24 Novembre 2015

Resti di un imponente muro del Medio Regno scoperti ad Avaris

———————————————————————————————————

12247149_439576322914184_427168568838440108_n
Il Ministro delle Antichità, dott. Mamdouh Eldamaty, ha dichiarato la scoperta di un imponente muro nell’area di Tell el-Dab’a / Avaris- nel Governatorato di Sharqeya  (Delta del Nilo). Il muro data al tardo Medio Regno e potrebbe essere quello di un’antica città che non ancora scoperta finora. Il muro è stato dissotterrato durante recenti scavi effettuati dalla Missione dell’Istituto Archeologico Austriaco presso Il Cairo, a Tellel-Dab’a / Sharqeya.
Eldamaty ha affermato che questo scavo contribuirà molto a rivelare i segreti di uno dei principali periodi della storia egizia, perché Avaris era una delle più grandi città dell’Egitto, un importante insediamento portuale e la capitale degli Hyksos nel Secondo Periodo Intermedio. Ha anche aggiunto che l’area ha ancora bisogno di molti ricercatori, perché oggi i suoi resti sono perlopiù coperti da terre agricole.
Secondo il resoconto della Missione: “Il muro è spesso più di sette metri e lungo almeno 500 metri. È stato costruito con mattoni sabbiosi di colore giallo-biancastro, ed è situato sulla cima di un banco di sabbia naturale. È allineato alla lunga e profonda depressione ad est, che può essere interpretata come un porto. Il muro era molto probabilmente un muro cittadino, che controllava l’accesso tra questa depressione e i quartieri densamente popolati della città ad ovest.”
Link: Ministry of Antiquities – Egypt
Traduzione dal Ministero delle Antichità Egizie. © Ministry of Antiquities, Ufficio Stampa: scritto da Asmaa Mostafa sulla base dei resoconti della Missione, tradotto da Eman Hossni. Il Ministero delle Antichità Egizie non è responsabile dell’accuratezza della traduzione in Italiano. Foto del Ministero delle Antichità Egizie.