“Mercoledì con la storia”, VIII edizione
Raffaele LICINIO
Dalle sante alle streghe:
le donne nel cinema sul Medioevo

13051694_1200774629947661_6394781320384743183_n
Mercoledì 27 aprile 2016 alle ore 18 presso la Libreria Laterza di Bari, in occasione del nuovo incontro dell’ottavo ciclo dei Mercoledì con la storia, che ormai volge al termine, parleremo delle donne nel cinema sul Medioevo. A condurre la serata, con Raffaele Licinio, Vito Attolini, Tiziana Schiavarelli e Dante Marmone.
Come scrive lo stesso Licinio «il cinema – non solo il cinema – non ha il compito di riprodurre né l’intento di spiegare il Medioevo: al contrario, esso lo “reinventa”, lo ricrea ricostruendolo senza vincoli filologici e con una potenza immaginifica senza pari. È, il suo, un tempo “altro” e parallelo rispetto a quello storico, in grado però di sovrapporglisi e oscurarlo sino a risultare a sua volta, nell’immaginario della cultura di massa, il Medioevo “reale”» (Immagini del Medioevo nel cinema). Nel corso della nostra serata, in particolare, scopriremo come il cinema, sin dai tempi del muto, ha rappresentato le figure femminili vissute nel Medioevo: le donne che sono state proclamate sante e quelle che sono state condannate come streghe. Saranno proiettate scene di alcuni film sul tema, letti alcuni brani di commedie e interpretati alcuni personaggi dai nostri ospiti dell’Anonima G.R., Tiziana Schiavarelli e Dante Marmone, che in più occasioni hanno messo in scena nelle loro commedie donne in abiti medievali.
Ad attendervi non ci sarà una rassegna, ma una conversazione a più voci che mirerà a mettere in luce alcuni aspetti fondamentali del rapporto tra cinema e Medioevo e del modo in cui il cinema sin dai suoi esordi, attraverso le figure di personaggi femminili, ha interpretato il Medioevo. Le sorprese non mancheranno: in particolare una, che, forse, non tutti riusciranno a… vedere! Vi aspettiamo numerosi.
Raffaele Licinio è stato docente ordinario di Storia medievale nell’Università di Bari, dove ha diretto il Centro di Studi Normanno-Svevi. I suoi interessi di ricerca sul Mezzogiorno medievale si sono indirizzati principalmente sulla storia delle campagne, sull’incastellamento e su filoni tematici sino a qualche anno fa poco dibattuti dalla storiografia medievistica. Ha fondato, dirige e con numerosi collaboratori cura i siti www.storiamedievale.net, www.mondimedievali.net, www.cinemedioevo.net. Di recente ha curato l’edizione online dell’ebook Immagini del Medioevo nel cinema, vol. I, 2011 (www.cinemedioevo.net/classici/index.htm) e pubblicato con Franco Cardini Il naso del templare (Caratteri Mobili, Bari 2012).
Vito Attolini, critico cinematografico, ha pubblicato numerosi volumi, tra i quali Sotto il segno del film (Bari, 1983), Il cinema di Pietro Germi (Lecce, 1986), Dal romanzo al set (Bari, 1988) ed ha collaborato a volumi collettanei, quali Il cinema di Giuseppe De Santis (Lecce, 1982), Arthur Schnitzler e il suo tempo (Milano, 1983), Lo spazio letterario di Roma antica (Roma, 1991), Il cinema italiano degli anni Ottanta (Lecce, 1992). Collabora a riviste cinematografiche e ai «Quaderni medievali».
Dante Marmone è attore, regista teatrale e musicista. Nel 1974 ha fondato la compagnia teatrale Anonima G.R. (Gruppo Ricerche) proponendo una teatralità popolare e surreale. A fine anni novanta ha intrapreso anche l’attività di attore cinematografico e televisivo, impegnandosi, in ambito televisivo, anche come autore di alcuni programmi e sit-com che gli hanno dato una grande popolarità, come Catene, celebre sitcom su Telenorba.
Tiziana Schiavarelli è un’attrice e autrice barese. Ha iniziato la sua carriera d’attrice teatrale debuttando con la Compagnia “Anonima G.R.”, dalla quale, pur avendo avuto importanti percorsi personali nel cinema e nella televisione, non si è mai allontanata, dando vita a diverse caratterizzazioni comiche su personaggi femminili, spesso con una forte connotazione barese.
 
Testo dall’Ufficio Stampa Associazione Centro Studi Normanno Svevi