13 Ottobre 2014
Il magnifico mosaico svelato ieri nella seconda camera di Anfipoli non poteva lasciare indifferenti, e difatti la scoperta ha avuto vasta eco sulla stampa internazionale. Tuttavia, alcune domande sono rimaste aperte.
In particolare, la figura dell’auriga, per la quale erano avanzate le ipotesi di Ade e Filippo II di Macedonia: Protothema rileva gli elementi inusuali rispetto alle rappresentazioni del ratto di Persefone, e al contempo che la figura carica verso l’oltretomba (anche questo sarebbe inusuale per un mortale).
Vi è poi, verso il centro del pavimento, una zona circolare che interrompe il mosaico. Per Dorothy King appare improbabile che sia dovuta all’acqua. Nel Question Time, si avanzano ipotesi per spiegarla (la presenza di qualche sostegno o forse di qualche struttura).
Gli scavi, nel frattempo, procedono lentamente e prudentemente nella rimozione dei detriti. Al momento non si sono ancora ritrovate nomi o iscrizioni che possano permettere di attribuire la sepoltura. L’idea che si possa trattare di un cenotaffio o di un heroon è perciò attuale. Segnaliamo infine il sito “The Amphipolis Tomb”, che si arricchisce man mano con le nuove scoperte.
Link: Protothema; Dorothy King’s PhDiva; The Amphipolis Tomb; Greek Reporter; BBC; The GuardianABC News

Write A Comment

Pin It