“Mercoledì con la storia”, IX edizione

Antonio MUSARRA
Acri 1291.
La caduta degli stati crociati


Vi aspettiamo mercoledì 5 aprile 2017, alle ore 18 presso la Libreria Laterza di Bari, per il sesto appuntamento dei Mercoledì con la storia. Al centro del nostro nuovo incontro il volume di Antonio Musarra, Acri 1291. La caduta degli stati crociati (Mulino, 2017).
Grazie al nostro ospite faremo chiarezza nel groviglio di fatti che caratterizzano la questione mediorientale, partendo proprio dalla storia. Partiremo, più precisamente, dal 1291, anno in cui, dopo un drammatico assedio, Acri, «l’opulenta capitale del regno crociato di Gerusalemme», cadde «sotto i colpi d’un giovane ma ambizioso sultano mamelucco»: cessò così, dopo quasi due secoli, la presenza crociata in Terrasanta. In realtà, questo non fu un fatto isolato: il territorio siro-palestinese nel corso del XIII secolo era interessato da molti sommovimenti: era conteso fra «Mongoli e Mamelucchi, Genovesi, Pisani e Veneziani, papi e imperatori, Templari e Ospitalieri, re, regine e reggenti, e difeso da nugoli di crociati sovente indisciplinati» che finirono per decretarne la rovina.
Nel corso della nostra serata conosceremo più da vicino questo «sciame sismico», come lo definisce Franco Cardini nella sua introduzione, che ridisegnò stati, istituzioni e popoli e che ebbe la sua influenza anche sull’Europa. Un Mediterraneo stretto quello di cui ci parlerà Musarra, che si rispecchia direttamente nella nostra contemporaneità: oggi, come allora, Siria, Iraq e regione palestinese, sono percorse da un sommovimento non soltanto economico, ma anche culturale e politico. In questa situazione dalle mille facce, in questo confronto fra presente e passato, saremo guidati abilmente anche da un esperto di geopolitica come Gianni Bonini, vicepresidente del CIHEAM. Modererà l’incontro Giuseppe Losapio.


Antonio Musarra è dottore di ricerca in Storia medievale e Fellow di Harvard (Villa I Tatti). Tra i suoi libri: «La guerra di San Saba» (Pacini, 2009), «Gli Italiani e la Terrasanta» (a cura di; SISMEL, 2014), «Genova e il mare nel Medioevo» (Il Mulino, 2015), «In partibus Ultramaris. I Genovesi, la crociata e la Terrasanta» (ISIME 2017).
Gianni Bonini è direttore di diverse riviste di geopolitica e sviluppo economico e sociale euromediterraneo, vicepresidente del CIHEAM, organizzazione intergovernativa mediterranea che lavora per un miglioramento sostenibile dell’agricoltura e della pesca, per garantire la sicurezza alimentare e nutrizionale e per lo sviluppo di territori rurali e costieri.
Ufficio Stampa
Marilena Squicciarini