Bari: lunedì la sigla del protocollo per l'Ipogeo di Santa Candida

IPOGEO DI SANTA CANDIDA: LUNEDÌ LA SIGLA

DEL PROTOCOLLO TRA IL COMUNE E L’AUTORITÀ DI BACINO

PER IL PROGETTO DI STUDIO

Lunedì 12 ottobre, alle ore 12.30, nella sala giunta di Palazzo di Città, il sindaco Antonio Decaro, il presidente dell’AdBP e assessore regionale Giovanni Giannini e il segretario generale dell’AdBP Antonio Rosario Di Santo firmeranno il protocollo tra l’Autorità di Bacino della Puglia e il Comune di Bari finalizzato ad effettuare una serie di studi e di rilievi sull’ipogeo di Santa Candida.
Il progetto di studio è finanziato dal PO-FESR 2007-2013 - Linea di Intervento 2.3 – Azione 2.3.6 “Miglioramento del sistema dell’informazione, del monitoraggio e del controllo nel settore della Difesa del suolo”. Intervento: “Monitoraggio dei dissesti di carattere geomorfologico del territorio pugliese”.
Tutti i dettagli dell’accordo saranno illustrati lunedì mattina alla stampa a margine della sigla del protocollo.
Testo dall'Ufficio Stampa Comune di Bari


Registrazione 3D delle antichità pachistane

4 Ottobre 2015
Panorama_at_Jaulian_-_Ancient_Buddhist_Monastery_-_Taxila,_Pakistan_-_566-31
Un team composto da Giapponesi e Pachistani ha inaugurato un progetto per la ricostruzione 3D di monumenti e antichità (tra cui quelli a Taxila, nella Lista dei Siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO), anche al fine di contribuire ai restauri e di preservare le informazioni.
Link: The Japan Times
Panorama del Monastero Buddista a Jaulian, Taxila, foto da WikipediaCC BY-SA 2.5, caricata da e di Waqas.usman (Waqas Usman).
 
 
 


Grecia: Diazoma, una piattaforma per i cittadini e la promozione dei monumenti

4 Ottobre 2015
Theatre3
Diazoma è un progetto nato nel 2008 in Grecia, una piattaforma creata dai cittadini per promuovere i monumenti. Tra le attività, quella di completare studi per il restauro da mettere poi in atto grazie a finanziamenti europei.
Negli anni il progetto ha toccato molti monumenti in Grecia, noti e meno noti. Quest'anno l'obiettivo è l'imprenditorialità dei cittadini.

Link: DiazomaArchaeology News Network via Ekathimerini
Il teatro di Eretria, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, caricata da e di Bdubosso.
 


Pubblicato il primo catalogo del Fondo Collegium gesuitico di Gorizia

Pubblicato il primo catalogo del Fondo Collegium gesuitico di Gorizia

Si intitola “La Biblioteca del Collegium Goritiense Societatis Iesu nella Biblioteca Statale Isontina” il volume curato dalla bibliotecaria Giuliana De Simone, con prefazione del direttore della Bsi Marco Menato, appena pubblicato dal prestigioso editore tedesco Valentin Koerner.
Leggere di più


Roma: "Cattive ragazze" dal 10 ottobre e "Concerto per Odysseo" 9 ottobre

"Cattive ragazze" dal 10 ottobre e "Concerto per Odysseo" 9 ottobre

Leggere di più


Roma: il programma di Ottobre di Teatri in Comune

TEATRI IN COMUNE

teatri in comune

Teatro, Musica, Incontri, Mostre, Eventi in programma da ottobre a dicembre

Riparte la programmazione dei Teatri in Comune. Dopo l’avvio della stagione del Teatro del Lido di Ostia, il prossimo 7 ottobre al Teatro Biblioteca Quarticciolo e al Teatro Villa Pamphilij prenderanno il via le attività create in collaborazione con le Istituzioni culturali di Roma e i Municipi.

Leggere di più


Arbitrarietà, Iconicità e Sistematicità nelle Lingue

1 Ottobre 2015
800px-Ancient_Tamil_Script
Il principio di arbitrarietà in linguistica indica il fatto che la forma di una parola non ci dice niente del suo significato. Eppure ci sarebbero prove che questo non sarebbe del tutto vero, che forma e significato siano collegati, e che questo principio non spieghi completamente come funzionano le parole.
Una di queste altre relazioni è l'iconicità, per cui la forma di una parola fornisce indicazioni: ad esempio pumbuluu fa intuire qualcosa che è grasso e non magro. Un'altra relazione è la sistematicità, ad esempio tra suoni e utilizzo grammaticale, per cui i verbi in Inglese sono in media più corti dei nomi. Le tre suddette forme coesisterebbero in una lingua.
Leggere di più


Il contesto ancestrale di ognuno nelle impronte digitali

28 Settembre 2015
800px-Fingerprint_detail_on_male_finger
Un nuovo studio dimostra che è possibile risalire al contesto ancestrale di ognuno, partendo dalle impronte digitali. Si tratta di una scoperta che può avere notevoli applicazioni, sia nel campo della scienza forense che nell'antropologia.
Gli studiosi dicono di aver bisogno di lavorarci su ulteriormente, ma i risultati sembrano già promettenti.
Leggere di più


Roma, Teatro: Villa Dolorosa, tre compleanni falliti

28 Settembre 2015

VILLA DOLOROSA
Tre compleanni falliti
Villa Dolorosa foto2

liberamente tratto da Tre sorelle di Čechov

uno spettacolo di Roberto Rustioni

Leggere di più


Alle origini di cultura e tecnologie

24 Settembre 2015
800px-Stone_axe_hammer_from_Slovenia_ZN_234_3
Come siamo arrivati ad innovare e creare tecnologie complesse? Un nuovo studio cerca di rispondere alla domanda con un esperimento.
Le capacità di ragionamento del singolo sarebbero importanti, ma il gruppo sarebbe in grado di produrre manufatti molto più complessi nello stesso periodo di tempo. I miglioramenti arriverebbero gradualmente, generazione dopo generazione. In queste condizioni c'è una divisione del lavoro, ma ancora limitata.
La differenza tra animali e umani risiede proprio nel fatto che nel gruppo si affronterebbe il problema cercando di risolverlo. E così, se 200 mila anni fa gli strumenti litici sono semplici, 70 mila anni fa si giunge alla cosiddetta complessità culturale e appaiono belle punte di lancia.
Lo studio "The foundations of the human cultural niche", di Maxime Derex & Robert Boyd, è stato pubblicato su Nature.
 
Link: Nature Communications; Arizona State University.
Ascia in pietra da Moravče pri Gabrovki in Slovenia, foto da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Romanm