra stilistica della sua arte.

L’esposizione che vede la Direzione artistica di Francesco Zero e la cura di Serena Borghesani, è organizzata in collaborazione con il Museo Demoantropologico del Giocattolo di Zagarolo, che per l’occasione esporrà alcuni giocattoli della sua preziosa collezione.

La mostra si plasma nelle sale della Casina di Raffaello tra oli, collages e sculture in bronzo dal sapore accattivante per grandi e piccini, senza preferenza di sorta, perché ancora una volta Benaglia racconta per tutti la storia e la cultura dell’uomo nel mondo.

 

Le più influenti sedi private e le più note Istituzioni pubbliche hanno ospitato e riconosciuto la poetica e il messaggio universale del Maestro Benaglia, al di là di qualunque moda o corrente commerciale del momento. L’arte per l’arte guida da sempre Benaglia che parla di ambienti inattesi, capaci di correggere ogni contesto difficile a favore della libera scelta.

Disperdere il senso di angoscia è la missione del suo lavoro che affronta ogni timore liberando l’uomo dalla schiavitù del pensiero che a volte sembra già scritto.

Una storia fantastica, fatta di particolari e di rivelazioni viene raccontata dal Maestro attraverso i suoi personaggi e le immagini giocose; messaggi colmi di ispirazioni oniriche, di giardini colorati, di angeli, di bolle di sapone, di giocattoli colorati, di bimbi che si rincorrono felici e di grandi che restano a bocca aperta davanti a quei ricordi personali e tanto intimi.

In occasione dell’inaugurazione, sabato 13 aprile verranno realizzati laboratori tematici (alle ore 16.00 e alle 17.00) per bambini e ragazzi (dai 3 ai 14 anni) ad accesso gratuito fino ad un massimo di 25 posti con prenotazione obbligatoria allo 060608. Il materiale promozionale e i laboratori dell’inaugurazione della mostra sono offerti dall’artista con il contributo di QOODER.

Durante il periodo espositivo verranno organizzati incontri con l’artista nei giorni 4-5, 11-12, 18-19 maggio e 1-2 giugno.

Leggere di più


Casina di Raffaello, programma dei laboratori per bambini e ragazzi

Dopo il periodo di chiusura per manutenzione ordinaria, alla Casina di Raffaello di Villa Borghese riprendono regolarmente tutte le attività. Nei primi giorni di riapertura, da sabato 9 a domenica 17 marzo, lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestito in collaborazione con Zetema Progetto Cultura, proporrà quattro tipologie di laboratori dedicati a bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni.

I bambini potranno scoprire la poetica nonsense del dadaismo attraverso la tecnica del collage, impareranno a realizzare una bomba di semi e si metteranno alla prova nella rappresentazione di sé a figura intera, scoprendo le mille sfumature del colore della pelle di ciascuno di noi. Potranno inoltre creare un vero e proprio timbro usando una gomma speciale e divertirsi a dare vita a pattern e composizioni fantasiose con tempere colorate e carta.

Ph Matteo Canestraro_Casina Raffaello_

Dada collage
Mercoledì alle 16.30; sabato e domenica alle 10.30
Dada non significa nulla”, come scrisse Tristan Tzara sul Manifesto del movimento artistico nel 1918. Durante il laboratorio, i bambini liberano immagini da riviste, giornali e depliants e creano nuove composizioni imprevedibili e nonsense tramite la tecnica del collage, con l’aggiunta di colori, carta e altri materiali.

 Che sagoma!
Martedì alle 16.30; sabato e domenica alle 15.00
C’è chi è più alto e chi è più basso, chi ha i capelli cortissimi e castani e chi tutti ricci e biondissimi, qualcuno ha la pelle rosa e qualcuno marrone…per imparare a conoscerci dobbiamo sapere anche come siamo fatti! Ogni bambino rappresenta il proprio autoritratto a grandezza naturale su una sagoma disegnata intorno a lui e con le tempere crea il giusto colore per dipingere la propria pelle.

 Una bomba di semi
Venerdì alle 16.30; sabato e domenica alle 12.00 e alle 17.00
Un laboratorio per giardinieri in erba, per portare a casa un pezzetto di primavera durante i mesi invernali: con un mix di ingredienti semplici e naturali, i bambini impastano una bomba di semi, che esploderà seguendo i ritmi lenti della natura, creando un nuovo angolo verde.

 Il mio timbro
Giovedì alle 16.30; sabato e domenica alle 11.30 e alle 16.00
Con una gomma speciale, forbici e punteruoli, ogni bambino crea il proprio timbro, da usare insieme a tanti altri per realizzare una composizione fantasiosa e colorata.


Mickey Mouse Topolino Walt Disney

Topolino compie 90 anni! Un'anteprima della grande mostra in arrivo

Topolino compie 90 anni!

Dal 6 novembre la Casa del Cinema celebra il compleanno con un’anteprima della grande mostra che si terrà a Desenzano del Garda dal 10 novembre 2018 al 10 febbraio 2019

Roma, 2 novembre 2018 – Da martedì 6 novembre la Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma presenta Mickey 90 – L’Arte di un Sogno: Topolino e il cinema, un affascinante e ricco percorso narrativo che, attraverso ingrandimenti, foto, manifesti e immagini dei pezzi più prestigiosi esposti a Desenzano del Garda mostrerà al pubblico la carriera cinematografica di Topolino, dal suo debutto ad oggi e alcuni momenti fondamentali del suo rapporto con il grande cinema, comprese le  incarnazioni fumettistiche pubblicate in albi Panini Comics come “Topolino e Minnie in: Casablanca”, “La strada” e “Metopolis”.

 Il percorso, curato dall’esperto Disney Federico Fiecconi, visitabile a ingresso libero fino al 7 dicembre,rappresenta un’anteprima della grande mostra Mickey 90 - L’Arte di un Sogno allestita, con le opere originali, nelle sale del castello di Desenzano Del Garda da sabato 10 novembre 2018 a domenica 10 febbraio 2019 e inserita ufficialmente nelle iniziative che The Walt Disney Company Italia sta organizzando per celebrare i 90 anni di Topolino.

 Era il 18 novembre 1928 quando Walt Disney presentò per la prima volta al pubblico del Colony Theater di New York la sua creazione più celebre, il personaggio destinato a renderlo famoso in tutto il mondo e a diventare un’icona intramontabile, l’eroe amato da generazioni di grandi e piccini: Mickey Mouse, per noi Topolino. Fin dal debutto nel cortometraggio animato “Steamboat Willie”, appena 7 minuti, uno dei primi cartoon con sonoro sincronizzato della storia, il Topolino fischiettante “doppiato” da Disney in persona conquistò subito pubblico e critica, passando presto dal cinema animato ai fumetti, fino a diventare simbolo della The Walt Disney Company e incarnazione del sogno fantastico in cui lo stesso Walt si identificò per tutta la vita.

Novant’anni dopo, Topolino è ancora l’icona più nota e amata in tutto il mondo: a lui e alla sua strepitosa “carriera artistica” è dedicato questo affascinante percorso attraverso 14 riproduzioni di rari e preziosi materiali originali che ripercorrono tutte le sue performance da star: dai cortometraggi comici degli Anni d’Oro di Hollywood, al mitico “Fantasia”, fino agli omaggi a fumetti a capolavori della Settima arte come “La strada” di Federico Fellini.

Il weekend del 10 e 11 novembre dalle 10.00 alle 13.00 sarà interamente dedicato alle celebrazioni del compleanno di Topolino con una ricca programmazione di cortometraggi alla Casa del Cinema presentati dal curatore, l’esperto di cartoon classici Andrea Ippoliti. Tra i titoli Plane crazy (1928), The mad doctor (1932),Mickey’s service station (1935), The band concert (1935), Mickey’s fire brigade (1935), Thru the mirror (1936),Moose hunters (1937), Lonesome ghosts (1937), Brave little tailor (1938), The pointer (1939), Symphony hour(1940), Mickey’s birthday party (1942), Runaway brain (1995).

Domenica 18 novembre, invece, nell’adiacente Casina di Raffaello in programma un’iniziativa speciale dedicata ai più piccoli. Lo spazio arte e creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidalegestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura vedrà infatti l’intervento dell’artista Disney Marco Gervasio il quale terrà un’attività didattica dal titolo Laboratorio Topolino: lezioni di disegno su come nasce un fumetto e come si disegnano Topolino e gli altri personaggi Disney. Il laboratorio gratuito per i bambini dai 6 agli 11 anni si realizzerà nelle fasce orarie dalle 15 alle 16 e dalle 16 alle 17 (Info e prenotazioni allo 060608). 

Leggere di più


Roma: laboratori e mostra "Il Gioco dell'Oca" alla Casina di Raffaello

Alla Casina di Raffaello la mostra

“Il Gioco dell’Oca. Storia e significato di un gioco senza tempo”

Riproduzioni di tavole antiche, giochi e pannelli didattici, per indagare le origini e il significato di un passatempo oggi celebre in tutto il mondo, ma nato proprio in Italia alla fine del XVI secolo

 

Dal 6 ottobre al 30 dicembre 2018

Roma, 1 ottobre 2018 - Dietro uno dei giochi più tradizionali di sempre, considerato oggi un semplice passatempo per bambini, si nascondono in realtà una storia centenaria e significati simbolici senza tempo. Il Gioco dell’Oca, il più classico dei giochi di percorso, è il protagonista della nuova mostra ospitata dal 6 ottobre al 30 dicembre 2018 alla Casina di Raffaello, Spazio Arte e Creatività di Roma Capitale, Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestito in collaborazione con Zétema Progetto Cultura.

L’esposizione “Il Gioco dell’Oca. Storia e significato di un gioco senza tempo”, organizzata da Le Macchine Celibi soc. coop., intende indagare le origini e il significato di un passatempo oggi celebre in tutto il mondo, ma nato proprio in Italia alla fine del XVI secolo. Avvalendosi della collaborazione scientifica della storica dell’arte Patrizia Giamminuti, che nel 2016, con una ricerca sul tema, ha vinto il Premio Gaetano Cozzi per saggi di storia del gioco (Fondazione Benetton Studi Ricerche), viene proposto un percorso che, attraverso l’esposizione di riproduzioni di tavole antiche, conservate nelle collezioni di alcuni tra i più celebri musei del mondo, come il British Museum di Londra, ma anche attraverso giochi e pannelli didattici, illustra la storia e il significato del Gioco dell’Oca, a partire dalle testimonianze più antiche e dal significato simbolico dell’oca. Tra gli oggetti in mostra, ci sarà anche un libro interamente dedicato a questo passatempo, grazie alla collaborazione di Casina di Raffaello con l’Istituzione Biblioteche di Roma, in particolare con la Biblioteca Centrale Ragazzi.

Una sezione della mostra è poi dedicata alle reinterpretazioni contemporanee, che continuano a rispettare lo schema e le regole principali del gioco tradizionale, con alcune varianti, come nel caso de Il gioco del volo dell’oca dell’artista Maria Lai, diventato anche un’installazione permanente presso il Museo dell’Olio della Sabina, o del Gioco dell’Oca creato da Studiolabo e illustrato da Stefano Marra, oggetto-icona della comunicazione dell’edizione 2017 del Brera Design District di Milano e ispirato all’insegnamento di Bruno Munari: “Progettare è un gioco, giocare un progetto”.

Completano il percorso espositivo alcune tavole selezionate, disegnate e colorate a mano, e un gioco in scatola progettati e realizzati dall’architetto Stefano Ferrante, grande appassionato di giochi dell’oca, che per l’occasione metterà a disposizione dei bambini che parteciperanno ai laboratori un tabellone originale, da lui disegnato.

La mostra sarà infatti accompagnata dal laboratorio Gioca con l’Oca, destinato agli studenti della Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado e al pubblico di Casina di Raffaello, durante il quale i bambini potranno realizzare un tabellone personalizzato completo di pedine e dadi.

Leggere di più


Roma: le festività pasquali nelle ludoteche comunali

LE FESTIVITÀ PASQUALI NELLE LUDOTECHE COMUNALI

Info e prenotazioni allo 060608 (dalle 9.00 alle 19.00)

TECHNOTOWN

www.technotown.it

 

CASINA DI RAFFAELLO

www.casinadiraffaello.it

 

Trascorrere le festività pasquali nella ludoteca scientifica di Technotown sarà un’esperienza unica. Nel giorno di Pasqua e durante l’apertura straordinaria del lunedì di Pasquetta saranno a disposizione dei visitatori, grandi e piccoli, numerose attività didattiche: dalla fotografia con Impronte di luce, agli Effetti speciali, passando per la creazione musicale con il laboratorioVedere la musica, l’arte della robotica con Missioni Robotiche e Spazio Creatività Lego fino ad arrivare alla conoscenza della biodiversità con il laboratorio Biodetective

 

  Casina di Raffaello vi attende nei giorni di festa con le consuete attività didattiche per i bambini fino ai 14 anni. Durante il giorno di Pasqua e, eccezionalmente, nel giorno di Pasquetta sarà possibile frequentare i laboratori d’ispirazione munariana e si potranno apprendere i metodi dipreparazione di un erbario. Nelle sale del primo piano sarà visitabile la mostraPLASTICA & VINILE. Giochi e Giocattoli degli anni ’70/’80. L’esposizione, realizzata in collaborazione con il museo Demoantropologico del Giocattolo di Zagarolo, racconta l’Italia degli anni ’70 e ’80 attraverso i giochi e i vinili più rappresentativi di quelle epoche (fino al 6 maggio 2018).

 

 

 Testo e immagine da Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura


Roma: la Casina di Raffaello festeggia 12 anni con la mostra "Plastica & Vinile. Giochi e Giocattoli degli anni ’70/’80"

Casina di Raffaello

festeggia 12 anni con la mostra

PLASTICA & VINILE. Giochi e Giocattoli degli anni ’70/’80

In occasione dell’inaugurazione sabato 10 e domenica 11 marzo verranno realizzati laboratori tematici ad accesso libero

Roma, 6 marzo 2018 – È tutto pronto alla Casina di Raffaello di Villa Borghese. Saranno presenti anche i Robot, le Barbie e i Playmobil alla grande festa dedicata ai primi 12 anni della ludoteca dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

L’appuntamento è fissato per sabato 10 marzo alle ore 11.30 giorno in cui l’Assessore Laura Baldassarre e la presidente di Zètema Progetto Cultura, Francesca Jacobone, daranno il via alle celebrazioni insieme ai piccoli e grandi ospiti della ludoteca.

Bimbi, genitori e nonni troveranno ad accoglierli la nuova mostra PLASTICA & VINILE. Giochi e Giocattoli degli anni ’70/’80; una esposizione, organizzata in collaborazione con il Museo Demoantropologico del Giocattolo di Zagarolo, che racconterà l’Italia del boom economico fino agli anni ’80 attraverso i giochi e i vinili più rappresentativi di quelle epoche e rimarrà aperta fino al 6 maggio 2018.

Sarà l’occasione per divertirsi insieme e permettere ai più grandi di far conoscere i loro svaghi ai propri figli. Un salto temporale che, partendo dal crescente benessere degli anni ’60, porterà direttamente alla scoperta del decennio successivo e delle sue fasi determinanti: l’arrivo in Italia dei Robot di Go Nagai, i Playmobil, le nuove versioni della Barbie Malibu, i ricchi giochi da tavolo ed altri centinaia di giocattoli coloratissimi che, insieme a quelli della produzione nazionale, allietarono l’infanzia di intere generazioni. Un viaggio che si concluderà con i primi giochi elettronici degli anni ’80, una raccolta di vinili con la migliore musica anni ’70/‘80 e la rappresentazione delle attività che si svolgevano all’aria aperta: la campana, l’elastico, i tamburelli o il going.

Per la speciale occasione lo “Spazio Arte e Creatività” della Casina di Raffaello proporrà offerte didattiche ed eventi che andranno avanti per l’intero fine settimana. Sabato 10 e domenica 11 sarà possibile partecipare gratuitamente ai laboratori tematici per bambini e ragazzi durante i quali si realizzeranno delle trottole con materiali di riciclo (accesso libero sul posto fino ad esaurimento posti) mentre domenica 11 marzo a partire dalle ore 16.30 il Mago Paolo Abozzi, noto in tv con l’appellativo di “moderno alchimista”, intratterrà il pubblico presso la Sala Teatro con il suo spettacolo di bolle di sapone.

Leggere di più


Roma: bentornata Casina di Raffaello!

Bentornata Casina di Raffaello!

Dal 1 febbraio riapre la ludoteca di Villa Borghese

con un’offerta ricca e rinnovata per le scuole e il pubblico:

in arrivo tanti laboratori e incontri creativi per i più piccini

per imparare attraverso il gioco

Laboratori, letture, presentazioni di libri, mostre temporanee, centri estivi, corsi di formazione, rassegne sull’editoria per l’infanzia e tanto altro: con tante novità nell’offerta educativa dedicata a scuole e pubblico e un suggestivo restyling nell’allestimento degli spazi, riaprirà giovedì 1 febbraio 2018 Casina di Raffaello - la ludoteca di Villa Borghese ospitata nel bellissimo edificio del ‘500 chiamato in origine “Palazzina dell’Alboreto dei Gelsi” che l’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura dedica ai bambini dai 3 ai 14 anni.

Leggere di più


Roma: la Tribù dei lettori a Casina di Raffaello

LA TRIBÙ DEI LETTORI - A CASINA DI RAFFAELLO
Anche Casina di Raffaello partecipa alla sesta edizione della Festa dedicata alla lettura con i ragazzi
Tante mostre e laboratori per imparare a divertirsi... insieme ai libri
DAL 29 MAGGIO AL 27 GIUGNO 2015
image002 (3)
Torna a Roma la sesta edizione della TRIBU DEI LETTORI, la festa dedicata alla lettura con i ragazzi e appuntamento ormai abituale per le famiglie che vogliono dedicare tempo libero a libri e letture all’aria aperta - organizzata dall’A.C. PlayTown Roma.
Anche quest’anno aderisce all’iniziativa Casina di Raffaello, la ludoteca che l’Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione, in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, dedica ai bambini dai 3 ai 10 anni.
Leggere di più