Per i bambini a settembre tanti spettacoli e laboratori gratuiti nelle biblioteche milanesi

ExpoinCittà

Per i bambini a settembre tanti spettacoli e laboratori gratuiti nelle biblioteche milanesi

Molte attività dedicate ai temi dell’Expo Milano 2015, un’occasione per imparare a preparare ricette e conoscere gli ingredienti nel piatto

ballata_modi_carta.jpg

Milano, 29 agosto 2015 – Un settembre ricco di iniziative gratuite per i bambini nelle biblioteche del Comune di Milano. Nell’ambito del palinsesto culturale di ‘ExpoInCittà’ si svolgono diverse attività rivolti ai bambini e alle loro famiglie nelle biblioteche di molti quartieri, come Lambrate, Corvetto, Chiesa Rossa, Torretta e Niguarda.

Leggere di più


Prima edizione Cendic-Segesta 2015: assegnazione premi alla nuova drammaturgia italiana contemporanea

30 Agosto 2015

PRIMA EDIZIONE CENDIC - SEGESTA 2015: ASSEGNAZIONE PREMI ALLA NUOVA DRAMMATURGIA ITALIANA CONTEMPORANEA

Il 30 Agosto 2015 alle ore 19.00 nella suggestiva cornice del Teatro Greco, presso il Parco Archeologico di Calatafimi Segesta, si svolgerà la cerimonia di premiazione del Premio Cendic – Segesta, dedicato alla drammaturgia italiana contemporanea, ideato e promosso dal Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea – Cendic, in collaborazione con il Comune di Calatafimi Segesta, il Calatafimi-Segesta Festival “Le Dionisiache 2015”, il Centro Teatrale Meridionale di Locri e il Teatro Arcobaleno - Centro Stabile del Classico di Roma.
Leggere di più


Sicomoro, cumino e papavero da oppio, introdotti dai Filistei nel Levante

28 Agosto 2015
srep13308-f1
Sarebbero stati i Filistei ad introdurre il sicomoro (Ficus sycomorus), il cumino (Cuminum cyminum) e il papavero da oppio (Papaver somniferum) nell'area dell'odierno Israele, durante l'Età del Ferro (più precisamente, dal dodicesimo al settimo secolo a. C.).
Questi i risultati di una ricerca che si è occupata di un tema molto sentito oggi: quello della biologia delle specie invasive, che causano enormi danni a quelle esistenti in un determinato luogo. E tuttavia non si tratta di un tema nuovo, perché recenti studi hanno messo in evidenza simili casi in antichità.
Lo studio ha preso in esame un database di piante nell'area, per l'Età del Bronzo e del Ferro. E sarebbe proprio quello delle tre specie vegetali in questione, che nell'area dell'odierno Israele non sono presenti se non a partire dall'Età del Ferro, con l'arrivo dei Filistei. Questi non solo portarono con sé le suddette piante, ma furono i primi a sfruttarne altre 70 che beneficiano della presenza umana.
La provenienza delle tre specie vegetali si accorda anche con l'origine della popolazione, uno dei Popoli del Mare provenienti dal Mediterraneo Orientale (Turchia, Mar Egeo, Cipro) e che comparvero nel litorale di Levante attorno al 1200 a. C. L'origine non levantina dei Filistei è anche evidente dalla loro architettura, dalle ceramiche, dalle tecnologie e dai rituali.
Leggere di più


Archeozoologia al Tempio di Artemide presso Efeso

28 Agosto 2015
800px-Ac_artemisephesus
Il Tempio di Artemide ad Efeso era una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico. Da sempre oggetto di interesse degli archeologi, è recentemente divenuta luogo di lavoro anche per l'archeozoologia, visto il gran numero di animali che venivano lì sacrificati.
Ossa e conchiglie ci danno informazioni non solo su riti e società, ma pure su quali animali vivessero a quell'epoca: il pesce noto come Sander, ad esempio, non è più presente nell'area.
Link: Past Horizons
Il sito del Tempio di Artemide ad Efeso, oggi, foto di Adam Carr (at the English language Wikipedia), da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da Nuno Tavares.
 


Puglia Open Days: 29 Agosto alla scoperta delle bellezze di Bari

28 Agosto 2015

OPEN DAYS

ALLA SCOPERTA DELLE BELLEZZE DI BARI.

IN CORTE ZEULI LA MUSICA CLASSICA DEL VIOLINO DI GABRIELE CECI

a9362cee969310ea16b4570a644b0d2edd7978c
 
Il Comune di Bari aderisce a "Puglia Open Days 2015" - il progetto promosso dall'assessorato regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo per promuovere e valorizzare l'offerta turistica della Puglia - con un ricco programma di itinerari turistici gratuiti, che ogni sabato anima le sere d'estate in città.
Leggere di più


29 agosto 2015 sabato sera a Palazzo Reale Apertura straordinaria

28 Agosto 2015

29 agosto 2015 sabato sera a Palazzo Reale Apertura straordinaria dalle 20.00 alle 24 e visita guidata alle ore 21

Galleria degli Specchi
Galleria degli Specchi

Sabato 29 agosto 2015 il Museo di Palazzo Reale sarà straordinariamente aperto dalle 20.00 alle 24.00 e sarà possibile seguire alle ore 21.00 una visita guidata, compresa nel costo del biglietto d’ingresso. All’interno delle sale sarà possibile ammirare le decorazioni, a stucco e ad affresco, i quadri, le sculture, gli arredi e le suppellettili appartenuti alle tre famiglie, Balbi, Durazzo e infine Savoia, che l’hanno abitato nel corso dei secoli. Lungo il percorso sarà inoltre possibile visitare la mostra allestita nella Galleria degli Specchi, La Tavola Reale della Galleria degli Specchi, che espone al pubblico i servizi sabaudi ancora presenti a Genova, tra i quali lo straordinario gruppo di argenti francesi della metà dell’Ottocento acquistato a Parigi dalla Real Casa. Inoltre si potrà ammirare una preziosa scultura di età ellenistica, II-I sec. a.C., raffigurante una Testa virile, forse Attalo III, re di Pergamo, parte della collezione Durazzo, visibile al pubblico per la prima volta dopo un lungo e delicato intervento di restauro.
Leggere di più


Apertura Straordinaria della Galleria Nazionale delle Marche Sabato 29 agosto

28 Agosto 2015

Apertura Straordinaria della Galleria Nazionale delle Marche Sabato 29 agosto 2015 orario 20,00 – 23,30

Per l’apertura straordinaria legata ad EXPO 2015 dell’ultimo sabato di agosto la Galleria Nazionale delle Marche, sarà aperta al pubblico dalle 8,30 alle 23,30 (chiusura biglietteria alle ore 22,30) e, alle ore 21,00 il dott. Claudio Maggini accompagnerà i visitatori in una visita guidata dal titolo “L’origine delle collezioni d’arte della Galleria Nazionale delle Marche”. Le informazioni relative agli orari e alla bigliettazione sono visionabili al link : http://www.artimarche.beniculturali.it/index.php/galleria-nazionale-delle-marche/informazioni-galleria

Come da MIBACT, Redattore Andrea Fiorenza


L'amore per il vino degli antichi Romani

28 Agosto 2015

Gli antichi Romani, amanti del vino

L'autrice del progetto circondata da anfore provenienti dalla parte orientale del Mediterraneo, Museo Archeologico di Batumi. Foto di M. Marciniak
L'autrice del progetto circondata da anfore provenienti dalla parte orientale del Mediterraneo, Museo Archeologico di Batumi. Foto di M. Marciniak
L'Italia è famosa per i suoi vini pregiati da centinaia di anni. Nonostante questo, già più di 2,5 migliaia di anni fa i suoi abitanti importavano bevande fin dalla Grecia. La dott.ssa Paulina Komar, dottorata dell'Istituto di Storia all'Università di Wroclaw investiga perché i Romani, nonostante il gran numero di vigneti propri, importassero vino dagli estremi orientali del Mediterraneo.
Un Romano adulto consumava in media un litro di vino al giorno, che significa che la produzione e la distribuzione della bevanda erano elementi importanti dell'economia antica. L'argomento del consumo del vino nella Repubblica e nell'Impero Romano ha attratto notevole interesse per anni. Fino ad oggi, ad ogni modo, poca attenzione è stata dedicata ai vini importati dal territorio della Grecia. La dott. ssa Paulina Komar ha deciso di riempire questo vuoto. Per il suo progetto intitolato "Greek wines in ancient Italy: consumption, distribution, and social and economic aspects" (Vini greci nell'Italia antica: consumo, distribuzione, e aspetti economici e sociali) ha ricevuto finanziamenti dal Centro Nazionale della Scienza durante il concorso FUGA. Condurrà la ricerca all'Istituto di Archeologia dell'Università Jagiellonica.
Anfora cretese con iscritto il nome del mercante. Foto di Paulina Komar
Anfora cretese con iscritto il nome del mercante. Foto di Paulina Komar

Leggere di più

Una notte al Museo visite serali agli Appartamenti Storici Reggia di Caserta il sabato dalle 20 alle 24

28 Agosto 2015

Una notte al Museo visite serali agli Appartamenti Storici Reggia di Caserta il sabato dalle 20 alle 24

 
Sabato 29 agosto, alle ore 20.30, presso gli Appartamenti Storici, spettacolo musicale con orchestra e danza, in collaborazione con l’Associazione Matres Matutae. “Una Notte al Museo” rientra nel progetto di valorizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo con l'intento di adeguare agli standard internazionali i principali musei italiani tra cui la Reggia di Caserta per rispondere alle esigenze del pubblico e in primo luogo delle comunità locali interessate a fruire della cultura in ore libere da impegni professionali e familiari. Durante le aperture serali, saranno visitabili gli Appartamenti del Settecento e dell’Ottocento, la collezione “Terrae Motus” e la sezione permanente sui “Disegni & Modelli”.
Leggere di più


Sabato notte al museo: percorsi di visita serali a Pompei ed Ercolano dalle 20.00 alle 24.00

28 Agosto 2015

Sabato notte al museo: percorsi di visita serali a Pompei ed Ercolano dalle 20.00 alle 24.00

Ogni sabato sera, da luglio a ottobre agli scavi di Pompei ed Ercolano, sarà possibile partecipare a percorsi di visita appositamente predisposti dalla Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia al costo di 2 euro. Primo appuntamento sabato 11 luglio e a seguire ogni sabato fino al 17 ottobre. Agli Scavi di Pompei i turisti potranno visitare la mostra “Rapiti alla morte. I calchi – La fotografia”, allestita nell’Anfiteatro dell’area archeologica. Sarà inoltre possibile accedere al braccio meridionale della Palestra Grande per visitare l'esposizione di affreschi e reperti provenienti dagli scavi recenti al sito di Moregine alla periferia meridionale dell'antica Pompei. Le visite all'Anfiteatro e alla Palestra saranno contingentate per gruppi di 40 persone. E’ fortemente consigliato, in particolar modo per il sito di Ercolano, di anticipare la propria presenza presso le biglietterie al fine di rientrare nei turni di visita. In caso di elevata affluenza, l’Amministrazione non garantisce l’ingresso a tutti i convenuti e sarà rispettato un rigorosissimo ordine di arrivo.
Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia
via Villa dei Misteri, 2 - 80045 Pompei (NA)
Come da MIBACT, Redattore Andrea Fiorenza