9-12 Novembre 2014
Ad Anfipoli uno scheletro praticamente intatto riposava al di là delle sfingi, delle cariatidi e del mosaico, discendendo dalla terza camera. È delle ultime ora la sensazionale scoperta che dà un ulteriore senso alle splendide decorazioni della tomba. I resti verrano ora esaminati da specialisti, mentre gli scavi continueranno perché la collina di Kasta nasconde ancora molti segreti.
8,9 metri sono stati misurati dalla volta della terza camera al fondo, dove si trovava una bara in legno, con chiodi in ferro e rame. Si rincorrono ora le ipotesi circa l’identità dello scheletro. Per Dorothy King, se maschio, si tratterebbe di Efestione, o forse addirittura di Alessandro Magno. I corpi di entrambi potrebbero essere tornati in Macedonia dopo la more. Le altre possibilità riguardano Olimpiade d’Epiro (che però sarebbe sepolta a Pidna), Rossane, Cassandro. Deve necessariamente trattarsi di una figura di primaria importanza, visto che la tomba è la più grande finora ritrovata in Macedonia, col maggior quantitativo di marmo.
Negli ultimi giorni Anfipoli era stata consegnata ai geologi, perché questi fornissero una tomografia della collina di Kasta.
Link: Ministero della Cultura Greco; Protothema 1, 2, 3, 4, 5, 6; Dorothy King’s PhDiva 1, 2, 3; Discovery News; Greek Reporter;  Enikos 1, 2, 3, 4; Ekathimerini 1, 2; BBC; Archaeology News Network.

Write A Comment

Pin It