A Palazzo della Ragione di Mantova, Depero automatico acrobatico, la mostra di un futurista inesauribile, oltre che attualissimo, ancora nei tempi che stiamo vivendo.
L’esposizione mantovana apre al pubblico dal 7 settembre 2022 al 26 febbraio 2023, ed è a cura di Nicoletta Boschiero, responsabile della Casa d’Arte Futurista Depero, fondata dall’artista nel 1919 a Rovereto.

Depero automatico acrobatico Giuseppe Fraccalvieri
Foto di Giuseppe Fraccalvieri

Quella di Depero a Mantova è una mostra attuale perché evidenzia – già dal solo fatto di esistere – il continuo e mai risolto dibattito in seno alla società italiana sul superamento dei traumi dell’epoca fascista, e lo fa in piena campagna elettorale.
Attuale perché l’arte di Depero è totale: l’artista, esponente del secondo futurismo, si cimentò ovunque fosse possibile, spaziando dalla scultura alla pittura, dall’editoria al teatro, fino alla pubblicità.
Attuale perché così come centrale è il linguaggio pubblicitario ai nostri giorni, così lo è nell’arte di Fortunato Depero (sempre affiancato dalla moglie Rosetta Amadori, grafica pubblicitaria), che sarà sempre associata a grandi aziende e marchi come Campari.
Una mostra attuale per il culto della velocità e la passione per gli automi, in un’epoca di viaggi nello spazio, robotica, AI e machine learning.

Gallery Depero automatico acrobatico foto © Silvia Talarico Photography

Discussioni “attuali” sono suscitate anche dai relatori nella presentazione del 6 settembre. Dopo Nicoletta Boschiero, che ha raccontato il grande viaggio di Fortunato Depero, l’a.d. di Electa, Rosanna Cappelli, ha espresso il piacere di tornare a lavorare così dopo i tempi più bui della pandemia, evidenziando la continuità delle mostre a Mantova, che prima di Depero hanno visto altre grandi figure “eccentriche” del Novecento, Marc Chagall e Georges Bracque.

Vittorio Sgarbi, Presidente del MART (Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) ha sottolineato come i tempi cambino: lo stesso Depero, che accusava la Biennale di Venezia di censurare lui e il futurismo, viene oggi accolto a Mantova, una città governata da un sindaco di centrosinistra, testimoniando come l’arte possa essere indipendente dalla politica.
Un plauso è poi andato ad Electa per il catalogo e per la grafica di Depero automatico acrobatico.

Per Mattia Palazzi, sindaco di Mantova, con questa mostra su Depero continua il processo di valorizzazione di Palazzo della Ragione, che guarda al passato per costruire il futuro della città, con uno spazio da dedicare alle avanguardie. Il sindaco non ha mancato di citare come anche a Palazzo del Podestà sia destinato un futuro di recupero e valorizzazione.

Gallery – foto di Giuseppe Fraccalvieri

Passiamo agli allestimenti. Si viaggia da Capri, a Parigi, a New York, dagli “arazzi”, ai disegni, alle sculture, alla pubblicità. Innumerevoli le tecniche e le materie utilizzate. I pannelli informativi sono chiari ed esaustivi, l’illuminazione permette di cogliere tutti i dettagli.
Come spiegato da Vittorio Sgarbi, Depero automatico acrobatico ripercorre i momenti essenziali della vita dell’artista (fino al 1938).
Prima di questa mostra vi fu quella dell’anno scorso al MART di Rovereto. Quell’esposizione di grande successo costituisce un punto di partenza riproposto in parte con un’ideazione in esclusiva a Mantova e in parte con Depero mito presente, che si terrà a Palazzo Riso a Palermo a partire dal 2 ottobre 2022.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Electa Editore (@electaeditore)

In conclusione, Depero automatico acrobatico a Palazzo della Ragione di Mantova è una tappa da non perdere per chiunque abbia perso la mostra di Rovereto e voglia conoscere davvero un grande, eccentrico e controverso protagonista del Novecento. Non siamo di fronte a una mostra tetra o noiosa: non mancano le raffigurazioni naturalistiche, le curiosità e persino i momenti di spirito, che lasceranno un sorriso sulla bocca del visitatore.

Locandina per pubblicità evaporatori Wedekind [1928]. Stampa tipografica, 18X22cm © Silvia Talarico Photography
Il fatto che Depero automatico acrobatico cominci proprio in concomitanza coll’apertura del Festivaletteratura appare una scelta intelligente: per i tanti che saranno a Mantova in questi giorni, sarebbe davvero un peccato non passare da Palazzo della Ragione e perdere il grande viaggio di Fortunato Depero.

Depero automatico acrobatico Giuseppe Fraccalvieri
Foto di Giuseppe Fraccalvieri

Depero automatico acrobaticoArticoli correlati:

Depero automatico acrobatico: mostra a Palazzo della Ragione, Mantova

Þegi þú, Týr, þú kunnir aldregi bera tilt með tveim; handar innar hægri mun ek hinnar geta, er þér sleit Fenrir frá.

Write A Comment

Pin It