Riemerge a Menfi una struttura con terme romane

Poche ore fa il Ministero dell'Antichità Egizie ha dato la notizia del ritrovamento di un "enorme" antico edificio nella città di Mit Rahina, l'antica Menfi. L'edificio, in mattoni di fango, misura 16 x 14,5 metri.

A quanto pare, gli archeologi avrebbero portato alla luce una grande struttura che includerebbe delle terme romane con una stanza forse usata per un qualche rituale religioso.

In questa stanza dell'edificio relativo alle terme, a sua volta annesso a quello principale e situato sul lato sud occidentale di quest'ultimo, si è difatti ritrovato un gruppo di reperti, con bacini lustrali e un altare col volto di Bes.

Il segretario generale del Consiglio Superiore delle Antichità, Mostafa Waziri, afferma che la struttura potrebbe far parte di un blocco residenziale dell'antica Menfi. Ricordiamo che la città fu fondata nel 3100 a.C e che fu la città natale di Menes, il mitico unificatore del Basso e dell´Alto Egitto.

Avremo sicuramente più notizie in questi giorni. Nel frattempo il segretario è convinto che questa scoperta possa aiutare il Paese e che possa incentivarne il turismo.

Foto del Ministero delle Antichità Egizie

Link: Ministry of Antiquities, AP


Egitto: un progetto per rigenerare il sito di Menfi

14 Marzo 2016

Foto: Bassem Ezzat, 2015
Foto: Bassem Ezzat, 2015

Archeologi dall'Università di York e dall'AERA (Ancient Egypt Research Associates), insieme al Ministero delle Antichità Egizie e al dott. David Jeffreys, direttore dei Rilevamenti a Memphis, sono al lavoro con un nuovo progetto il cui scopo è quello di rigenerare il sito di una delle capitali dell'Antico Egitto, Menfi.
L'antica città rientra nella Lista dei Siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, ma è stata messa a rischio dall'espansione urbana negli ultimi tre decenni. Grazie a un finanziamento da un milione di dollari (ricevuto dall'USAID), il progetto biennale creerà un circuito di escursione (Ancient Memphis Walking Circuit) a Mit Rahina. Il percorso collegherà otto siti chiave che comprendono la porta occidentale, la sala ipostila del Grande Tempio di Ptah, la Cappella delle Mura Bianche (con tre statue di divinità sedute: Ptah con Tjesmet e Menefer).
Foto: Amel Eweida,2015
Foto: Amel Eweida,2015

Il progetto implica anche un'attività di interpretazione e documentazione dell'area a rischio, oltre che di pulizia e stabilizzazione. Saranno coinvolti anche studenti e parte della popolazione locale. Il coinvolgimento della popolazione locale è di grande rilevanza, per ridurre le incursioni e l'utilizzo di quei luoghi come discarica. Le imprese locali beneficeranno pure dei vantaggi derivanti dall'incremento del turismo derivanti da una maggiore valorizzazione e rigenerazione del sito.
Link: AlphaGalileo via University of York.


Egitto: scoperti resti delle Mura Bianche di Menfi

19 Aprile 2015
Scoperte sezioni delle "Mura bianche" dell'antica capitale egizia di Menfi, insieme a fornelli e bronzi. Uno dei nomi antichi della città era appunto Inbu-Hedj, Mura bianche.
Link: Sputnik News