Il relitto ritrovato a Settembre in Canada è la nave di Franklin

2 Ottobre 2014
'Erebus'_and_the_'Terror'_in_New_Zealand,_August_1841_by_John_Wilson_Carmichael
Finalmente identificato il relitto ritrovato il mese scorso nel Canada settentrionale: sarebbe quello della nave sulla quale si trovava il Contrammiraglio John Franklin, l'HMS Erebus, durante la sua spedizione per ritrovare il Passaggio a Nord-Ovest.
L'annuncio è stato fatto al Parlamento canadese. La nave pare essere in condizioni davvero ottime, nei pressi dell'Isola di Re William, presso lo Stretto di Vittoria nell’Artico Canadese.

Link: The TelegraphArchaeology News Network; 24 SevenOttawa Citizen; Fox News
'Erebus' and the 'Terror' in New Zealand, August 1841, di John Wilson Carmichael, olio su tela dal National Maritime Museum, Greenwich, London; da Wikipedia, Public Domain, Uploaded by Proktolog.
 


Firmato decreto per l'autonomia speciale della Scala e di Santa Cecilia

1 Ottobre 2014
LIRICA, FRANCESCHINI FIRMA DECRETO PER AUTONOMIA SPECIALE PER SCALA E SANTA CECILIA - "Importante premiare realtà virtuose"
Il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini ha firmato il decreto ministeriale che individua i criteri che porteranno, da subito, al riconoscimento dell'autonomia speciale per la Scala di Milano e l'Accademia di Santa Cecilia di Roma secondo i criteri previsti dal decreto Art Bonus. "Un passo importante - ha commentato il ministro - per premiare le fondazioni più virtuose del panorama lirico sinfonico italiano".
Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone.


Libriamoci - Giornate di lettura nelle Scuole, dal 29 al 31 ottobre 2014

1 Ottobre 2014
LIBRIAMOCI - Giornate di lettura nelle Scuole, dal 29 al 31 ottobre 2014

Tre giorni speciali, alla fine di ottobre, per "liberare" la lettura nelle scuole. Sono quelli di Libriamoci, la nuova iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) - con il Centro per il libro e la lettura - e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) con la Direzione Generale per lo studente. Rivolta a tutte le scuole italiane, di ogni ordine e grado, si svilupperà nei giorni 29, 30 e 31 ottobre 2014 con l'organizzazione di appuntamenti di lettura ad alta voce nelle classi.
Libriamoci punta a coinvolgere tutte le scuole elementari, medie e superiori del territorio italiano, in un'ideale simbiosi con le istituzioni e con le realtà del panorama culturale nazionale e locale. Hanno già confermato la loro collaborazione la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, l'ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, il Salone Internazionale del Libro di Torino, la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, RAI Fiction, il Corriere della Sera. E molte altre sono in corso di definizione.
Con la complicità di scrittori, amministratori locali, fondazioni, biblioteche e associazioni culturali, la lettura entrerà nelle scuole in forme inedite. Non sarà una gara e nemmeno un'attività legata a fini valutativi: l'obiettivo sarà quello di diffondere il piacere della lettura tra i ragazzi e di sottolinearne l'utilità per la crescita sociale e personale, sia grazie all'esperienza diretta con i testi che attraverso l'ascolto e il confronto con insegnanti e compagni.
info:
Ex Libris Comunicazione srl
Via Benedetto Marcello 4 - 20124 Milano
Tel. 02 45475230 [email protected]
Cepell, Centro per il Libro e la lettura
Via Pasquale Stanislao Mancini, 20 - 00196 Roma
tel. +39 06 6840891 fax +39 06 68408926  [email protected]

Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone.


Museo Archeologico di Isernia chiuso per riallestimenti

1 Ottobre 2014
MUSEO ARCHEOLOGICO DI ISERNIA, CHIUSO AL PUBBLICO DAL 1 OTTOBRE PER RIALLESTIMENTO

Si comunica che a partire da mercoledì 1 Ottobre 2014 il museo di Santa Maria delle Monache a Isernia sarà chiuso al pubblico.
L'edificio in cui è ospitato il museo è interessato da lavori di ristrutturazione, adeguamento e messa a norma degli impianti. Una volta conclusi questi lavori si procederà al completo riallestimento del collezioni: questo museo dovrà, infatti, diventare il luogo in cui si potrà avere un'idea complessiva del territorio di Isernia e dell'alto Molise attraverso i reperti provenienti dagli scavi più recenti, dalla protostoria al tardo antico.
Il nuovo museo di Isernia, quindi, comprenderà non solo i materiali che possano adeguatamente illustrare la storia della città di Isernia dalla sua nascita, ma anche il materiale di tutto il territorio isernino, fino all'alto Molise, soprattutto quello recuperato nel corso delle più recenti campagne di scavo nei territori di Pettoranello, Pescolanciano, Carovilli, Pietrabbondante, Vastogirardi e così via.
Il nuovo allestimento occuperà i due piani dell'edificio, utilizzando gli spazi ora già occupati dal museo e dalla mostra della necropoli romana di Isernia, e inserendo, al piano superiore, anche il grande salone già restaurato e che nel recente passato ha ospitato mostre.
fonte dati:
SOPRINTENDENZA PERI BENI ARCHEOLOGICI DEL MOLISE
Via Chiarizia, 14 - 86100 CAMPOBASSO
Tel. 08744271 Fax 0874427352 e-mail [email protected]

Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone.


Nuovi sviluppi nello studio delle migrazioni Polinesiane verso Nuova Zelanda e Isola di Pasqua

30 Settembre 2014
Nuovi sviluppi nello studio delle prime migrazioni Polinesiane vengono da due nuove ricerche. Da una parte si parla di finestre climatiche che avrebbero facilitato la navigazione, proprio nel periodo considerato di colonizzazione. Dall'altra i resti di una canoa ritrovata nel 2012 in Nuova Zelanda, e che presenta legni neozelandesi e un'immagine di tartaruga, mostrerebbero comunque notevoli connessioni con la Polinesia.
Link: The New Zealand Herald; Phys.org; The History Blog; Pnas 1, 2 & 3.


Anfipoli: pienamente dissotterrati i piedistalli delle cariatidi

30 Settembre - 1 Ottobre 2014
Il Ministero della Cultura Greco ha pubblicato nuove foto delle cariatidi da Anfipoli: i piedistalli che le sorreggono sono stati pienamente dissotterrati, ed il quadro della grandiosità di quel luogo si fa sempre più chiaro.
Le misure fornite per i piedistalli sono: 1,40 m di altezza per 1,36 m di larghezza e 0,72 m di spessore. La statua col suo piedistallo raggiunge i 3,67 m.
Link: Ministero della Cultura Greco; Archaeology News Network; Protothema 1, 2; Greek Reporter;


ForumApp, orientarsi nell'"Antica Roma" con un click

1 Ottobre 2014
ForumApp, orientarsi nell' "Antica Roma" con un click
Ripercorrere i luoghi archeologici che hanno visto la grandezza di Roma nei secoli, da oggi è più facile di sempre. In occasione del Bimillenario Augusteo (14 d.C. - 2014), la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, in collaborazione con Electa, presenta ForumApp, la mappa interattiva ufficiale per visitare il Foro Romano e il colle Palatino: il cuore e le radici di un impero che per secoli ha dominato il mondo e ne ha plasmato la storia.
ForumApp, disponibile gratuitamente e in versione bilingue, con una grafica elegante e intuitiva raccoglie tutti gli strumenti indispensabili per orientarsi all’interno delle due aree dell’importante sito archeologico.
L’applicazione è:
- un’indispensabile mappa, sempre aggiornata, dei servizi e delle funzionalità
utili per muoversi liberamente nell’area archeologica,
- un contenitore di suggestioni visive e curiosità capaci di ricondurti nel fascino dei
luoghi dell’antichità.
L’applicazione è stata progettata in funzione della semplicità d’uso: l’immediatezza dei contenuti suggeriti permette di utilizzare ForumApp in movimento, direttamente dal tuo smartphone, e di raggiungere tutte le informazioni utili con un click, supportandoti con la visualizzazione e la localizzazione sulla mappa dei servizi disponibili.
Scegli tu come muoverti.
Puoi scegliere la tua modalità esplorativa all’interno del sito archeologico.
ForumApp propone due itinerari guidati di circa 90 minuti ciascuno, interamente
visualizzabili sulla mappa con le indicazioni di tempi e distanze di percorrenza, caratterizzati da una funzione speciale che identifica i Punti di Interesse al tuo passaggio.
La sezione “Itinerari” consiglia 17 Punti di Interesse per il Percorso Foro Romano e 18 Punti di Interesse per il Percorso Palatino:
per ciascuno dei luoghi segnalati sono disponibili un breve contenuto audio, immagini e il focus su un dettaglio dell’area che stai visitando.
Non solo.
Una funzione di localizzazione automatica, capace di attivarsi in autonomia nelle
vicinanze dei monumenti, ti avviserà dell’arrivo nel Punto di Interesse con un
segnale sonoro e ti fornirà tutte le informazioni essenziali con un compendio di
immagini e testi che potrai leggere o ascoltare cliccando sull'apposito tasto.
Potrai camminare nei luoghi della storia in esplorazione libera, con curiosità e senza
perdere nemmeno un dettaglio.
Sai sempre dove sei.
La tua posizione verrà sempre segnalata sulla mappa da un piccolo punto luminoso
che si muoverà insieme a te, aggiornandoti vocalmente sui Punti di Interesse e
segnalandoti la localizzazione di tutte le strutture di supporto che renderanno più
agevole la permanenza all’interno del sito archeologico: fontanelle d’acqua, punti di raccolta, percorsi accessibili, toilette e uscite/entrate.

Tutto a portata di icona.

I percorsi sono costellati da una serie di icone tematiche, attivabili o disattivabili a seconda delle esigenze dell’utente e delle necessità di visualizzazione.
Oltre alla localizzazione dei Punti di Interesse, le icone “Utility” segnalano tutte le
indicazioni per i servizi di supporto, le icone “Punti di raccolta” e “SOS” garantiscono sicurezza in situazioni di emergenza e le icone “Panorama” permettono una visione d’insieme dell’area in cui ti trovi: un piccolo
Belvedere della città con l’individuazione dei principali monumenti.
Il Foro accessibile e sicuro per tutti.
ForumApp si occupa anche dell’accessibilità dei luoghi interni al sito archeologico. Per rendere l’esplorazione accessibile a chiunque, una sezione è interamente
dedicata ai percorsi consigliati ai visitatori con difficoltà motoria: uno strumento che rende l’esplorazione praticabile a chiunque e in piena sicurezza.
Per dirla con qualche numero, ForumApp contiene:
- oltre 50 suggestive immagini dei monumenti
visibili all’interno del sito
- 2 percorsi con 35 Punti di Interesse
supportati da informazioni, immagini storiche
e curiosità
- 6 Punti belvedere con localizzazione
panoramica
- più di 3 km di percorsi che ti guideranno per
3 ore di visita
Utile sia a chi si muove direttamente all’interno del sito archeologico sia a chi sta
programmando un personale “viaggio nell’antichità”, l’applicazione è disponibile
gratuitamente su AppStore e Google Play.
Tornare indietro nel tempo e rivivere i grandi luoghi della storia non è mai stato così facile!
Ufficio stampa Electa
per la Soprintendenza Speciale
per i Beni Archeologici di Roma
Gabriella Gatto
tel. +39 06 47 497 462
[email protected]
Comunicazione web
Marta Santomauro
tel. +39 02 71046 433
[email protected]
Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattrice Sandra Terranova.


Indagine GARR-MIBACT sulle infrastrutture di ricerca nei beni culturali

30 Settembre 2014
INDAGINE GARR-MIBACT SULLE INFRASTRUTTURE DI RICERCA NEI BENI CULTURALI

Al via, per iniziativa congiunta del Garr - La Rete Italiana dell’Università e della Ricerca  e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, un'indagine volta a ricavare un panorama completo delle infrastrutture di ricerca nel campo dei beni culturali – archivi digitali, banche dati territoriali, sistemi georeferenziati, mediateche – che abbiano rilevanza regionale, nazionale o internazionale o in avanzato stato di realizzazione nel nostro Paese.
L’idea è quella di mappare le iniziative in atto nel settore del patrimonio culturale, identificando sinergie a livello italiano e internazionale, con particolare riferimento al contesto di Horizon2020, il nuovo Programma del sistema di finanziamento integrato destinato alle attività di ricerca della Commissione europea. I risultati del survey saranno presentati a Roma il 10 e 11 Novembre 2014 in occasione del workshop e-IRG (e-Infrastructure Reflection Group) e della conferenza internazionale “Infrastrutture di ricerca e Infrastrutture digitali per il patrimonio culturale” organizzata dal Mibact il 13 e 14 Novembre 2014 a Roma alla Biblioteca Nazionale Centrale in occasione del semestre italiano alla Presidenza europea. ll Mibact, infatti, sostiene lo sviluppo di una e-infrastruttura dedicata ai beni culturali e alle scienze umane in grado di rispondere alle esigenze delle comunità scientifiche, puntando al posizionamento del settore nel nuovo modello di ricerca globale multidisciplinare che si sta sviluppando grazie alla e-Science, per confrontarsi con le  emergenti sfide sociali e economiche della Unione Europea.
Il questionario è on-line all’indirizzo web
http://www.garr.it/limesurvey/index.php?sid=53131&lang=it ed è attivo fino al 4 novembre; per rispondere sono necessari circa quindici minuti; per informazioni o chiarimenti sulla compilazione è attivo il  numero 06 4962 2000.
fonte dati:
Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche
00185 Roma - Viale del Castro Pretorio 105 - Tel. 0649210425 -  Fax 064959302

Come da MIBACT, Redattore Renzo De Simone.


Firenze: annuncio riapertura musei temporaneamente chiusi causa maltempo

30 Settembre 2014
Firenze - Annuncio riapertura musei temporaneamente chiusi in seguito a evento metereologico estremo - Museo di San Marco e Giardino di Boboli
Riaprono San Marco e Boboli dopo l’evento meteorologico estremo
Riapre domani (mercoledì 1° ottobre) il Museo di San Marco, mentre sabato 4 ottobre tornerà parzialmente fruibile il Giardino di Boboli. “Mi congratulo del rapido ripristino dei luoghi danneggiati – dichiara il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini –, che nonostante la complessità e criticità, è stato eseguito con la massima sollecitudine”.
Chiuso dallo scorso 19 settembre per i danneggiamenti causati da un improvviso evento meteorologico estremo che ha investito in pieno il monumentale edificio, domani riapre il Museo di San Marco. La furia del vento, della pioggia e della grandine ha provocato danni agli ambienti, alle opere d’arte e all’antico cedro del Libano del chiostro di Sant’Antonino. Per gli ambienti è iniziato il percorso di ripristino, per i dipinti quello di restauro che terrà lontani dal pubblico per alcuni mesi i due dipinti dell’Angelico che sono rimasti più danneggiati, la Pala di Annalena e il Compianto sul Cristo morto. “Per il cedro, invece, nessun ‘restauro’ è stato possibile. – aggiunge la Direttrice del museo, Magnolia Scudieri -. Rimasto stroncato nei grossi rami alti, fortunatamente non crollati per la presenza di solide funi di sicurezza che da tempo li imbracavano, non ha potuto essere salvato e siamo stati costretti ad abbatterlo. Il Chiostro ha perso il suo nobile ombrello che la vetustà aveva reso fragile e pericoloso; dovremo abituarci ad una nuova luminosità. Chissà se era quella angelichiana”.
Come scritto, sabato 4 ottobre riaprirà parzialmente anche il Giardino di Boboli che subì gravi danneggiamenti in occasione del suddetto straordinario evento atmosferico. “Torneranno alla fruibilità i percorsi viari principali della zona più antica del giardino – dice la Direttrice del Giardino di Boboli, Alessandra Griffo -, ovvero l’Anfiteatro, il Forcone, la Kaffeehaus, l’uscita di Bacco con la Grotta del Buontalenti, e con due soli ingressi aperti: il cortile dell’Ammannati di Palazzo Pitti e il Forte Belvedere”. Aggiunge il responsabile tecnico del giardino, Mauro Linari: “Rimarrà ancora interdetta ai visitatori la zona più meridionale del giardino granducale, comprendente il Prato dei castagni, il Viale dei cipressi, l’Isola e il Prato delle colonne”.
Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Lucia Mascalchi.


Bimillenario augusteo: nuovo percorso della basilica Iulia e del Vicus Iugarius

30 Settembre 2014
Bimillenario augusteo. Nuovo percorso della basilica Iulia e del Vicus Iugarius
1412072341839_11

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma riapre alla fruizione del pubblico, nel Foro romano, l’antico percorso del Vico Iugario attraverso la Basilica Iulia, altro importante monumento augusteo nell’area archeologica centrale.
6938d74b8c75173a59a57783f99cd0e7aff23c5
L’area che si riapre al pubblico era stata chiusa negli anni ottanta del secolo scorso in occasione degli scavi archeologici della Soprintendenza, finalizzati a ricostituire l’originaria unità topografica tra la piazza del Foro e le pendici del Campidoglio, attraverso lo smantellamento di una strada ottocentesca poi allargata e ribassata nel 1942, la via della Consolazione, che aveva creato una cesura artificiale nel complesso archeologico. Fino all’anno 2000 una serie di campagne di scavo hanno evidenziato un bacino stratigrafico della potenza di 9 metri, cresciuto in un amplissimo arco di tempo compreso tra l’età arcaica e le fasi di urbanizzazione medievale e rinascimentale, fino all’età moderna. L’indagine archeologica ripresa negli ultimi quattro anni, dopo un lungo lasso di tempo, ha permesso di chiarire notevoli aspetti dell’evolversi del sito in epoca romana. Ora, terminati tutti gli interventi di scavo, di consolidamento e di restauro delle strutture, si può offrire la piena fruibilità dell’intera area e dell’antica viabilità del Foro Romano rappresentata principalmente dalla via Sacra, asse tra la valle del Colosseo e le pendici del Campidoglio, che proprio in prossimità del Tempio di Saturno incrocia altre due arterie non meno importanti: il Clivo Capitolino infatti permetteva di raggiungere la sommità del colle occupata dal Tempio di Giove, Giunone e Minerva, mentre il Vico Iugario collegava direttamente il centro della città al Tevere, nel punto di miglior approdo, in corrispondenza dell’isola Tiberina. Le ultime scoperte hanno ribadito i legami topografici tra gli assi viari, il Tempio di Saturno e la Basilica Giulia, mentre i nuovi resti monumentali rimessi in luce hanno evidenziato come in ciascun edificio sia possibile leggere omogenee e coeve fasi di costruzione.
Programma completo delle aperture, degli eventi e dei luoghi augustei per il Bimillenario augusteo nella cartella stampa allegata.
Ufficio stampa Electa
per la Soprintendenza speciale
per i beni archeologici di Roma
Gabriella Gatto
tel. +39 06 47 497 462

Come da Comunicato Stampa MIBACT, Redattore Renzo De Simone.