Navigare il Territorio al Porto di Traiano

Navigare il Territorio al Porto di Traiano

dd2971449f31d0f28ae57d15ed1dcfc8a93d95a7

Dal 27 agosto al 30 ottobre Il Parco del Porto di Traiano sarà visitabile gratuitamente: il giovedì, il sabato e la domenica dalle ore 11 alle ore 18.
Sono previste visite guidate, attività didattiche e laboratori per bambini e ragazzi.
Per tutte le informazioni: www.navigareilterritorio.it
Per effettuare una prenotazione è necessario inviare una mail a [email protected]
Navigare il territorio è un progetto della Fondazione Benetton Studi Ricerche, di Aeroporti di Roma e della Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’Area archeologica di Roma in collaborazione con la Città di Fiumicino e la Rete scolastica “Progetto Tirreno – Eco-Schools” di Fiumicino.

Come da MiBACT, Redattrice Sandra Terranova


Estate Romana: appuntamenti dal 2 all'8 Settembre

ESTATE ROMANA 2016

#estateromana2016

39° EDIZIONE

In questa settimana, insieme a musica, cinema e arte, moltissimi appuntamenti teatrali per il pubblico di tutte le età e iniziative dedicate alla riscoperta del patrimonio urbanistico e architettonico di Roma

www.estateromana.comune.roma.it

Appuntamenti dal 2 all’8 settembre

Estate Romana

Roma, 1 settembre 2016

Arte, cinema, eventi multidisciplinari, musica, teatro, attività per bambini: continua la straordinaria offerta dell’Estate Romana 2016. E in questo primo scorcio di settembre risulta particolarmente ricca, diversificata e  di qualità la programmazione teatrale: dal centro alla periferia, dal teatro ragazzi, che in questi giorni è il protagonista  con laboratori, compagnie e spettacoli di assoluto livello nazionale al Parco degli Scipioni, al Teatro Villa Pamphilj, alla Centrale Preneste, ai  progetti di teatro itinerante attraverso luoghi deputati e non, come Accidentes Gloriosus tra il Teatro India e il territorio circostante e  la performance teatrale che percorre i quartieri Alessandrino, Tor tre Teste e Quarticciolo, Come un Cane senza padrone.

Nell’anno del quadricentario, l’Estate romana offre esperimenti teatrali dedicati a Shakespeare nei luoghi simbolici, archeologici e storici della Capitale e un convegno dedicato al rapporto tra il drammaturgo, Roma e “l’antico”. E al Parco degli Aranci va in scena il meglio del Teatro di strada con lo sguardo anche al Teatro Orientale, mentre ai Giardini della Filarmonica la grande tradizione è incarnata dai Solisti con particolare attenzione alle interpretazioni femminili.

L’Estate Romana  2016 presenta in cartellone le manifestazioni selezionate con Avvisi Pubblici curati dall’Amministrazione Capitolina, insieme alla migliore offerta realizzata dalle istituzioni culturali cittadine.  Inaugurano tra le altre in questi giorni due manifestazioni che valorizzano e invitano a conoscere e riflettere sul patrimonio urbanistico e architettonico della città: Aperti per ferie sul Ponte della Musica e Piazza Moretti a Decima.

Leggere di più


Dimensione del cervello e flusso sanguigno nell'evoluzione umana

30 Agosto 2016

Calchi di teschi di ominidi. Da sinistra: Australopithecus afarensis, Homo habilis, Homo ergaster, Homo erectus e Homo neanderthalensis. Photo credit: Roger Seymour. Calchi fotografati nel South Australian Museum.
Calchi di teschi di ominidi. Da sinistra: Australopithecus afarensis, Homo habilis, Homo ergaster, Homo erectus e Homo neanderthalensis.
Photo credit: Roger Seymour. Calchi fotografati nel South Australian Museum.

Un nuovo studio, pubblicato su Royal Society Open Science, ha evidenziato come nell'evoluzione umana vi sia non solo un incremento della dimensione del cervello (attorno al 350%) ma un'incremento relativo al flusso sanguigno per irrorare lo stesso che è persino più rilevante (attorno al 600%).

Antichi teschi fossili sono stati esaminati: essi presentano i fori relativi alle arterie e ci mostrano come il flusso sanguigno si sia incrementato, dai tempi dell'Australopithecus afarensis ai moderni umani.

Come spiega il professore emerito Roger Seymour dell'Università di Adelaide, per permettere al nostro cervello di funzionare ed essere così intelligente, è necessario fornire costantemente ossigeno e nutrienti attraverso il sangue. E più il cervello è metabolicamente attivo, più bisogna fornirgli nutrienti.

Sono visibili le due aperture per le arterie carotidi interne che irrorano il cervello. Photo credit: Edward Snelling. Sourced from the Raymond Dart Collection of Human Skeletons, School of Anatomical Sciences, Faculty of Health Sciences, University of the Witwatersrand.
Sono visibili le due aperture per le arterie carotidi interne che irrorano il cervello. Photo credit: Edward Snelling. Sourced from the Raymond Dart Collection of Human Skeletons, School of Anatomical Sciences, Faculty of Health Sciences, University of the Witwatersrand.

Leggere di più


Roma: Me ne frego! Film documentario di Vanni Gandolfo - Come il fascismo tentò di cambiare la lingua italiana

Incontro nell’ambito della mostra “Roma anni Trenta. La Galleria d’Arte Moderna e le Quadriennali d’arte 1931 - 1935 – 1939” in corso fino al 30 ottobre 2016 alla Galleria d’Arte Moderna di via F. Crispi (Roma)

Me ne frego! Film documentario di Vanni Gandolfo

Come il fascismo tentò di cambiare la lingua italiana

14 Settembre 2016 ore 20.30

a cura di Vanni Gandolfo e Valeria Della Valle 

Produzione Istituto Luce-Cinecittà

image001 (10)

Il film documentario si presenta come un viaggio attraverso la bonifica della lingua italiana tentata dal regime fascista. La storia poco conosciuta di un esperimento destinato a fallire. Il documentario analizza le parole del duce, l’indottrinamento dell’infanzia, la repressione di tutto ciò che era diverso rispetto all’ideale dell’ "italiano nuovo" che doveva adeguarsi al dogma di “credere, obbedire, combattere”.

L'Italia della Marcia su Roma è un paese povero e ignorante che parla una miriade di dialetti e ME NE FREGO parla di questo, di un esperimento di manipolazione messo in atto per uniformare la lingua degli italiani, dimenticandosi che la lingua delle persone non è una divisa che si indossa. Dal 1931 il Luce abolisce la presa diretta, che viene sostituita da una voce narrante ufficiale, la voce del regime.

Questi rarissimi documenti sono il centro di ME NE Frego!, contraltare di un insieme di voci, propaganda e citazioni da testi d'epoca, che raccontano la follia dell’altra inevitabile disfatta del regime, quella sulla lingua degli italiani.

Leggere di più


Milano: al via la decima edizione del festival MITO

Cultura

Al via la decima edizione del festival MITO con un weekend ricco di proposte e concerti diffusi in città

Dedicato a Giorgio Balmas (1927-2006) ideatore di Settembre Musica nel 1978 segnò un'epoca nella cultura torinese

mito_settembre_musica_350.jpg

Milano, 31 agosto 2016 – Prende il via sabato 3 settembre al Teatro alla Scala la decima edizione del festival MITO SettembreMusica 2016 a Milano. Sul palco, la London Symphony Orchestra diretta da Gianandrea Noseda, suo direttore ospite principale per la stagione 2016/17, nonché bacchetta italiana tra le più quotate internazionalmente.

Il programma del concerto d’apertura, come tutti i programmi di MITO, è stato concepito appositamente per il Festival e include alcune tra le più significative partiture sinfoniche del Novecento: i tre schizzi sinfonici di La Mer di Claude Debussy, la Seconda Sinfonia di Rachmaninov e, in prima esecuzione italiana, le trascrizioni di Nikos Christodoulou, presente in sala, di cinque dei 12 Préludes pour piano (Deuxième livre di Debussy  - La Puerta del Vino, ‘General Lavine’ - excentric, La Terrasse des Audiences du Claire de Lune, Hommage à S. Pickwick Esq. P.P.M.P.C. e Feux d’artifice).

Leggere di più


Sisma Centro Italia - Bollettino dell’Unità di Crisi Nazionale del MIBACT - 30 agosto 2016

Sisma Centro Italia - Bollettino dell’Unità di Crisi Nazionale del MIBACT - 30 agosto 2016

Shakemap_Earthquake_24_Aug_2016_Italy

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, tramite le squadre dei tecnici formate dai Segretariati regionali di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che stanno operando sulla base delle linee di intervento stabilite dalla direttiva del Ministro del 23 aprile 2015, ha avviato le attività sul campo del primo rilevamento dei danni al patrimonio culturale provocati dal sisma del 24 agosto 2016. La ricognizione è cominciata a partire dalle località esterne alla zona estesa ai 16 comuni inclusi nel primo elenco del cratere – Arquata del Tronto (AP), Acquasanta Terme (AP), Montegallo (AP), Montefiorino (FM), Montemonaco (AP), Montereale (AQ), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ), Valle Castellana (TE), Rocca Santa Maria (TE), Accumoli (RI), Amatrice (RI), Preci (PG), Norcia (PG), Cascia (PG), Monteleone di Spoleto (PG) – portando a un primo elenco dei beni interessati che è in costante aggiornamento. In particolare, tra le prime segnalazioni, in Abruzzo. in provincia di Teramo, a Campli sono stati rilevati danni alle chiese di San Francesco, San Paolo, San Giovanni nella frazione di Castelnuovo e Santa Maria ad Venales nella frazione di Roiano, alla chiesa di San Michele a Isola del Gran Sasso (TE), alla chiesa parrocchiale di Torano Nuovo (Te), alla Chiesa della Santissima Annunziata di Valle Castellana (TE), a Palazzo Salvini sede del Museo Archeologico di Teramo, al santuario di Santa Maria delle Grazie, alla chiesa di S. Agostino, alla chiesa di Santa Maria in Cartecchio sempre a Teramo e alla chiesa di San Pietro ad Lacum nella omonima frazione. In provincia dell’Aquila danni segnalati alle chiese di San Flaviano, San Pietro, San Cipriano e Madonna delle Grazie a Capitignano, alla chiesa parrocchiale di Montereale nella frazione di Santa Lucia e agli abitati di Cagnano Amiterno e Campotosto, già interessati dal sisma del 2009. Nelle Marche sono in corso le verifiche per il magazzino di ricovero del patrimonio culturale colpito presso il Forte Malatesta di Ascoli Piceno, mentre danni sono segnalati in circa 275 chiese in tutte le province e nella zona rossa si è provveduto a una prima messa in sicurezza della chiesa di Santa Croce a Pescara del Tronto. Nel Lazio i sopralluoghi sono partiti dalle località esterne alla zona rossa e in particolare da Leonessa dove è stata effettuata una ricognizione del monastero di San Giovanni come possibile deposito dei beni del patrimonio ecclesiastico. Domani si verificherà ad Amatrice la possibilità del recupero dal Museo Civico con l’aiuto dei vigili del fuoco e con il presidio dei carabinieri CTPC dell’opera più importante di Nicola Fioltesio, detto Cola dell’Amatrice, presente nella cittadina: la Madonna con Bambino e San Giovannino. In Umbria i sopralluoghi hanno interessato alcune situazioni di maggior rischio per l’incolumità pubblica, ossia il campanile di Castelluccio e la facciata della chiesa di Frascaro, per i quali domani è previsto un intervento di messa in sicurezza con l’assistenza della protezione civile e dei vigili del fuoco.

Come da MiBACT, Redattrice Maria Tiziana Natale

2016 10km SE of Norcia, Italy earthquake map, dello United States Geological Surveyhttp://earthquake.usgs.gov/earthquakes/eventpage/us10006g7d#shakemap, da WikipediaPubblico dominio.