11 Ottobre 2014
800px-Solvay_conference_1927
La lingua oggi prevalente nella Scienza è l’Inglese: a questa situazione si è giunti però solo nel ventesimo secolo. Il Professor Michael D. Gordin, dell’Università di Princeton, ripercorre questo cammino nella sua ultima monografia, Scientific Babel.
Per secoli il linguaggio della scienza è stato il Latino: il primo a violare questo tabù fu Galileo, e con la metà del diciassettesimo secolo le cose cominciarono a cambiare. All’inizio del ventesimo secolo le pubblicazioni erano in Francese, Inglese e Tedesco, che occupavano una quota più o meno simile.
Fu con la Prima Guerra Mondiale che si ebbe da una parte il boicottaggio degli scienziati Tedeschi e Austriaci, dall’altro la lingua fu persino criminalizzata negli U.S.A. Si giunse così alla situazione attuale.
Link: PRI; BBC News
Solvay conference 1927, foto di Benjamin Couprie, da WikipediaPublic Domain, caricata da Túrelio.

Write A Comment

Pin It