16 Aprile 2015

EL DOTOR DEI MATI

Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia

Giovedì 23 Aprile alle 18.00 all’interno della mostra “I volti dell’alienazione” di Roberto Sambonet, uno spettacolo a ingresso gratuito racconta la nascita della neurologia ospedaliera a Venezia sullo sfondo della rivoluzione di Franco Basaglia nel mondo della psichiatria

di e con Claudia Fontanari, regia di Sara Greco Valerio

Per l’occasione alle 17.30 i curatori saranno presenti per una visita guidata

“E ora, to cugino el gera mato o no?”
“Mah, dipende … dipende da cossa ti intendi par mato”
 
Giovedì 23 Aprile alle 18.00 all’interno della mostra I volti dell’alienazione  il Museo di Roma in Trastevere, in collaborazione con l’Associazione “Insieme a Monteverde”, ospita lo spettacolo a ingresso gratuito El dotor dei mati. Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia che narra, attraverso il racconto di un medico a sua nipote, la nascita della neurologia ospedaliera a Venezia sullo sfondo della rivoluzione di Franco Basaglia nel mondo della psichiatria.
“In anni di cambiamenti e scontri di ideali, una rivoluzione che non sapeva di essere tale è filtrata tra le mura dei manicomi italiani facendole lentamente sbriciolare e posare a terra come macerie pronte a far nascere qualcosa di nuovo. Una lotta che parte da un pensiero nella mente di Franco Basaglia e che culmina in una legge che porta il suo nome. Intorno a questa storia italiana si ramificano altri percorsi come quello di Diego, un medico che arriva a Venezia a inizio anni ’60 per costruire un nuovo reparto, quello di neurologia. Passo dopo passo, costruendo, scavando, immaginando, sperimentando, Diego scopre che la linea che separa il matto dal sano non è poi così netta. Nei rapporti con la città, con i medici, con i malati o i considerati tali, prende forma un nuovo modo di pensare e di agire. La storia di un nonno raccontata alla nipote, che intreccia il percorso di un grande cambiamento nella storia d’Italia.”
Sarà l’occasione anche per vedere o rivedere la mostra I volti dell’alienazione grazie ad una visita guidata condotta dai curatori a partire dalle ore 17.30. L’esposizione, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e da La Società della Ragione, onlus impegnata sui temi del carcere, della giustizia e dei diritti umani e sociali, con la collaborazione dell’Archivio pittorico Roberto Sambonet e di StopOPG, è aperta al pubblicofino al 3 maggio 2015. A cura di Franco Corleone e Ivan Novelli, raccoglie 40 disegni e 70 studi dell’artista e designer milanese Roberto Sambonet e vuole dare il proprio contributo alla campagna di sensibilizzazione che ha portato a stabilire, il 31 marzo scorso, la definitiva chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari.
Attraverso i ritratti che l’artista ha realizzato tra il 1951 e il 1952 nel manicomio di Juqueri, a cinquanta chilometri da San Paolo in Brasile, l’esposizione racconta e indaga il complesso fenomeno del disagio mentale.
Giovedì 23 Aprile alle 18.00
“El dotor dei mati – Storia di un neurologo a Venezia, dalle fondamenta alla legge Basaglia”
Durata 1 h 05’
Museo di Roma in Trastevere, Piazza S. Egidio, 1B
Info
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)
www.museodiromaintrastevere.it
www.museiincomune.it, www.societadellaragione.it
Testo fornito da Ufficio Stampa Zètema