9 Dicembre 2014
Il grande successo di questa sesta Domenica al museo del Ponte dell’Immacolata in Campania, Veneto, Piemonte.

GRANDE NUMERI ALLA REGGIA DI CASERTA PER IL WEEKEND DELL’IMMACOLATA

Oltre 10.000 visitatori alla Reggia di Caserta nella ricorrenza dell’Immacolata, quest’anno coincidente con il ponte festivo che ha aperto il periodo delle celebrazioni natalizie.
Significativo l’afflusso registrato il 7 dicembre, in coincidenza con la prima domenica del mese a ingresso gratuito nei musei nazionali, con 8.771 visitatori (1.200 in più rispetto alla prima domenica di novembre), che collocano la Reggia al secondo posto dopo il Colosseo nella classifica dei siti più visitati d’Italia.
Il Complesso vanvitelliano si è confermato come “grande attrattore” culturale e turistico anche l’ 8 dicembre con 2.071 biglietti staccati, quadruplicando il numero di ticket emessi il giorno dell’Immacolata del 2013.
Particolarmente gradite sono risultate le iniziative organizzate dalla Soprintendenza domenica scorsa con il tutto esaurito nei quattro appuntamenti in programma che prevedevano visite guidate e performaces artistiche in luoghi di grande suggestione, come la Cappella Palatina, il Teatro di Corte, lo spazio espositivo denominato Quadreria e il Torrione nella parte alta della cascata nel Parco reale.
I visitatori muniti di smartphone e tablet hanno poi avuto la possibilità di raccontare sulle pagine “social” la loro giornata a “Corte”, condividendo con l’hashtag #allaReggiaconNoi foto e commenti sulle pagine del Palazzo Reale.
A tal proposito il profilo facebook del Monumento continua ad essere tra i più cliccati dei musei italiani con quasi 41mila “mi piace” e punte di circa 200mila contatti settimanali.
La tendenza al rialzo dei visitatori è confermata anche dai dati sull’affluenza che dal mese di luglio fanno segnare un incremento medio delle presenze del 15% rispetto al 2013.

Grande affluenza di visitatori nei musei statali piemontesi, durante il ponte dell’Immacolata (6-7-8 dicembre 2014)

In occasione del Ponte dell’Immacolata (6-7-8 dicembre 2014), i musei statali piemontesi sono stati tra le mete preferite dei numerosi turisti che hanno scelto di visitare Torino e i suoi dintorni. A primeggiare è stato il Polo Reale di Torino che ha registrato ben 13.447 presenze, con grande successo per il percorso di fasti barocchi e collezionismo dinastico articolato tra Palazzo Reale, Armeria Reale, Museo Archeologico e Galleria Sabauda, insieme alla rassegna sull’Avanguardia Russa nello spazio espositivo di Palazzo Chiablese e alla mostra dedicata ai disegni di Leonardo presso la Biblioteca Reale.
A sollecitare questa straordinaria affluenza ha contribuito la recente apertura della Galleria Sabauda nella nuova sede della Manica Nuova di Palazzo Reale, dove possono essere ammirati oltre 800 dipinti tra capolavori di scuola italiana, fiamminga e olandese, anche con la possibilità di accedere a schede di approfondimento tramite l’utilizzo della tecnologia dei QR Code.
Notevole il numero di visitatori pure a Villa della Regina, sulla precollina torinese, con 899 presenze, e al Castello di Racconigi, in provincia di Cuneo, che ha accolto quasi 1.000 persone.
Il successo ottenuto restituisce una significativa conferma al ruolo del Polo Reale di Torino quale centro catalizzatore di flussi culturali e turistici, con un riscontro pienamente positivo agli intervenenti promossi dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte.

Domenica al museo: grande successo al Museo Nazionale Villa Pisani di Stra.

Si è rinnovata anche per quest’anno la partecipazione del Museo Nazionale Villa Pisani di Stra, in consegna alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso diretta dall’arch. Antonella Ranaldi, ai Progetti Nazionali di Valorizzazione, progetti promossi dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In particolare, il museo ha aderito alla Giornata Nazionale dell’Archeologia, del Patrimonio Artistico e del Restauro che nella giornata di domenica 7 dicembre ha riscosso un notevole successo di pubblico e di gradimento. Sono infatti 1.200 i visitatori accorsi a Villa Pisani ad ammirare gratuitamente le sale recentemente restaurate all’interno del percorso del museo diretto dall’architetto Giuseppe Rallo, accompagnati in ben 4 visite guidate – al completo già nelle prime ore del mattino – ed effettuate dal personale museale attraverso la Sala da pranzo del seguito, le cosiddette “Sale Savoia” allestite nel periodo in cui era stato previsto un soggiorno di re Vittorio Emanuele II, la Camera della regina di Svezia: tutti ambienti restaurati negli ultimi anni a cura del Funzionario Ileana Della Puppa e dove il personale stesso del museo ha svolto il proprio servizio di custodia con una prestazione lavorativa extra al fine di garantire la tutela del patrimonio museale. Inoltre per tale specialissima occasione il museo ha aperto straordinariamente le Scuderie settecentesche nel parco, progettate da Gerolamo Frigimelica: solitamente non accessibili al pubblico, esse conservano ancora le colonnine in marmo rosso di separazione dei box dei cavalli sulle quali erano collocati 24 vivacissimi ritratti lignei dei cavalli dei Pisani scolpiti nel Settecento, uno dei quali, anch’esso recentemente restaurato, è stato esposto appositamente al pubblico di Villa Pisani. Si verifica quindi anche per questa ennesima “prima domenica del mese a ingresso gratuito” un riscontro più che positivo da parte delll’utenza museale, in particolar modo se associata a progetti di valorizzazione che il pubblico dimostra ancora una volta di aderire con entusiasmo.
Come da MIBACT 1, 2, 3; Redattori Renzo De Simone e Laura Brancato