Firenze: Domenica 7 Dicembre, visite per famiglie alla Mostra: "Omaggio al maestro Piero Tosi"

18 Novembre 2014

Firenze - Domenica 7 dicembre - Attività didattica - Museo del Costume - Mostra Piero Tosi

Visite gratuite per famiglie alla mostra di Tosi per la “Giornata dell’archeologia, del patrimonio e del restauro”
Domenica 7 dicembre 2014, in occasione della “Giornata Nazionale dell’archeologia, del patrimonio artistico e del restauro” promossa dal MiBACT, la Sezione Didattica del Polo Museale Fiorentino e la Galleria del Costume di Palazzo Pitti, propongono due visite per famiglie alla mostra “Omaggio al maestro Piero Tosi. L'arte dei costumi di scena dalla Donazione Tirelli”. L’occasione offrirà la possibilità di partecipare a un percorso alla scoperta degli abiti creati per attori di cinema e teatro dalle abili mani di Piero Tosi, costumista, artista e poeta che con la sua arte riuscì a “vestire i sogni”. Per questa iniziativa si ringrazia la Fondazione sistema Toscana-Mediateca per la gentile collaborazione. Leggere di più


Vincolato il Teatro Eliseo e il Piccolo Eliseo

17 Novembre 2014
800px-Teatro_Eliseo

VINCOLATO IL TEATRO ELISEO E IL PICCOLO ELISEO
Franceschini: rispettato impegno preso con lavoratori

Il MiBACT, con provvedimento della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Lazio, ha dichiarato l'immobile del Teatro Eliseo e Piccolo Eliseo di Roma di interesse culturale e lo ha sottoposto a tutte le disposizioni di tutela previste dalla normativa vigente.

Leggere di più


Anfipoli: le risposte tra sei mesi

15-16 Novembre
The_Abduction_of_Persephone_by_Pluto,_Amphipolis
Ad Anfipoli è ancora lo scheletro a far parlare. Le identificazioni possibili sono ancora molte, tra membri della famiglia reale e generali e compagni di Alessandro Magno.
Sul giornale Ta Nea è comparsa una ricostruzione della figura, alta 1,65 m. Secondo quanto affermato da Katerina Peristeri, a capo degli scavi, se la tomba non fosse stata saccheggiata avremmo potuto ritrovare armi e contenuti cerimoniali di oro, rame, e forse terracotta.
Dall'esame delle ossa si potranno conoscere meglio le caratteristiche della figura: altezza, dieta, condizioni di salute. Tra sei mesi saranno inoltre noti altri risultati, una volta completati gli esami del DNA a Manchester. Questi saranno confrontati con quelli di Vergina, e se verrà assodato un legame di parentela, la lista dei possibili candidati si restringerà di molto. Leggere di più


Anfipoli: e ora che parli lo scheletro

12-14 Novembre 2014
800px-AlexanderSarcophagus1
Ad Anfipoli, a far parlare è ancora il ritrovamento, dello scheletro dell'occupante la tomba. La difficoltà nell'estrarlo è stata determinata dalla fragilità delle ossa e dal fatto che bisognava interferire il meno possibile, recuperando la terra senza che questa venisse a contatto con le mani di alcuno.
Seguiranno ovviamente le analisi (tra queste, quella del DNA), e la mandibola potrà dare indicazioni, ad esempio su sesso ed età. Il Segretario Generale al Ministero della Cultura Greco, Lena Mendoni, ha riferito che la tomba sarebbe stata saccheggiata, ma che non si è ancora in grado di affermare di chi si tratti. Sarà lo scheletro a parlare una volta concluse le analisi.
Al di là dell'identità dello scheletro, rimangono ancora molte domande senza risposta. Ad esempio, quelli riguardanti la sabbia, ma si parla addirittura di una scala, mentre il Professore Emerito di Archeologia all'Università di Creta, Petros Themelis, afferma che quello ritrovato non sarebbe il morto principale della tomba.
Notevole anche il raffronto (apparso su Protothema), delle decorazioni ritrovate nella tomba, che sono state confrontate con quelle del cosiddetto Sarcofago di Alessandro, conservato ad Istanbul, e che si ritiene collegato a Laomedonte: si guardi in particolare al motivo al di sotto delle svastiche, in foto.

Leggere di più


CANTIERE DOMUS AUREA: Precisazioni da parte del Soprintendente per i beni archeologici di Roma, Mariarosaria Barbera

14 Novembre 2014
825d8a42ecdcb58a95028452f7f03a9bdf1b8

CANTIERE DOMUS AUREA
Precisazioni da parte del Soprintendente per i beni archeologici di Roma, Mariarosaria Barbera

La sperimentazione di apertura al pubblico dei cantieri della Domus Aurea, proposta dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma e sostenuta con sensibilità dal Ministro Franceschini, prosegue con successo nei weekend, nonostante le avversità meteo che hanno costretto alla sospensione nell'ultimo fine settimana.
Come era prevedibile, anche memori dell'entusiasmo registrato in occasione della riapertura del monumento alla fine degli anni ‘90, le richieste superano le disponibilità e i rigorosi vincoli di sicurezza.

Una nuova tomba non saccheggiata da Vergina

12 Novembre 2014
Scoperta ad Aegae/Vergina una nuova tomba, non saccheggiata, risalente al periodo di Alessandro Magno. Le offerte sono di grande valore, a partire da un recipiente in bronzo e placcato oro, utilizzato per mescere vino e acqua, e una ghirlanda dello stesso materiale.
A capo degli scavi, Angeliki Kottaridi.
Link: Archaeology News NetworkEkathimerini; Greek Reporter


Offerta formativa per le scuole

12 Novembre 2014

Offerta formativa per le scuole

1415805819953_OffertaFormativa
Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del territorio - Centro per i servizi educativi del museo, diffonde proposte didattiche per le scuole per promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e svolgere attività di educazione, comunicazione e formazione nell'ambito dei beni culturali.Leggere di più


Istituito un tavolo tecnico per le Mura Urbiche dell’Aquila

12 Novembre 2014
L'Aquila_1575

Istituito un tavolo tecnico per le Mura Urbiche dell’Aquila

 
Si è aperto oggi, presso la sede della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggisti dell’Abruzzo all’Aquila, un tavolo tecnico che incrocerà le tematiche inerenti la tutela e valorizzazione del sistema difensivo della cinta muraria dell’Aquila con quelle della riqualificazione delle aree a ridosso della stessa e della ricostruzione privata.
Leggere di più


Firenze, il Ratto delle Sabine di Giambologna andrà agli Uffizi

12 Novembre 2014

FIRENZE, IL RATTO DELLE SABINE ANDRÀ AGLI UFFIZI

320px-Giambologna_raptodasabina

"Il Ratto delle Sabine" del Giambologna, attualmente esposto sotto la Loggia dei Lanzi in piazza della Signora, sarà presto conservato alla Galleria degli Uffizi.
Questa la conclusione a cui è giunto il pool di ricercatori che undici anni fa aveva dato il via, sotto la spinta dell'ex soprintendente Cristina Acidini, alla campagna di monitoraggio sui possibili trattamenti protettivi per salvare uno dei monumenti più
rappresentativi di Firenze. Secondo gli esperti, come riferisce oggi il "Corriere Fiorentino", se il Ratto delle Sabine rimarrà dove si trova attualmente "non potrà essere protetto in maniera soddisfacente".

Leggere di più


Intesa Regione Marche-CNR, nasce infrastruttura Heritage Science

11 Novembre 2014

INTESA REGIONE MARCHE-CNR, NASCE INFRASTRUTTURA HERITAGE SCIENCE PER VALORIZZAZIONE E FRUIZIONE BENI CULTURALI

Presentato oggi alla stampa l'accordo quadro che Regione e Consiglio nazionale delle ricerche hanno sottoscritto il 4 novembre. L'intesa prevede la realizzazione, nelle Marche, della prima infrastruttura di riferimento nazionale di ricerca per l'Heritage Science, destinata alla valorizzazione e alla fruizione dei beni culturali, in particolare per quanto riguarda le soluzioni tecnologiche innovative per il restauro, la diagnostica, la fruizione e la promozione del patrimonio culturale.

Leggere di più