Ala sud di Palazzo Barberini

Ala sud di Palazzo Barberini: il nuovo allestimento dei capolavori del Settecento

Ala sud di Palazzo Barberini: il nuovo allestimento dei capolavori del Settecento

a cura di Flaminia Gennari Santori

con Maurizia Cicconi e Michele Di Monte.

Gallerie Nazionali di Arte Antica - Palazzo Barberini

Ala sud di Palazzo Barberini
Gaspar Van Wittel, Roma, la passeggiata di Villa Medici, tempera su pergamena, cm 22,9x43,6.
Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica

Dal 12 aprile 2019 le Gallerie Nazionali di Arte Antica si presentano al pubblico con un nuovo allestimento delle 10 sale espositive nell’Ala sud del piano nobile di Palazzo Barberini, restituite tre anni fa dal Ministero della Difesa che le aveva in gestione da più di ottant’anni.

Dopo un accurato restauro, l’Ala sud ha accolto da maggio a ottobre 2018 Eco e Narciso, la mostra prodotta dalle Gallerie Nazionali in collaborazione con il MAXXI, che metteva a confronto arte antica e arte contemporanea con opere provenienti dalle collezioni dei due musei nazionali.

Queste sale, per un totale di 750 mq di nuovo spazio espositivo, diventano definitivamente parte integrante del nuovo percorso museale con 78 opere esposte secondo un nuovo progetto allestitivo, un nuovo impianto di illuminazione, una nuova grafica, nuovi apparati, pannelli e didascalie. Il tutto al fine di rendere più visibile e leggibile il percorso di visita del museo.

Si potranno vedere le opere che vanno dal Seicento napoletano alla collezione settecentesca, con i ritratti, le vedute, i pittori del Grand Tour e i dipinti della donazione Lemme.

Ala sud di Palazzo Barberini Gallerie Nazionali di Arte Antica
Francesco Furini, Giuditta e Oloferne, olio su tela, cm 116 x 151.
Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica

Sarà l’occasione per scoprire o riscoprire capolavori che non si vedevano da tempo, opere recentemente restaurate e dipinti esposti raramente come la Giuditta e Oloferne di Francesco Furini, le monumentali tele degli Apostoli realizzate da Carlo Maratti per il cardinal Antonio Barberini, le vedute di van Wittel, appena restituite alla loro originaria, smagliante luminosità.

Ala sud di Palazzo Barberini
Carlo Maratti, San Giovanni evangelista, olio su tela, cm 223x151.
Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica

Inoltre alcune sale, in particolare quella della Pittura napoletana e quella dedicata a Pompeo Batoni, saranno oggetto di un avvicendamento semestrale di alcune opere (Bernardo Cavallino, Salvator Rosa, Francesco Solimena, Massimo Stanzione, Pompeo Batoni, Pierre Subleyras) al fine di esporre più opere – da ottobre infatti saranno 82 –  senza alterare l’impianto dell'allestimento.

Pompeo Batoni, Don Abbondio Rezzonico, olio su tela, cm 297,5x196,5.
Courtesy Gallerie Nazionali di Arte Antica

Si potrà ammirare nella sua completezza la raccolta di dipinti donata da Fabrizio e Fiammetta Lemme nel 1998: una serie notevole e coerente di 21 modelli di presentazione (i bozzetti finali che i pittori presentavano ai committenti per l'approvazione, prima dell'esecuzione materiale dell'opera vera e propria) di opere realizzate per alcune tra le più importanti imprese decorative della Roma del XVIII secolo, con opere, fra gli altri, di Giuseppe Chiari, Sebastiano Conca, Domenico Corvi e Pier Leone Ghezzi.

Le Gallerie Nazionali di Palazzo Barberini riacquistano così un nuovo respiro e un rinnovato equilibrio: i visitatori potranno finalmente apprezzarne le opere e gli spazi in tutta la loro ampiezza, da un capo all’altro, dallo scalone di Bernini a quello di Borromini. E questo è solo l’inizio, in attesa di ritrovare così rinnovate il prossimo autunno anche le sale dei pittori caravaggeschi.

Molte le iniziative collaterali previste: visite animate ai capolavori dell’Ala sud per bambini di 5-12 anni e famiglie, tutte le domeniche alle ore 11.30 dal 14 aprile fino al 30 giugno e il 1° maggio, stesso orario. Per info: [email protected]

Inoltre, per tre sabati, il 13, il 27 aprile e l’11 maggio, alle ore 16.30, alcune delle opere esposte saranno oggetto dell’iniziativa Museo Adagio, un progetto di slow art per vivere l’arte con lentezza, contemplazione e condivisione, per osservare i capolavori con maggiore attenzione e consapevolezza. Per info: [email protected]

Leggere di più


Roma, Palazzo Barberini: L'Arma per l'Arte e la Legalità

L’ARMA PER L’ARTE E LA LEGALITÀ
Roma, Palazzo Barberini, 14 luglio – 30 ottobre 2016

Dipinto raffigurante mezzobusto di Bacco con uva e coppa di vino
Dipinto raffigurante mezzobusto di Bacco con uva e coppa di vino
Il 14 luglio 2016, alle ore 11:00, a Roma, presso la Galleria nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini, via delle Quattro Fontane 13, l’On. Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo,  il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, il Gen. B. Mariano Mossa, Comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Il Direttore Generale Musei dott. Ugo Soragni e l’Arch. Mario Panizza, Rettore dell’Università Roma Tre, hanno presentato la mostra “L’Arma per l’Arte e la Legalità”: un’importantissima selezione dei beni recuperati in Italia e all’estero dal TPC.
La mostra, realizzata in collaborazione tra Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Arma dei Carabinieri e Università di Roma Tre è visitabile gratuitamente, nelle sale di Palazzo Barberini, sino al 30 ottobre 2016.