Canuto il Grande ~ Re Danese d’Inghilterra

(si ringrazia Susan Abernethy, il cui testo inglese da The Freelance History Writer è stato qui tradotto)
Cnut_the_Great_Obverse Canuto il Grande
Canuto il grande sul dritto di una moneta

Ci sono ben poche informazioni storiche su Re Canuto II di Danimarca e I d’Inghilterra, noto come Canuto il Grande, anche se si tratta del più potente Re nell’Europa settentrionale nei primi anni dell’undicesimo secolo. Fu Re di Danimarca ed Inghilterra, per un certo periodo Re di Norvegia e probabilmente signore di una parte della Svezia.

L’Inghilterra aveva sofferto col debole ed inefficace regno di Etelredo II d’Inghilterra, detto lo Sconsigliato, che durò quasi trentotto anni. Il Regno d’Inghilterra era in rovine e il popolo era pronto per la pace. Dopo la morte del figlio di Re Etelredo II, Edmundo II detto Fiancodiferro, il popolo Inglese approvò il Danese Canuto come proprio Re. Canuto cominciò il suo regno nella paura. Non esitò ad uccidere coloro che provavano a mettere in dubbio la sua autorità.

Alla fine allentò la sua morsa. Legittimò la sua autorità rimuovendo i rivali indigeni, sposando la regina del suo predecessore, mantenendo la continuità di governo e comportandosi in ogni modo come un sovrano giusto ed equo. conquistando il supporto di Danesi e Inglesi, e lo si potrebbe definire il primo Re degli Inglesi.

Gli attacchi vichinghi durante il regno di Re Etelredo II cominciarono negli anni 80 del 900. Nel Novembre del 1002, Etelredo II ordinò il massacro di tutti i Danesi nell’area dell’Inghilterra settentrionale ora nota come Danelaw. Sfortunatamente, la sorella di Re Sweyn I di Danimarca, detto Barbaforcuta, fu uccisa durante il massacro. Come possibile vendetta personale, Sweyn cominciò una duratura campagna contro Etelredo II e gli Inglesi.

Sweyn ebbe un figlio chiamato Canuto, la cui data di nascita si stima tra il  988 e il 995. La madre di Canuto fu molto probabilmente una sorella del Re Polacco Boleslao I, il cui nome non è noto. Le registrazioni non ci dicono nulla dell’infanzia di Canuto, ma le saghe ci dicono che era alto, forte e bello. Quando Canuto crebbe abbastanza, potette unirsi al padre nella campagna in Inghilterra. Sappiamo che venne in Inghilterra nel 1013 e fu lasciato col controllo della flotta nel Nord.

Fu durante questo periodo che prese moglie in un possibile tentativo di rafforzare la sua posizione. Lei si chiamava Ælfgifu, figlia di Ælfhelm che fu Ealdorman (conte) di Northumbria fino al suo assassinio nel 1006. Questa unione non fu mai riconosciuta dalla chiesa ed entro il 1017 la coppia ebbe due figli, Svein (Sweyn) e Aroldo (Harefoot, piede di lepre).

Re Sweyn riuscì ad invadere la maggior parte dell’Inghilterra e, per la fine del 1013, gli Inglesi si sottomisero a lui, che fu nominato Re d’Inghilterra. Etelredo, la sua seconda moglie Emma di Normandia e i loro figli furono costretti all’esilio in Normandia. Il regno di Sweyn durò solo pochi mesi quando questi morì, il 3 Febbraio del 1014. L’esercito proclamò re Canuto ma gli Inglesi invitarono Etelredo a tornare, chiedendogli di promettere di regnare meglio di quanto fatto in precedenza.

Etelredo si comportò, in modo insolito, con velocità e forza, spingendo Canuto e le sue forze oltremare. Canuto decise di non fare pressione a questo punto e ritornò in Danimarca. Sulla via del ritorno, lasciò andare alcuni ostaggi in suo possesso, senza le loro orecchie, mani e naso.

Canuto decise di invadere l’Inghilterra nel Settembre del 1015. Etelredo era malato e suo figlio Edmondo II stava riunendo e guidando l’esercito Inglese per rispondere agli attacchi. Per Natale, le popolazioni del Wessex riconobbero Canuto come Re e pagarono tributo a lui. Il 23 Aprile del 1016, Re Etelredo morì e gli uomini del suo consiglio, insieme ai cittadini di Londra, elessero come re Edmondo. Ma c’erano altri consiglieri, vescovi, abati e ealdorman che elessero Canuto come re, a Southampton.

EdmundIronside_Canutethe_Dane1
Incisione medievale in cui Canuto (a destra) sconfigge Edmondo II detto Fiancodiferro (a sinistra) alla Battaglia di Assandun

Era venuto il tempo per una prova di forza tra i due. Canuto cominciò ad assediare Londra, senza successo, e al contempo i suoi eserciti saccheggiavano e impegnavano Edmondo in diverse battaglie. Lo scontro finale avvenne il 18 Ottobre 1016 ad Assandun, dove Edmondo II fu sconfitto. Molti della nobiltà Inglese morirono in battaglia, ma Edmondo sopravvisse per costituire un altro esercito. Canuto decise di negoziare una tregua temporanea e i due si incontrarono ad Alney. Edmondo avrebbe mantenuto il Regno a Wessex e a Canuto sarebbe andato il resto dell’Inghilterra. Prima del 30 di Novembre, però, Edmondo morì. Fu forse avvelenato o pugnalato sulla base di quanto ordinato da Canuto o di Eadric Streona, Ealdorman di Mercia, o forse fu ferito ad Assandun e morì delle ferite. La conseguenza della sua morte fu che Canuto era ora signore dell’intera Inghilterra.

Canuto era giovane ed inesperto di governo. Divise l’Inghilterra in quattro parti e diede il controllo di questi regni a uomini importanti. L’Anglia Orientale andò al Danese Thorkell l’Alto. Eadric Streona mantenne la Mercia. La Northumbria fu tenuta da Eric di Norvegia e Canuto tenne il Wessex per sé. Inizialmente il regno di Canuto in Inghilterra fu aspro. Prima della fine del 1017, Canuto ottenne che Eadric Streona, insieme ad altri quattro ealdorman, fosse assassinato. Ma non spazzò via la nobiltà sassone perché riconosceva di averne bisogno per mantenere l’apparato di governo istituito che esisteva in Inghilterra.

Al fine di impedire che i figli di Etelredo, Edoardo e Alfredo, sfidassero la sua autorità, sposò la moglie di questi, la regina Emma, nel Luglio del 1017. Il matrimonio con Emma mantenne la continuità con la dinastia precedente: Canuto potette così affidarsi all’esperienza e all’acume politico di lei. Il fatto che egli fosse già sposato avrebbe potuto causare imbarazzo ma lui non abbandonò la prima moglie. Forse Ælfgifu era la sua signora o moglie derivante da un rituale “hand fast” (NdT: così si indica il gesto di legare le mani nella cerimonia) come da tradizione Scandinava. Si è ritenuto che i figli avuti da Ælfgifu fossero gli eredi al trono di Danimarca e Norvegia, mentre quelli avuti da Emma sarebbero stati gli eredi al trono d’Inghilterra. Emma ebbe due figli che sopravvissero a Canuto, un maschio, Harthacnut e una femmina, Gunilde.

Canute_and_Ælfgifu
Gli Angeli incoronano Canuto mentre lui ed Ælfgifu presentano una grande croce d’oro alla Abbazia di Hyde

Nel 1018, Canuto ebbe a combattere circa trenta equipaggi Vichinghi che entrarono in acque inglesi. Canuto non avrebbe mantenuto in Inghilterra un grande e pericoloso esercito, e una flotta, e aveva bisogno di soldi per pagarli. Dato che il governo inglese aveva in atto un meccanismo per raccogliere le tasse, fu in grado di raccogliere 82.500 sterline e retribuire l’esercito, di modo da poter tornare in Danimarca. Ridusse la flotta a quaranta navi. Chiamò quindi un consiglio di Inglesi e Danesi ad Oxford. Le relazioni tra il Danelaw e il resto dell’Inghilterra erano normalizzate. Tutti furono d’accordo a vivere in pace e Canuto accettò di regnare secondo le tradizioni e le leggi in vigore al tempo di Re Edgardo il Pacifico, padre di Etelredo II.

Il fratello di Canuto, Re Aroldo II di Danimarca, morì nel 1018, così Canuto viaggiò in quel paese per reclamare per se stesso il trono, e regolare gli affari lì. Ci furono pochi problemi in Inghilterra durante la sua assenza. Rimase in Danimarca durante gli inverni tra il 1019-1020. Durante la sua permanenza lì, compose e inviò una lettera alla popolazione inglese, promettendo di mantenerla sicura dagli invasori e di rendere esecutive e far osservare le leggi del Paese.

Nel 1020, Canuto convocò un consiglio a Cirencester. Bandì Æthelweard, ealdorman delle provincie occidentali. Non sappiamo perché ma potrebbe aver cospirato contro Canuto. Ci furono problemi tra Canuto e Thorkell l’Alto nel 1021.Canuto proclamò Thorkel fuorilegge e lo bandì, esiliandolo in Danimarca. Nel 1022-3 Canuto fece un altro viaggio in Danimarca dove si riconciliò con Thorkell e lo fece reggente e padrino di suo figlio Harthacnut.

Nel 1023, la Cronaca Anglosassone registra le festività di una cerimonia lunga una settimana, durante le quali i resti di un santo Arcivescovo Anglosassone, Aelfheah di Canterbury furono traslati da Londra a Canterbury e seppelliti nuovamente. Canuto aveva ora fatto ammenda per le sue atrocità del passato e si era riconciliato col popolo inglese.

La Cronaca Anglosassone diventa poi molto silenziosa sul regno di Canuto. Quelle poche informazioni menzionano eventi da luoghi molto lontani. Canuto invase la Svezia nel 1026 e combattè nella battaglia del Fiume Sacro (NdT: battaglia dell’Helgeå). È poco chiaro se perse o vinse la battaglia, ma sembra che governò parte della Svezia per un periodo di tempo. Nel 1028 conquistò la Norvegia e nel 1030 collocò suo figlio Svein e sua moglie Ælfgifu come Re e Reggente lì. Ma Ælfgifu non era una buona governante e per la morte di Canuto nel 1035, lei e suo figlio erano stati cacciati via dalla Norvegia da Re Magnus I di Norvegia.

Nel 1027, Canuto fece un viaggio a Roma per partecipare all’incoronazione dell’Imperatore Corrado II. Il figlio di Corrado, Enrico, avrebbe sposato la figlia di Canuto, Gunilde, nel 1036. Durante la permanenza di Canuto a Roma, questi fu accettato e trattato da pari dagli altri regnanti. Il viaggio fu un successo che ebbe una vasta eco. Avrebbe viaggiato di nuovo a Roma nel 1031.

Canuto si rese conto che aveva bisogno di stabilire buoni rapporti con la chiesa d’Inghilterra, e fece il possibile per andare d’accordo con l’Arcivescovo Wulfstan di York e con l’Arcivescovo Lyfing di Canterbury. Divenne più piò e fece doni munifici alla Chiesa per guadagnarne il favore. Wulfstan e Canuto lavorarono sui codici di leggi già esistenti dei Re Sassoni, aumentandoli e migliorandoli.

Attorno al 1031, Canuto tentò di imporre la sua autorità sulla Scozia e sul Galles. Apparentemente non ebbe troppo successo in Galles ma visitò la Scozia. Non è chiaro se portò con se un esercito o se si trattò di una missione diplomatica. Giunse a un accordo con Re Malcolm II di Scozia e con due altri sovrani minori e ottenne il controllo della Bernicia.

Verso la fine del suo regno, Canuto cominciò ad affidarsi di più ai nobili Inglesi, allo stesso modo che a quelli Danesi. Rese Godwin conte del Wessex e Leofrico ebbe il controllo della Mercia. Ridusse il numero delle navi della sua flotta da quaranta a sedici. Dovette incrementare le tasse in modo significativo per pagare il suo esercito e la flotta e un corpo di guardie del corpo composto da huscarli. Il popolo inglese soffrì del pesante peso della tassazione ma in cambio godette di pace e prosperità economica. Guadagnò il supporto della gente governando secondo la tradizione Anglosassone e facendo osservare le leggi. Fu rispettato e ammirato.

Dopo un regno di diciannove anni, Canuto morì a Shaftesbury il 12 Novembre del 1035. Fu seppellito nella Cattedrale di Winchester. La sua politica di dividere il Regno potrebbe aver indebolito la monarchia, dando ai conti grandi poteri durante le sue assenze dall’Inghilterra. Molto probabilmente avrebbe voluto che gli succedesse il figlio Harthacnut. Al tempo della morte di Canuto, Harthacnut era in Danimarca, intrappolato nel conflitto con Re Magnus di Norvegia, e non avrebbe potuto andarsene senza rischiare di perdere il Regno. La Regina Emma e il Conte Godwin volevano che Harthacnut diventasse Re d’Inghilterra, mentre Ælfgifu e il Conte Leofrico sostennero la causa di Aroldo piede di lepre. I due figli di Æthaelred, Edoardo e Alfredo potevano reclamare il trono. Dato che Harthacnut era trattenuto ed Edoardo e Alfredo erano in esilio in Normandia, gli Inglesi elessero re Aroldo piede di lepre, ma la scena era pronta per un altro conflitto per il trono Inglese.

Letture ulteriori: “Cnut: England’s Viking King 1016-1035” di MK Lawson, “British Kings and Queens” di Mike Ashley, “The Kings and Queens of Anglo-Saxon England” di Timothy Venning, “The Fall of Saxon England” di Richard Humble, voce di Re Canuto nell’Oxford Dictionary of National Biography di MK Lawson.

Immagini:
Canuto il grande sul dritto di una moneta. Foto di PHGCOM (Own work by uploader, photographed at the British Museum), da WikipediaPubblico dominio, caricata da World Imaging.
Incisione medievale in cui Canuto (a destra) sconfigge Edmondo II detto Fiancodiferro (a sinistra) alla Battaglia di Assandun, di Matteo Paris (http://vrcoll.fa.pitt.edu/stones-haa0240/Henry3/Matthew-Paris/Matthew-Paris-pages/Historical-scenes/images/Combat.jpg), da WikipediaPubblico dominio, caricata da Ælfgar.
Gli Angeli incoronano Canuto mentre lui ed Ælfgifu presentano una grande croce d’oro alla Abbazia di Hyde. Proviene dal Manoscritto illuminato, Liber Vitae, 1031, Stowe Ms 944, folio 6, The British Library (Scanned from the book The National Portrait Gallery History of the Kings and Queens of England by David Williamson, ISBN 1855142287.), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Dcoetzee.

Dove i classici si incontrano. ClassiCult è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Bari numero R.G. 5753/2018 – R.S. 17. Direttore Responsabile Domenico Saracino, Vice Direttrice Alessandra Randazzo

Write A Comment

Pin It