Prorogato il termine di scadenza per "PoloPositivo - Immagini per la Calabria"

Concorso per giovani artisti [ fotografia e video art ] under 40

POLO+

POLO POSITIVO | IMMAGINI X LA CALABRIA

iscrizioni prorogate al 10 settembre 2017

Prorogato il termine di scadenza per partecipare a Polopositivo, il progetto coordinato scientificamente da Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria, e da Nella Mari, storico d’arte, e a cura di Melissa Acquesta e di Gemma-Anais Principe con il supporto tecnico e logistico di Stefania Malerba e Marco Toscano.

Il progetto Polopositivo, finanziato dalla Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT - Piano per l’arte contemporanea -, si configura come un concorso rivolto a giovani artisti, di età compresa tra i 21 e i 40 anni, italiani e stranieri operanti in Italia, invitati a realizzare scatti fotografici o contributi video che traggano ispirazione dalla frequentazione, osservazione, fascinazione, lettura critica e interpretazione dei luoghi del Polo museale della Calabria.

Le opere, da far pervenire in formato digitale, saranno giudicate da una commissione nazionale di critici, docenti universitari e specialisti del settore, che premieranno due opere per ciascuna sezione.

Ai vincitori delle due sezioni - fotografia e video art – sarà assegnato un premio pari ad euro 2.000,00.

Le quattro opere vincitrici, acquisite dallo Stato, diventeranno testimonial sul territorio nazionale ed internazionale dei beni culturali calabresi con l’obiettivo di favorirne la divulgazione, la riscoperta e conoscenza.


L’intento è quello di indirizzare la ricerca artistica dei partecipanti ad una rilettura del patrimonio artistico calabrese, con l’obiettivo di incrementare le collezioni della Galleria Nazionale di Cosenza e delle altre sedi espositive del Polo museale regionale, tenendo conto dell’interazione tra l’opera proposta e le raccolte preesistenti.

Partendo dalla proprietà del polo positivo di attrarre elettroni, generando un flusso di corrente, il Polo Museale della Calabria intende proporsi come un vero e proprio circuito elettrico: vivo, vitale, capace di promuovere cultura e di irradiare di nuove energie il territorio e il suo patrimonio.

Allo stesso tempo, i poli magnetici si associano a una forza che può essere tanto attrattiva quanto repulsiva, restituendo in maniera positiva quanto di negativo attraggono ed è questo ruolo che il Polo aspira a rivestire, catalizzando e potenziando le energie artistiche, i luoghi e gli istituti culturali del territorio.

Il bando è pubblico ed è consultabile sul sito internet http://polocalabria-projects.beniculturali.it

Leggere di più


Concorso per giovani artisti: Polo Positivo - Immagini per la Calabria

Concorso per giovani artisti [ fotografia e video art ] under 40

POLO+

POLO POSITIVO | IMMAGINI X LA CALABRIA

iscrizioni fino al 26 agosto 2017

Il progetto Polopositivo, finanziato dalla Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT - Piano per l’arte contemporanea -, si configura come un concorso rivolto a giovani artisti, di età compresa tra i 21 e i 40 anni, italiani e stranieri operanti in Italia, invitati a realizzare scatti fotografici o contributi video che traggano ispirazione dalla frequentazione, osservazione, fascinazione, lettura critica e interpretazione dei luoghi del Polo museale della Calabria.
L’intento è quello di indirizzare la ricerca artistica dei partecipanti ad una rilettura del patrimonio artistico calabrese, con l’obiettivo di incrementare le collezioni della Galleria Nazionale di Cosenza e delle altre sedi espositive del Polo museale regionale, tenendo conto dell’interazione tra l’opera proposta e le raccolte preesistenti.

Partendo dalla proprietà del polo positivo di attrarre elettroni, generando un flusso di corrente, il Polo museale della Calabria intende proporsi come un vero e proprio circuito elettrico: vivo, vitale, capace di promuovere cultura e di irradiare di nuove energie il territorio e il suo patrimonio.

Allo stesso tempo, i poli magnetici si associano a una forza che può essere tanto attrattiva quanto repulsiva, restituendo in maniera positiva quanto di negativo attraggono ed è questo ruolo che il Polo aspira a rivestire, catalizzando e potenziando le energie artistiche, i luoghi e gli istituti culturali del territorio.

Le opere, da far pervenire in formato digitale, saranno giudicate da una commissione nazionale di critici, docenti universitari e specialisti del settore, che premieranno due opere per ciascuna sezione.

Ai vincitori delle due sezioni - fotografia e video art – sarà assegnato un premio pari ad euro 2.000,00.

Le quattro opere vincitrici, acquisite dallo Stato, diventeranno testimonial sul territorio nazionale ed internazionale dei beni culturali calabresi con l’obiettivo di favorirne la divulgazione, la riscoperta e conoscenza.

Il progetto, coordinato scientificamente da Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria, e da Nella Mari, storico d’arte, è a cura di Melissa Acquesta e di Gemma-Anais Principe, con il supporto tecnico e logistico di Stefania Malerba e Marco Toscano.

Il termine ultimo per partecipare al concorso è il 26 agosto 2017; il bando è pubblico ed è consultabile sul sito internet http://polocalabria-projects.beniculturali.it

Leggere di più


Un’opera per la collezione d’arte Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

ARTE IN BIBLIOTECA
Un’opera per la collezione d’arte della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

800px-Biblioteca_nazionale_centrale_di_Roma

Il 25 febbraio scorso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma ha aperto al pubblico «La grande Biblioteca d’Italia». Bibliotecari, architetti e artisti all’opera: 1975-2015, un nuovo spazio espositivo permanente, a cura del Direttore Andrea De Pasquale, nato per celebrare i quarant’anni da quella storica riapertura e i cinquant’anni dall’inizio dei lavori di costruzione della sede di Castro Pretorio. Alla costruzione dell’edificio seguì, nel 1970, un bando per l’ideazione e la realizzazione di opere d’arte, che furono poi realizzate da importanti artisti dell’epoca: Afro, Osvaldo Calò, Franco Cannilla, Giuseppe Capogrossi, Carlo Carchietti, Aldo Caron, Pietro Consagra, Saverio D’Eugenio, Oreste Dequel, Silvio Olivo, Anna Romano, Ariosto Trinchera, Augusto Vanarelli, Luigi Venturini, Raul Vistoli.
Per festeggiare i quarant’anni di vita dell’istituzione e a completamento del progetto nato con «La grande Biblioteca d’Italia», la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in collaborazione con la Direzione generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, indice oggi un nuovo bando di concorso per la realizzazione e l'acquisizione da parte della Biblioteca di una nuova opera d'arte, in dialogo con quelle degli anni ’70, da collocare nella sala Conferenze della BNCR, con lo scopo di sottolineare e valorizzare la propria natura di luogo polifunzionale attivo, di studio, ideazione, promozione e sviluppo culturale ed artistico. Il concorso Arte in Biblioteca. Un’opera per la collezione d’arte della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma è rivolto ad artisti, residenti in Italia, operanti nei diversi ambiti delle arti visive: in particolare pittura, scultura, installazione, fotografia. Il concorso si pone in continuità con le politiche di acquisizione avviate al momento dell’inaugurazione della Biblioteca: l’opera selezionata entrerà, pertanto, a far parte della Collezione permanente della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Biblioteca Angelica: i vincitori della seconda edizione del concorso “Oltre i libri”

Biblioteca Angelica, svelati i nomi dei vincitori della seconda edizione del concorso “Oltre i libri”
Sono 28 gli artisti che il 26 maggio esporranno le loro opere in una mostra personale

e69c1a3f51d1ee303cd34a3f82c589b9c0a8b923

La seconda edizione di “Oltre i libri – l’arte del presente incontra i libri del passato”, rassegna culturale promossa dalla Biblioteca Angelica di Roma,  ha i suoi vincitori. La giura, composta da Gianni Dessì (Artista), Isabella de Stefano (Curatrice e ideatrice “Oltre i libri”),  Jas Gawronski (Giornalista), Francesca Barbi Marinetti (Direttrice e Fondatrice D.d'Arte), Federico Mollicone (Coordinatore Comitato Carnevale Romano e Girandola di Castel Sant'Angelo), Fiammetta Terlizzi (Direttrice Biblioteca Angelica) e Shara Wasserman (Direttrice Gallery of Temple University Rome), ha selezionato e reso noti i nomi degli artisti che il prossimo 26 maggio esporranno le loro opere all’interno della Galleria della Biblioteca Angelica in una mostra personale.
Sono 28 le opere dei vincitori, 5 per le aree tematiche di pittura, scultura, installazione, fotografia e grafica, 3 invece per l’area video. Tra i 28 vincitori, uno è tedesco, due sono argentini, uno giapponese, uno olandese, uno proveniente dal Kazakistan, uno spagnolo e uno americano.

Leggere di più


Concorso letterario "70 righe - nasce la Repubblica"

CONCORSO LETTERARIO

70 RIGHE – NASCE LA REPUBBLICA”

image001 (27)

In occasione del 70° anniversario della Repubblica Italiana, il Dipartimento Attività Culturali e Turismo di Roma Capitale – Direzione Programmazione e Regolamentazione Attività Culturali - Servizio Programmazione e Gestione Spazi Culturali, in collaborazione con le Associazioni residenti della Casa della Memoria e della Storia e la Biblioteca Casa della Memoria e della Storia, promuove il concorso letterario intitolato “70 righe – Nasce la Repubblica “.

Leggere di più


IIa Edizione Concorso di Arte Contemporanea "Oltre i Libri"

II EDIZIONE DEL CONCORSO DI ARTE CONTEMPORANEA
Oltre i libri. L'arte del presente incontra i libri del passato. Chiusura iscrizioni, 17 aprile 2016

800px-S_Eustachio_-_piazza_s_Agostino_Arcadia_e_Angelica_1150281

Dopo il successo della prima edizione tenutasi nel mese di giugno 2015, la Biblioteca Angelica, diretta da Fiammetta Terlizzi, bandisce la seconda edizione del concorso “Oltre i libri. L’arte del presente incontra i libri del passato”, primo concorso di arte contemporanea, ideato e ospitato in una delle quarantacinque biblioteche pubbliche statali, alle dipendenze del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
Obiettivo ultimo del concorso è quello di promuovere e valorizzare l’arte contemporanea, stimolando le nuove generazioni di artisti a dialogare con i libri, rinnovando quel concetto di antico e di memoria, che i libri e le biblioteche tramandano nel tempo come un’eredità viva e pulsante.
Il tema del concorso vuole offrire agli artisti la possibilità di confrontarsi con i libri attraverso il linguaggio innovativo della creatività contemporanea. La Biblioteca diventa così lo spazio privilegiato dove custodire non solo i tradizionali libri cartacei, ma anche tutte quelle opere d’arte che ai libri si ispirano, sia nella scelta della forma, che del soggetto.
Agli artisti è offerta la più ampia scelta di interpretazione del tema. I linguaggi espressivi consentiti spaziano dalla pittura alla scultura, alla fotografia, alla video arte e alla grafica.
Il concorso prosegue l’azione intrapresa dalla Biblioteca Angelica volta a conoscenza del passato, ma anche come piazze del sapere proiettate nel futuro, aperte a ogni forma di scambio e interazione umana e culturale.
Un progetto attraverso cui l’Angelica conferma di essere sempre più aperta alla ricerca e alla creatività: uno spazio multifunzionale, non solo di conservazione e di tutela, ma anche di azione e di intrattenimento culturale.
I finalisti saranno selezionati da una giuria composta da esperti e critici d’arte che comprende Fiammetta Terlizzi, Isabella de Stefano, Francesca Barbi Marinetti, Jas Gawronski, Oriana Impei, Federico Mollicone, Shara Wasserman e Gianni Dessì, in qualità di membro onorario della giuria.
I vincitori avranno la possibilità di esporre nel mese di maggio/ giugno 2016 le loro opere nella Galleria Angelica, lo spazio espositivo che la Biblioteca riserva alle esposizioni di arte contemporanea.
In occasione dell’inaugurazione e della premiazione dei vincitori, sarà inoltre presentato il catalogo della mostra.
La partecipazione è aperta a tutti gli artisti di nazionalità italiana e straniera, che abbiano compiuto 18 anni. L’iscrizione e l’invio del materiale va effettuata entro e non oltre il 17 aprile 2016.
Per ulteriori informazioni www.concorsoangelica.it.

 

Documentazione: Comunicato

 
Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone
Ingresso della Biblioteca Angelica a Roma, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Lalupa


Proroga dei termini Concorso internazionale di idee per opera Sistema Museale Caprara

Concorso internazionale di idee per la realizzazione di un'opera destinata al Sistema Museale di Caprera: PROROGA DEI TERMINI

Compendio garibaldino di Caprera. Uscita posteriore della Casa Bianca
Compendio garibaldino di Caprera. Uscita posteriore della Casa Bianca
Sono stati prorogati i termini per la partecipazione al Concorso internazionale di idee per la realizzazione di un'opera destinata al Sistema Museale di Caprera.
La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è fissata alle ore 13.00 di lunedì 2 maggio 2016.
Memoriale Giuseppe Garibaldi
Memoriale Giuseppe Garibaldi

Modalità e termini di partecipazione sono illustrati nell'avviso di rettifica e nel bando.
 

Memoriale Giuseppe Garibaldi. Blocchi espositivi
Memoriale Giuseppe Garibaldi. Blocchi espositivi

Documentazione: Avviso di rettifica e proroga dei terminiBandoModello domanda di partecipazionePlanimetria del Compendio garibaldino di CapreraPlanimetria del Memoriale Giuseppe Garibaldi di Caprera di CapreraDocumentazione fotografica.
Compendio garibaldino di Caprera. Mulino
Compendio garibaldino di Caprera. Mulino

Come da MiBACT, Redattrice Linda Garavaglia
Compendio garibaldino di Caprera. Cimitero privato
Compendio garibaldino di Caprera. Cimitero privato


Bando di concorso per l'attribuzione di 5 Borse di studio San Gemini per studenti universitari

Bando di concorso per l'attribuzione di 5 Borse di studio San Gemini per studenti universitari

f8fa61bdc37617e92dee5416fcc46986e0bf8c

Istituzione di n. 5 borse di studio fino ad un massimo di 10 per studenti universitari finalizzate all’acquisizione di elementi e di tecniche utili per la conservazione e il restauro di beni culturali (e per lo scavo e la catalogazione di reperti archeologici) da svolgersi nell’ambito del programma 2016 di “San Gemini Preservation Studies”
L’Associazione Valorizzazione del Patrimonio Storico San Gemini (Onlus), in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di San Gemini, indice una selezione da svolgersi nel seguente ambito: “San Gemini Historic Preservation Studies”, secondo il programma dei corsi per il 2016, rilevabile dai siti: www.sangeministudies.org
Possono partecipare alla selezione gli studenti universitari di nazionalità italiana residenti in Italia, regolarmente iscritti ad Università italiane almeno al secondo anno di corso e gli studenti già laureati negli anni accademici, 2013-2014, 2014-2015 e 2015-2016, nelle seguenti Facoltà:
  • Conservazione dei Beni Culturali
  • Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali
  • Conservazione e restauro del Patrimonio storico-artistico
  • Archeologia
  • Storia dell’Arte
  • Architettura
  • Ingegneria civile
  • Altre Facoltà equiparate alle precedenti

Concorso internazionale di idee per un'opera destinata al Sistema Museale di Caprera

Concorso internazionale di idee per la realizzazione di un'opera destinata al Sistema Museale di Caprera

6e2c961187c646dfdb4c9aef7bbf3b52b2bbd6c

Il Segretariato Regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo della Sardegna ha bandito un concorso internazionale di idee per giovani artisti e creativi sul tema della libertà e partecipazione dei popoli trasmessa da Giuseppe Garibaldi, finalizzato alla realizzazione di un'opera, di un manufatto o di un oggetto digitale a carattere ludico-didattico utile a favorire la divulgazione tra le nuove generazioni dell'offerta culturale del Sistema museale di Caprera.L'iniziativa rientra nel Piano per l'arte contemporanea gestito con la programmazione triennale dalla Direzione generale Belle Arti e Paesaggio dello stesso MiBACT.

Leggere di più


Giardini della Reggia di Venaria. Progetto e Concorso Nazionale Articolo 9 fa tappa a Torino

I Giardini della Reggia di Venaria. Il Progetto e Concorso Nazionale Articolo 9 della Costituzione fa tappa a Torino nella residenza sabauda patrimonio Unesco, tra storia e contemporaneità

Mercoledì 3 febbraio 2016, ore 11, Torino, Reggia di Venaria Reale
800px-La_Reggia_della_Venaria_Reale
I Giardini della Reggia di Venaria Reale oggi vivono in uno stretto connubio tra antico e moderno, insediamenti archeologici e opere contemporanee. La monumentale statua dell’Hercole Colosso, in origine all’interno della Fontana dell’Ercole, dialoga con le opere di artisti come Giuseppe Penone e Giovanni Anselmo, nella cornice di un'incomparabile panorama naturale, circondato dai boschi del Parco La Mandria e dalle Alpi. Sarà la seicentesca residenza sabauda di Torino patrimonio dell’UNESCO ad ospitare mercoledì 3 febbraio alle 11, il Progetto e Concorso Nazionale Articolo 9 della Costituzione.
Con il contributo di Maurizio Reggi, architetto responsabile del Settore Giardini della Reggia di Venaria Reale, e Alessia Bellone, architetto paesaggista dei Giardini della Reggia, gli studenti e i loro insegnanti scopriranno il complesso progetto di restauro che, nell’arco di un decennio circa, ha permesso la ricostruzione di un vero e proprio paesaggio valorizzando i suoi segni storici con grande attenzione all'estetica e alla fruizione moderna.
Dedicata alla promozione della cittadinanza attiva per il paesaggio e l’ambiente, la quarta edizione dell'iniziativa è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca-Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Fondazione Benetton Studi Ricerche e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo-Direzione generale Educazione e ricerca. A Torino gli studenti avranno l'opportunità di conoscere i giardini, e il loro percorso di recupero nel rispetto della storia e nella prospettiva del contemporaneo. Restituiti al pubblico nel 2007, stanno entrando infatti in un momento importante della loro evoluzione, durante la quale iniziano a delinearsi in maniera più definita gli elementi caratterizzanti e la "forza" del loro disegno seicentesco, a testimonianza di una continua trasformazione naturale che nel panorama dei grandi giardini storici europei rappresenta un'esperienza unica.

Leggere di più