Contemporaneamente Roma 2018

Arte, cinema, teatro, danza, esplorazioni urbane

Appuntamenti dal 19 al 25 ottobre

Roma, 18 ottobre 2018 – Entra nel vivo la terza edizione di Contemporaneamente Roma 2018, manifestazione dedicata alla produzione culturale contemporanea con numerosi appuntamenti di arte, teatro, danza, fotografia ed esplorazioni urbane. Già da questa settimana numerose saranno le proposte delle istituzioni cittadine che si andranno ad affiancare agli eventi degli operatori culturali selezionati attraverso l’Avviso Pubblico di Roma Capitale.

Contemporaneamente Roma 2018 è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale ed è realizzata in collaborazione con SIAE e con i principali enti e istituzioni culturali della città. Le attività di comunicazione sono realizzate con il supporto di Zètema Progetto Cultura.

La settimana inizierà con l’inaugurazione della XIII edizione della Festa del Cinema di Roma a cura della Fondazione Cinema per Roma, che tra gli appuntamenti in programma proporrà due “Incontri Ravvicinati”:sabato 20 ottobre alle ore 16 nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della MusicaJonathan Safran Foerpresenterà al pubblico la sua opera approfondendo il rapporto fra letteratura e cinema. Domenica 21 ottobre alle 18.30 al MAXXI sarà la volta di Pierre Bismuth, artista poliedrico vincitore di un premio Oscar per la migliore sceneggiatura incontrerà il pubblico per parlare del suo rapporto con il cinema. Al mondo del cinema guarda la mostra Michelangelo Antonioni: raccontare l’incomunicabilità dedicata al grande maestro ferrarese e organizzata da A.E.A. srlallestita fino al 9 novembre nella Galleria Monte Santo vicino Piazza Mazzini. L’esposizione oltre a ripercorrere la carriera del regista attraverso immagini di alcuni suoi film (Deserto Rosso,L’AvventuraLa NotteL’Eclisse), indaga le tematiche culturali e sociali care all’autore anche grazie al supporto di alcuni incontri a tema. Come quello sull’incomunicabilità nei rapporti sociali in programma venerdì 19 ottobrealle ore 11. Dal 24 al 26 ottobre al Nuovo Cinema Aquila saranno protagonisti i filmakers nella manifestazioneThe 48 Hour Film Project. Verranno proiettati i cortometraggi della durata di 7 minuti ciascuno realizzati in soli 48 ore nell’ambito della XII edizione del contest internazionale organizzato dall’Associazione Culturale Le Bestevem.

Da giovedì 19 a domenica 21 ottobre al Teatro Argentina andranno in scena le ultime quattro repliche dello spettacolo Afghanistan, con la regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani, costituito da due parti: Il grande gioco ed Enduring freedom. Un affresco storico che racconta il complesso e spesso fallimentare rapporto tra l’Occidente e il Paese mediorientale. Domenica 21 ottobre alle ore 18, invece, al Teatro del Lido di Ostia laE.sperimenti Gdo Dance Company presenterà lo spettacolo di danza Per…Inciso con le coreografie di Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Federica Galimberti. L’Italia vista attraverso la voce dei suoi cantautori dagli anni ‘60 ad oggi.

Fino al 21 ottobre al Teatro India sarà di scena lo spettacolo Reparto Amleto scritto e diretto da Lorenzo Collalti, con Luca Carbone, Flavio Francucci, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto. Una attualizzazione del classico shakespeariano ambientata ai giorni nostri in un ospedale psichiatrico.

Fino a sabato 20 ottobre ogni sera alle ore 21 al Teatro Tor Bella Monaca è di scena lo spettacolo Tra la polvere dei resti di Laura Nardinocchi e Francesco Gentile, con Leonardo Bianchi e Francesco Capalbo. È la storia di due migranti che condividono la stessa condizione sociale in una angusta casa. Nell’ambito della XVII edizione di TREND nuove frontiere della scena britannica, unica rassegna in Italia interamente dedicata alla drammaturgia inglese, al Teatro Belli andrà in scena sabato 20 e domenica 21 ottobre lo spettacolo Jordan di Anna Reynolds e Moira Buffini, con Federica Rosellini, regia Francesca Manieri e Federica Rosellini, mentreda mercoledì 24 a sabato 27 ottobre viene invece rappresentato My Brilliant Divorce di Geraldine Aron, con Francesca Bianco, regia Carlo Emilio Lerici. Giovedì 25 ottobre alle ore 18 per il “Ciclo proiezioni Digital Theatre”, in lingua originale senza sottotitoli, viene proiettato Beautiful Thing di Jonathan Harvey, con Zaraah Abrahams, Jake Davies, Oliver Farnworth, Danny-Boy Hatchard, Suranne Jones. Regia Nikolai Foster.

In programma anche tre mostre fotografiche durante questa settimana di Contemporaneamente Roma 2018.Sabato 20 ottobre al Museo di Roma in Trastevere aprirà al pubblico l’antologica Lisetta Carmi, la bellezza della verità, prima mostra pubblica a Roma dedicata alla fotografa genovese e al suo lungo lavoro realizzato tra gli anni Sessanta e Settanta in Italia e in giro per il mondo. Esposti oltre 170 scatti con opere conosciute e inediti presentati per l’occasione. Fino al 26 ottobre al Mattatoio di Testaccio si potrà apprezzare invece Photo IILA, mostra che celebra i 10 anni del Premio IILA Fotografia rilasciato da IILA – Organizzazione internazionale Italo-latino americana con una selezione dei progetti delle edizioni precedenti e i lavori realizzati a Roma dai vincitori degli anni passati. In corso fino al 9 novembre alle Officine Fotografiche la mostra Resolution 808 – Inside the Yugoslavia Tribunal curata da Pinup srl sull’esperienza pionieristica del Tribunale Penale Internazionale per la ex Jugoslavia (ICTY) istituito nel 1993.

Palazzo delle Esposizioni, oltre alla mostra in corso Pixar 30 anni di animazione, con oltre 400 opere tra disegni, sculture, bozzetti, collage e storyboard dell’universo creativo della Pixar, domenica 21 ottobre è in partenza la rassegna Giappone a colori, che presenta due mostre dedicate all’illustrazione giapponese: Nihon no Ehon – Libri dal Giappone con una selezione di 50 libri illustrati per bambini e l’esposizione delle tavole originali del libro Mukashi Mukashi. C’era una volta in Giappone. dedicate alla produzione e tanti eventi collaterali. Una serie di eventi speciali, incontri e presentazioni arricchiscono la rassegna.

Da lunedì 22 a sabato 27 ottobre appuntamento con la terza edizione di Rome Art Week, rassegna annuale promossa da KOU Associazione Culturale, dedicata all’arte contemporanea della città di Roma con la partecipazione di 154 tra gallerie d’arte, fondazioni, istituzioni, associazioni culturali, accademie e istituti italiani e stranieri.

Da giovedì 25 ottobre nel Museo delle Civiltà all’Eur, nell’ambito del progetto Alla Fine della Città. Narrazioni, viandanze e immagini nelle periferie, a cura dell’Associazione Culturale Ti con Zero, sarà allestita l’installazione artistica Periscopi, con fotografie di Giovanni De Angelis, il reportage in mp3 di Carola Susani ed il libro installazione di Fernanda Pessolano.

Ultimi giorni invece (chiude il 21 ottobre), per vedere nella Sala Santa Rita, l’opera site specific Linee e Punti No. 1 dell’artista tedesco Robert Henke, pensata appositamente per questo spazio espositivo nell’ambito del RomaEuropa Festival 2018.

Il percorso di formazione Dominio Pubblico: Millennials A(r)T Work dell’Associazione Culturale Dominio Pubblico rivolto a ragazzi under 25, impegnati, per tutto ottobre e novembre, nella raccolta di video-interviste e fotografie nei quartieri Marconi, Trullo e Corviale. Per partecipare è aperta una call fino all’8 dicembre sul sitodominiopubblicoteatro.it.

Il programma completo e gli aggiornamenti su tutte le manifestazioni in programma, sul sitowww.contemporaneamenteroma.it e sull’account social CulturaaRoma su Facebook, Twitter e Instagram o al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19). L’hashtag ufficiale della rassegna è #contemporaneamenteroma.

 

 

PROGRAMMA 19 – 25 OTTOBRE

 

 

ESPLORAZIONI E PERCORSI URBANI

L’Associazione Culturale Ti con Zero propone da giovedì 25 ottobre il progetto Alla Fine della Città. Narrazioni, viandanze e immagini nelle periferie. Un modo per conoscere Roma più lentamente, più profondamente, più culturalmente, guardandola con gli occhi di un urbanista, di una scrittrice, di un attore, di un fotografo, lungo un itinerario che parte dal centro e camminando o pedalando arriva al mare, attraversando i Municipi VIII, IX e X. Da giovedì 25 ottobre nel Museo delle Civiltà all’Eur è allestita l’installazione artistica Periscopi, con fotografie di Giovanni De Angelis, il reportage in mp3 di Carola Susani ed il libro installazione di Fernanda Pessolano. Periscopi tratta l’attualità, è un viaggio caleidoscopico nelle periferie metropolitane, uno sguardo sulla vita quotidiana (visitabile fino al 17 novembre, da martedì a domenica ore 8-19).

Prosegue per tutto ottobre e novembre il percorso di formazione Dominio Pubblico: Millennials A(r)T Work organizzato dall’Associazione Culturale Dominio Pubblico e rivolto a ragazzi under 25, che – attraverso una call aperta fino all’8 dicembre – costituiranno un teamwork che affiancherà un gruppo di street artist nella produzione artistica di un progetto urbano volto a raccontare la storia dei quartieri Marconi, Trullo e Corviale attraverso video-interviste, creazioni artistiche e materiale fotografico. La documentazione raccolta tra ottobre e novembre verrà presentata nell’evento pubblico Open MA(r)T in programma dal 6 all’8 dicembre al Teatro India e nei quartieri coinvolti. Info www.dominiopubblicoteatro.it

MUSICA

 

Nell’ambito di Incontri Festival 2018, diretto da Luigi Cinque e organizzato da MRF5 srl,  venerdì 19 ottobre alle ore 21 alla Libreria Fahrenheit in piazza Campo de’ Fiori, presentazione del libro Kunzertu 77 18 di Luigi Cinque, musicista, regista, artista crossmediale e scrittore (Edizioni Zona Music Books e Hypertext O’Rchestra). Il volume è un diario di bordo, di incontri con persone straordinarie, gente di folk, di etnica, di classica orientale, di contemporanea e di jazz, storie di musica e di musicisti. L’autore proporrà alcune letture concerto con la presenza di ospiti a sorpresa. Ingresso libero.

 

DANZA

 

Per la rassegna Oscillazioni, a cura dell’Associazione Culturale Il Triangolo Scaleno, il cui programma di danza, teatro e musica è inserito all’interno della 12^ edizione di Teatri di Vetro festival delle arti sceniche contemporanee, prosegue intanto la fase di preparazione e costruzione dei formati performativi e degli spettacoli. C’è tempo fino al 4 novembre per candidarsi all’Open Call on-line rivolta alla selezione di dieci cittadini/amatori per la performance Lo Spazio Delle Relazioni della compagnia Sonenalé e del coreografo Riccardo Fusiello. Lo stage intensivo del coreografo previsto con i dieci selezionati sarà realizzato il 10 novembre al Teatro del Lido di Ostia. Tutte le info sono reperibili alla pagina https://www.facebook.com/events/257304598311348/

Domenica 21 ottobre alle ore 18 al Teatro del Lido di Ostia la E.sperimenti Gdo Dance Company presenta lo spettacolo di danza Per…Inciso con le coreografie di Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Federica Galimberti. L’Italia vista attraverso la voce dei suoi cantautori dagli anni ‘60 ad oggi. Uno spettacolo che dice musica, canta movimento e danza parole e che mette d’accordo generazioni diverse con vissuti ed emozioni analoghe.

 

TEATRO

 

Venerdì 19 ottobre dalle ore 10 alle 17 al Teatro Villa Pamphilj ultimo appuntamento con il Laboratorio teatrale “Where is this sight?” di Roberto Latini, teorie e riflessioni pratiche dalla scena contemporanea e su come costruire e decostruire l’occasione scenica.

Ancora in scena al Teatro Argentina lo spettacolo Afghanistan, regia di Ferdinando Bruni e Elio De Capitani, costituito da due parti: Il grande gioco ed Enduring freedom. Lo spettacolo è un affresco storico che racconta il complesso e spesso fallimentare rapporto tra l’Occidente e il Paese mediorientale, terreno di scontro che da sempre occupa una posizione strategica nello scacchiere mondiale. Un esperimento di drammaturgia teatrale a più voci, diviso in 13 stazioni che il Tricycle Theatre di Londra, importante fucina di teatro politico inglese, ha commissionato ad altrettanti autori tra i più interessanti della scena anglofona. Un’occasione di teatro per ripercorrere una storia fatta di modernizzazioni e fondamentalismi, di democrazia e colpi di stato, di libertà e guerre, ingerenze straniere e invasioni/invadenze delle superpotenze mondiali (Inghilterra, Unione Sovietica, Stati Uniti).

Venerdì 19 e sabato 20 ottobre alle 21, domenica 21 ottobre maratona con Il grande gioco (ore 16) ed Enduring Freedom (ore 20).

Fino al 21 ottobre al Teatro India è di scena, con la sua ironia travolgente ed energia creativa, lo spettacolo Reparto Amletoscritto e diretto da Lorenzo Collalti, con Luca Carbone, Flavio Francucci, Cosimo Frascella, Lorenzo Parrotto. Il classico shakespeariano viene scomposto e attualizzato, collocando la vicenda di Amleto ai nostri giorni, in un ospedale psichiatrico, in cui il Principe di Danimarca si è recato in preda ad un attacco isterico. Questo Amleto “malato”, su una sedia a rotelle, delirando, blaterando pensieri filosofici, citazioni colte e vicende della sua famiglia, si ritrova tra due portantini, un romano e un lucano, ai quali è stato affidato e posto sotto sorveglianza di un rigoroso dottore, seriamente preoccupato e deciso a diagnosticare la patologia che affligge questo “speciale” paziente. In una dimensione metateatrale, allora, il teatro, con i propri meccanismi, si rivela sulla sua stessa scena, che culmina in una sorta di varietà corale (da martedì a domenica ore 20; sabato ore 21.30).

Fino a sabato 20 ottobre ogni sera alle ore 21 al Teatro Tor Bella Monaca è di scena lo spettacolo Tra la polvere dei resti di Laura Nardinocchi e Francesco Gentile, regia Laura Nardinocchi, con Leonardo Bianchi e Francesco Capalbo. E’ la storia di due migranti che condividono la stessa povera e stretta abitazione. Lontani dalla loro terra, dalla loro famiglia. Inseriti in un paese che li mette al confine e che non si accorge dei loro desideri, dei loro bisogni.

Nell’ambito della XVII edizione di TREND nuove frontiere della scena britannica, l’unica rassegna in Italia interamente dedicata alla drammaturgia inglese, al Teatro Belli sabato 20 e domenica 21 ottobre alle 21 va in scena Jordan di Anna Reynolds e Moira Buffini, con Federica Rosellini, regia Francesca Manieri e Federica Rosellini, in collaborazione con Trilly Produzioni. In una stanza vuota un’unica voce, quella di Shirley, una donna giovane ma non più giovanissima, interroga per tutto il tempo un’entità che non le risponde e che lei chiama Jordan. L’ex compagno? Il suo bambino? Dio? Da mercoledì 24 a sabato 27 ottobre ogni sera alle 21 viene invece rappresentato My Brilliant Divorce di Geraldine Aron, con Francesca Bianco, regia Carlo Emilio Lerici. Angela è una donna di mezza età. Suo marito Max l’ha lasciata per una giovane amante. La figlia si è trasferita in un’altra città. Rimasta sola, in compagnia del suo cane Dexter, Angela deve imparare a fare i conti con la sua nuova condizione di “single involontaria”. Giovedì 25 ottobre alle ore 18 per il “Ciclo proiezioni Digital Theatre”, in lingua originale senza sottotitoli ad ingresso gratuito, viene proiettato Beautiful Thing di Jonathan Harvey, con Zaraah Abrahams, Jake Davies, Oliver Farnworth, Danny-Boy Hatchard, Suranne Jones. Regia Nikolai Foster. A Thamesmead quartiere operaio a Sud di Londra, Jamie è un adolescente solitario che vive con la madre Sandra e nasconde la propria omosessualità. Ste vive con il fratello, uno spacciatore, e con il padre alcolista; una notte il fratello lo picchia così tanto che Sandra è mossa a compassione e decide di tenerlo in casa con sé per qualche giorno. Tra i due ragazzi si instaurerà un rapporto conflittuale che porterà Jamie a dover confessare la propria sessualità a sua madre. Produzione ripresa dal Digital Theatre presso l’Art Theatre di Londra.

 

CINEMA

 

Entra nel vivo la XIII edizione della Festa del Cinema di Roma a cura della Fondazione Cinema per Roma. Tra gli appuntamenti selezionati per l’edizione 2018 di Contemporaneamente Roma, ci saranno questa settimana due Incontri Ravvicinati. Il 20 ottobre alle ore 16 il romanziere e saggista Jonathan Safran Foer parlerà della sua opera al pubblico della Sala Petrassi approfondendo il rapporto fra letteratura e cinema. Autore di bestseller venduti in tutto il mondo, Safran Foer ha investigato nelle memorie e nell’attualità della società contemporanea con “Ogni cosa è illuminata” e “Molto forte, incredibilmente vicino” (da cui sono stati tratti due film), ha approfondito questioni etiche e ambientali di straordinario rilievo nelle pagine di “Se niente importa”, e ha affrontato successivamente, con “Eccomi”, il tema della famiglia e dell’identità ai nostri giorni. Domenica 21 alle ore 18.30, invece, sarà la volta dell’incontro con Pierre Bismuth, autore di mostre e videoinstallazioni che combinano, in modo rivoluzionario, generi e linguaggi. In collaborazione con Videocittà all’interno del MAXXI Bismuth parlerà del suo rapporto con il cinema partendo da Se mi lasci ti cancello, l’opera che lo ha consacrato grazie alla vittoria del Premio Oscar per la sceneggiatura, fino ad arrivare al suo debuttato alla regia con il lungometraggio, sospeso fra fiction e realtà, Where is Rocky II?. Per La Festa in città si potranno anche apprezzare le opere della mostra La prigioniera di Marina Sagona allestita da Fondaco in via della Frezza. Attraverso una serie di disegni e sculture e anche con un’opera sonora, l’artista racconterà i tormenti e la claustrofobia dei rapporti sbagliati.

 

Venerdì 19 e domenica 21 ottobre all’Ex Dogana a San Lorenzo, si terrà la seconda fase del contest internazionale The 48 Hour Film Project, organizzato dall’Associazione Culturale Le Bestevem. Tutti i filmakers che si sono iscritti a questa XII edizione del contest sfidandosi nella realizzazione di un cortometraggio di 7 minuti in sole 48 ore, dovranno consegnare i loro lavori (venerdì dalle 17.30 alle 19.30 e domenica dalle 18 alle 20.30). Tutti i cortometraggi prodotti verranno poi proiettati al Nuovo Cinema Aquila (via Aquila 67) nei giorni dal 24 al 26 ottobre dalle 19.30 alle 23. Le proiezioni sono gratuite e aperte a tutti. Maggiori info sul sito  https://www.48hourfilm.com/it/rome-it.

Prosegue fino al 9 novembre, nella Galleria Monte Santo, a pochi passi da Piazza Mazzini, la mostra Michelangelo Antonioni: raccontare l’incomunicabilità, dedicata al maestro ferrarese e organizzata da A.E.A. srl. L’esposizione, costituita da pannelli di grande formato relativi ad alcuni film del grande regista (Deserto RossoL’AvventuraLa NotteL’Eclisse), si pone l’obiettivo della divulgazione di tematiche culturali e sociali direttamente trasmesse dalla sua ineguagliabile filmografia. Tematiche che vengono affrontate in una serie di incontri-dibattiti come quello di venerdì 19 ottobre alle ore 11 dedicato all’incomunicabilità nei rapporti sociali. La mostra è visitabile da lunedì a sabato ore 9.30-19.30 ad ingresso gratuito.

ARTE

 

Fino al 21 ottobre, nella Sala Santa Rita, nell’ambito del RomaEuropa Festival 2018 è allestita Linee e Punti No. 1, un’opera site specific pensata appositamente per lo spazio di via Montanara. Robert Henke, artista, musicista e ingegnere informatico tedesco ha creato un vero e proprio dialogo tra l’architettura e un organismo elettronico animato dai laser e dal suono. Fasci di luce accarezzano le pareti, punti e griglie saltano sul pavimento e cercano di comprendere, in una danza algoritmica senza fine, i meccanismi che rendono vivo lo spazio (visitabile da martedì a giovedì ore 16-20; venerdì e sabato ore 16-23; domenica ore 11-19).

Da lunedì 22 a sabato 27 ottobre appuntamento con la terza edizione Rome Art Week, rassegna annuale promossa da KOU Associazione Culturale, che offrirà al pubblico una panoramica della proposta di arte contemporanea della città di Roma attraverso eventi gratuiti in spazi espositivi, open studio di artisti professionisti e progetti culturali. Vi partecipano 154 tra gallerie d’arte, Fondazioni, Istituti di cultura e Accademie, aprendo le loro porte alle inaugurazioni, ai finissages, ai talk e alla promozione di artisti attraverso numerosi eventi. Per guidare il pubblico nella moltitudine di eventi fruibili, noti critici, curatori e operatori del settore forniranno il loro punto di vista sui partecipanti e sugli eventi delineando percorsi omogenei ed evidenziando le eccellenze della manifestazione. In programma visite guidate gratuite durante tutto l’arco della manifestazione in orari e percorsi differenti che attraversano tutta la città anche con appuntamenti serali. Schede dei partecipanti, calendario degli appuntamenti giornalieri, visite guidate e mappa interattiva sul sito web  www.romeartweek.com.

L’Azienda Speciale Palaexpo ospita a Palazzo delle Esposizioni sono in corso tre mostre in contemporanea. Fino al 30 gennaio 2019 è esposta la mostra Pixar 30 anni di animazione, curata da Elyse Klaidman e da Maria Grazia Mattei per l’edizione italiana. Con oltre 400 opere tra disegni, sculture, bozzetti, collage e storyboard, e una ricchissima selezione di materiali video, l’esposizione è un vero e proprio viaggio negli Studios e nell’universo creativo della Pixar. Da domenica 21 ottobre al 6 gennaioprende il via, ad ingresso libero, la rassegna Giappone a colori, che presenta due mostre: al Bookshop è allestita la mostra Nihon no Ehon – Libri dal Giappone con una selezione di 50 libri illustrati per bambini pubblicati negli ultimi cinque anni. La mostra, a cura di Yukiko Hiromatsu e Yasuko Doi, è organizzata dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dal Japanese Board on Books for Young People (JBBY) in occasione del 150esimo anniversario di relazione diplomatica tra l’Italia e il Giappone. Nello spazio Forum sono invece esposte le tavole originali del libro Mukashi Mukashi. C’era una volta in Giappone nato dalla collaborazione tra Fondazione Štěpan Zavřel e Franco Cosimo Panini in occasione della 35esima edizione della mostra “Le immagini della fantasia a Sarmede”. Illustratori giapponesi – Susumu Fujimoto, Kotimi, Junko Nakamura e Satoe Tone – e italiani – Mara Cozzolino, Philip Giordano, Simone Rea e Valeria Petrone – sono stati chiamati a dare forma alle più belle fiabe della tradizione nipponica, riscritte dalla penna di Giusi Quarenghi. Una serie di eventi speciali, incontri e presentazioni arricchiscono la rassegna. Tutte le mostre in corso sono visitabili domenica, martedì, mercoledì e giovedì ore 10-20; venerdì e sabato ore 10-22.30.

Molte sono le iniziative settimanali proposte dal Macro Asilo curato da Giorgio De Finis. Tra le più interessanti l’incontro con l’artista Francesca Fini che dopo aver realizzato un autoritratto, una performance e alcuni incontri di videoarte eseguirà, come ultimo tassello del suo intervento, un video il prossimo 19 ottobre. Lo stesso giorno Carlo Ratti, docente del Massachusetts Institute of Technology di Boston, parlerà dell’”internet of things”, ovvero la rivoluzione digitale che pervade il quotidiano mentresabato 20 Calum Storrie porterà la sua lezione dal titolo  “Allagate i musei, la bellezza si trova in strada” e Pablo Echaurren, protagonista di questo primo mese di apertura, eseguirà una performance. Altre performance in programma domenica 21 ottobrecon Cassata Drone e martedì 23 con Antoni Muntadas che proporrà la sua attesissima lezione sulla metodologia del progetto. Nell’ambito degli appuntamenti domenicali con Macroletture il 21 ottobre Tommaso Pincio leggerà “Il dono di saper vivere”, romanzo, diario e saggio.

FOTOGRAFIA

 

Per gli appassionati di fotografia al Mattatoio di Testaccio si può visitare Photo IILA, mostra che celebra i 10 anni del Premio IILA Fotografia rilasciato da IILA – Organizzazione internazionale Italo-latino americana con una selezione dei progetti delle edizioni precedenti e i lavori realizzati a Roma dai vincitori degli anni passati (visitabile fino al 26 ottobre da martedì a domenica ore 14-20).

In corso alle Officine Fotografiche all’Ostiense la mostra fotografica Resolution 808 – Inside the Yugoslavia Tribunal curata da Pinup srl per il Festival della Diplomazia. Un percorso fotogiornalistico di Martino Lombezzi, Jorie Horsthuis con la curatela di Daria Scolamacchia che racconta l’esperienza pionieristica del Tribunale Penale Internazionale per la ex Jugoslavia (ICTY) istituito nel 1993 con la risoluzione 808 del Consiglio di sicurezza dell’ONU (visitabile fino al 9 novembre da lunedì a venerdì ore 10.00-13.30 / 15.30 – 19.30).

Al Museo di Roma in Trastevere sabato 20 ottobre apre al pubblico la mostra Lisetta Carmi, la bellezza della veritàprima mostra pubblica a Roma dedicata alla fotografa, nata a Genova nel 1924, e al suo lavoro ventennale, realizzato tra gli anni Sessanta e Settanta in Italia e in giro per il mondo in Paesi come Israele, Afghanistan, India e America Latina. Esposti oltre 170 scatti con opere conosciute e inediti presentati per l’occasione (visitabile fino al 3 marzo da martedì a domenica ore 10-20; la biglietteria chiude alle 19).

INFO PER IL PUBBLICO

Web www.contemporaneamenteroma.it

Tel 060608 (tutti i giorni ore 9-19)

Facebook  www.facebook.com/culturaaroma

Twitter https://twitter.com/culturaaroma

Instagram www.instagram.com/culturaaroma

#contemporaneamenteroma

 

 

Testo e immagine da Ufficio Stampa Contemporaneamente Roma 2018 – Zètema Progetto Cultura