Cultura e tecnologia: il peso dell'insegnamento

26 Novembre 2015
800px-Baskets_for_sale_(2902069972)
Fino ad ora, si è spesso ritenuto che l'insegnamento fosse essenziale al fine di apprendere nuovi strumenti e tecnologie. Un nuovo studio ha però sperimentato che il miglioramento tecnologico avviene comunque, di generazione in generazione.
L'esperimento riguardava la costruzione di ceste che potessero contenere quantità maggiori di riso. Il compito è stato affidato a gruppi diversi, alcuni dei quali lavoravano soli, mentre altri erano inseriti in catene di trasmissione del sapere, che permettevano imitazione, insegnamento o il semplice esame dei lavori.
Alla fine dell'esperimento, le ceste prodotte con l'insegnamento erano le più solide, ma né questo né l'imitazione erano strettamente necessari per miglioramenti cumulativi. Al termine di sei "generazioni", in tutti i gruppi era possibile rilevare miglioramenti nelle ceste, anche se con copie di qualità inferiore.
Leggere di più


Un nuovo modello per spiegare le esplosioni culturali preistoriche

23 Novembre 2015
1024px-Gavaudun_Global_2009.0.212.3
L'archeologia ci insegna che i tratti culturali, come manifestati attraverso il repertorio di strumenti litici preistorici, possono accumularsi in maniera esponenziale, che una tecnologia può apparire a sprazzi dopo dei periodi di stasi, che perdite culturali drammatiche possono avere luogo. Periodi di stasi possono insomma intervallarsi a "esplosioni culturali".
Una nuova invenzione può infatti fare spazio alla nascita di nuove innovazioni: d'altra parte non stiamo parlando di caratteristiche genetiche che si ereditano, e nuove tecnologie possono essere apprese anche da estranei, o imitate.
Un nuovo modello al computer prova ora a spiegare tutti questi fenomeni, tenendo presenti queste osservazioni, considerando processi innovativi con più sfaccettature, e tenendo conto del cambiamento climatico e della distribuzione differenziale dei tratti culturali tra i gruppi sociali. Quest'ultimo può portare infatti alla rapida perdita di tratti culturali, qualora questi non risultino utili nelle nuove condizioni.
Leggere di più


Grazie alla luce, tecniche di analisi non distruttive dei manufatti

7 Luglio 2015
Ogni giorno ci sono studiosi combattuti tra il dover sbriciolare alcuni manufatti per ottenere informazioni dalle analisi ed il tenerli al sicuro.
Nuovi avanzamenti nella tecnologia, ad esempio nel campo delle fonti di luce, permettono però di ottenere nuovi dati senza danneggiare delicati oggetti dal passato.
Link: U. S. Department of Energy