Milano, Chiaravalle. Un mese di eventi all’Anguriera

Riscoprire il borgo intorno all’abbazia

Chiaravalle. Un mese di eventi all’Anguriera

Previsti spettacoli, musica dal vivo e il programma di esplorazioni “Foresta”

anguriera.jpg

Milano, 2 settembre 2015 – Da luogo marginale a centro di sperimentazione di un nuovo rapporto tra città e campagna: grazie alla riqualificazione delle acque del canale Vettabbia e del grande parco agricolo con marcita e frutteto promossa dal Comune di Milano e all’impegno delle tante associazioni attive sul territorio, oggi il borgo di Chiaravalle è diventato un rural-urban district ad alta vocazione culturale.

Leggere di più


Milano: apre la mostra fotografica “Acqua Shock” di Edward Burtynsky

Cultura

Apre la mostra fotografica “Acqua Shock” di Edward Burtynsky

Al Palazzo della Ragione, fino all'1 novembre, un intenso lavoro dedicato all'elemento primario. Sessanta scatti divisi in sette capitoli raccontano la forza della natura

3. Edward Burtynsky. Delta del fiume Colorado n. 8. Saline Bassa California Messico 2012.jpg

Milano, 2 settembre 2015 – Per la prima volta in Europa, dal 3 settembre 2015 all’1 novembre 2015, Palazzo della Ragione Fotografia presenta “Edward Burtynsky. Acqua Shock” il progetto del fotografo canadese (St. Catharines, Ontario, 1955) dedicato all’acqua.

5. Edward Burtynsky. Diga di Xiaolangdi n. 1. Fiume Giallo Provincia di Henan Cina 2011.jpg

Leggere di più


5 Settembre a Palazzo Reale di Genova, apertura straordinaria alle 20:00

2 Settembre 2015

5 settembre 2015 SABATO SERA A PALAZZO REALE Apertura straordinaria dalle 20.00 alle 24 Visita guidata alle ore 21

92951dac69d698b52256096533eb93f2f7b13
Sabato 5 settembre 2015 il Museo di Palazzo Reale sarà straordinariamente aperto dalle 20.00 alle 24.00 e sarà possibile seguire alle ore 21.00 una visita guidata, compresa nel costo del biglietto d’ingresso.

"Icone serbe fra tradizione e modernità" Laboratori artistici per le famiglie

2 Settembre 2015

"Icone serbe fra tradizione e modernità" Laboratori artistici per le famiglie.

La Galleria Nazionale dell'Umbria, in occasione della mostra "Icone serbe fra tradizione e modernità", che rimarrà aperta fino al 25 ottobre 2015, ha organizzato con l'Associazione SiripArte e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia quattro laboratori artistici per famiglie per favorire la comprensione della mostra anche ai più piccoli. Tali incontri sono stati studiati in modo da agevolare quelle famiglie che volessero visitare la mostra assieme ai loro bambini il sabato sera. I laboratori si svolgeranno infatti tutti i sabati di settembre 2015 dalle ore 20.30 alle 22.00 e saranno in inglese ed italiano.
Leggere di più

5 Settembre: una Notte al Museo di Palazzo Ducale a Mantova

2 Settembre 2015

5 SETTEMBRE: UNA NOTTE AL MUSEO DI PALAZZO DUCALE. APERTURE SERALI AL SABATO SERA

Riprendono le aperture serali del complesso museale di Palazzo Ducale: sabato 5 settembre la biglietteria riaprirà alle ore 20.10 fino alle ore 22.50, ultimo ingresso alla Camera degli Sposi ore 23.10. I visitatori dovranno uscire entro le ore 23.45 per consentire al personale di completare le operazioni di chiusura e messa in sicurezza del museo.
Ingresso con biglietto e modalità di visita ordinarie.

Leggere di più


La figura nascosta nel Vecchio in Costume Militare di Rembrandt

31 Agosto - 1 Settembre 2015
Getty_old_man_military_costume
Già a partire dagli anni sessanta del secolo scorso, gli storici dell'arte sapevano che un'altra figura si nascondeva nel dipinto Un Vecchio in Costume Militare, di Rembrandt Harmenszoon van Rijn.
Oggi, grazie a due tecniche di imaging complementari (e all'analisi chimica), un nuovo studio è riuscito a rendere il secondo dipinto, quello nascosto. Il volto della figura sottostante è ricco di mercurio, indicativo dell'utilizzo di un colore vermiglio, mentre il mantello presenta rame, che però non consente di determinare il pigmento. È stato così possibile effettuare una ricostruzione digitale "falsa", la più dettagliata fino ad oggi.
Il pittore era noto per il fatto di riutilizzare i propri lavori. I dipinti "nascosti", sopra i quali sono intervenuti l'autore stesso o altri successivi, sono di grande interesse per gli studiosi, in quanto consentono di rivelare informazioni preziose sul modo di lavorare di un pittore o del suo laboratorio. Ovviamente queste informazioni si cerca oggi di ottenerle senza distruggere o disturbare ciò che è stato dipinto in superficie, ed è sempre più facile grazie a nuove tecniche e tecnologie.
La domanda principale ora rimane la seguente: perché Rembrandt avrebbe abbandonato l'opera iniziale, ruotando il pannello di 180°, e cominciando da capo? Secondo Yvonne Szafran, direttrice della sezione di conservazione dei dipinti del Getty Museum (dove è conservata l'opera), forse il pittore stava lavorando su qualcosa, ebbe un'idea migliore e proseguì verso quella. O forse, cominciò l'opera e la mise da parte per riprenderla in seguito.
Link: Applied Physics A - Springer; The J. Paul Getty Museum 1, 2; The Getty IrisThe History Blog; The Wall Street Journal; Gizmodo
An Old Man in Military Suit, olio su tavola, 1630-1631, dal J. Paul Getty Museum, Pubblico Dominio, via Wikipedia.


ItaliaModerna - New Culture in The Flat

2 Agosto 2015

ItaliaModerna - New Culture in The Flat

d58c93bfee9cb69429af2b851dc5585cd9c082fa

ItaliaModerna - New Culture in The Flat, è un progetto di promozione e informazione su quanto accade già da diverso tempo, in ambito culturale, in tutto il territorio italiano e, in caso specifico, nelle arti visive contemporanee. In collaborazione con il Consolato Generale d’Italia in Scozia e Irlanda Del Nord, Istituto Italiano di Cultura di Edimburgo e In-Art – Art Where You Are, ItaliaModerna è un altro modo per far conoscere tendenze e linguaggi espressivi avant-gard proposti da artisti riconosciuti ed emergenti che testimoniano anche, al di fuori di musei e gallerie
d’arte, attraverso concept e stili spesso inconsueti, l’evoluzione di communities culturali oggi apprezzate soprattutto a livello Internazionale. Questa piccola vernice, ospitata nelle sale del Consolato Generale d’Italia di Edimburgo, è estensione del progetto pilota tuttora in corso nell’appartamento del Console Generale, come contributo istituzionale per la diffusione delle culture italiane in Europa e nel mondo. Lo start-up dell’evento, apprezzato da numerosi rappresentanti del mondo politico, istituzionale ed economico locale, è stato inaugurato ufficialmente dal Console Generale d’Italia, dr. Carlo Perrotta, il 25 agosto alle 22, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia nel Regno Unito, dr. Pasquale Terracciano il quale ha aperto ufficialmente la serata, in seguito al concerto in programma all’Edinburgh International Festival, diretto da Maestro Gianandrea Noseda, ospite d’eccezione, accompagnato dalla European Union Youth Orchestra. Presente anche il Ministro della Cultura scozzese, Fiona Hyslop che ha rilasciato anche la sua testimonianza a favore del valore e impegno delle istituzioni italiane per la continuità del dialogo storico-culturale assiduamente mantenuto con il territorio scozzese.


Cibo e monastero: i consumi alimentari monastici a Bitonto nel XVIII secolo

1 Settembre 2015

Cibo e monastero: i consumi alimentari monastici a Bitonto nel XVIII secolo.

583511071d46967b16ce143d8a410f23d21974b
L’iniziativa prevede una visita guidata dedicata a due dipinti della Galleria Nazionale della Puglia; il primo, opera di Agostino Scilla (Messina,1629 - Roma, 1700), raffigura i Santi Antonio Abate e Paolo Eremita nutriti da un corvo, l’altro, la Natura morta con pollo e utensili da cucina, lavoro del frate agostiniano Nicola Levoli, al secolo Remigio Enrico Policarpo (Rimini, 1728-1801). L’iniziativa proseguirà con una conferenza nella quale si focalizzerà l'attenzione sulle abitudini alimentari monastiche a Bitonto nel XVIII secolo, con particolare riguardo a quelle vigenti nei conventi di San Pietro Nuovo e del Monastero delle Vergini.
Leggere di più


È di Botticelli la chioma di Esmeralda Brandini

27 Agosto 2015
Alessandro_Botticelli_Portrait_of_a_Lady_(Smeralda_Brandini
Dal 5 Marzo al 3 Luglio 2016, si terrà al Victoria and Albert Museum di Londra la mostra Botticelli Reimagined. I curatori del museo, al lavoro sulla stessa, sono però riusciti a sfatare un mito che circonda un'opera del pittore fiorentino.
Bisogna tener presente che per oltre trecento anni le opere di Sandro Botticelli furono in gran parte dimenticate, prima di essere riscoperte nel diciannovesimo secolo. Nel 1865 il poeta e pittore inglese Dante Gabriel Rossetti, tra i fondatori del movimento dei Preraffaelliti, acquisì il Ritratto di Esmeralda Brandini per appena 20 sterline.
Lo stesso Rossetti affermava di aver effettuato modifiche all'opera, una tempera su tavola del 1475, e in particolare si riteneva modificata la chioma rossa della donna. I Curatori del Museo scoprono oggi che in realtà i capelli sono quelli originali, dipinti da Sandro Botticelli. L'intervento di Rossetti sarebbe perciò un mito. Inoltre viene spiegato che quello dei capelli di Esmeralda Brandini non sarebbe rosso, ma biondo veneziano.
Link: The GuardianThe History Blog; Victoria and Albert Museum 1, 2, 3;
Ritratto di Esmeralda Brandini, opera di Sandro Botticelli (Web Gallery of Art:   Image  Info about artwork), da WikipediaPubblico dominio, caricata da Eugene a.
 


Israele: un podio per attirare l'attenzione a Gerusalemme

31 Agosto - 1 Settembre 2015
800px-Second_Temple
Un podio di duemila anni fa, dell'epoca del Secondo Tempio, è stato scoperto a Gerusalemme. Si tratterebbe di un monumento a sé stante, sul quale salire per attirare l'attenzione del pubblico.
C'è indecisione sulla funzione: era forse usata per far proclami o diffondere messaggi, per le aste o per collocare oggetti smarriti: si tratterà della "pietra dei reclami" (NdT: "stone of claims" o "claims stone") della quale parlano la Mishnah e il Talmud?
Link: Israel Antiquity AuthorityIsrael Ministry of Foreign AffairsTimes of Israel; Jerusalem Post; Daily MailLive Science; Discovery News.
Modello del Tempio di Erode dal Museo di Gerusalemme, costruito nel 1966 come parte dell'Holyland model of Jerusalem e ispirato agli scritti di Flavio Giuseppe. Da WikipediaCC BY 3.0, caricata da e di Ariely.