27 – 28 Luglio 2015
800px-Inner_Mongolia_in_China_(+all_claims_hatched).svg
Una terribile scoperta è avvenuta nell’antica città di Hamin Mangha, l’insediamento preistorico più grande e meglio preservato della Cina, situato nella regione della Mongolia Interna.

In un edificio, classificato come F40, si sono ritrovate 97 vittime di un “disastro preistorico” che probabilmente fu un’epidemia. Gli abitanti ammucchiarono i resti delle vittime in quel luogo, dal momento in cui non riuscirono più a seppellirle. A un certo punto l’edificio crollò e brucio, e i resti si carbonizzarono e in un certo modo deformarono. Per età delle vittime (tra i 19 e i 35 anni) si tratta di una situazione simile a quella ritrovata presso Miaozigou, sempre nella parte nord orientale della Cina.
Due studi sono stati pubblicati, su Chinese Archaeology e sul Jilin University Journal.
Link: Live Science; International Business Times; The Economic Times/Times of India
La regione della Mongolia interna, in Cina. Da WikipediaCC BY-SA 3.0, di e caricata da TUBS (Own work This vector graphics image was created with Adobe Illustrator. This file was uploaded with Commonist. This vector image includes elements that have been taken or adapted from this: China edcp location map.svg (by Uwe Dedering))
 

Write A Comment

Pin It