11 – 18 Giugno 2015
800px-Cochon_Corse-du-Sud
Nel Galles meridionale, a Llanmaes, si sono ritrovati resti animali relativi a banchetti della prima Età del Ferro. La grande predominanza di arti anteriori suini ha però fatto emergere domande circa la rilevanza sociale dell’attività, che era probabilmente un evento della comunità in un’epoca di transizioni.
Si tratta di oltre 70 mila frammenti d’ossa, la più grande raccolta nel Galles, con prevalenza (80%) di parti suine, e in particolare relative dell’arto anteriore destro. Si consideri che all’epoca la pecora e la vacca erano prevalenti come fonte di cibo, mentre il maiale non era favorito. Si tratterebbe perciò di una selezione, e di ricorrenze con uno specifico significato per i partecipanti.

Lo studio “Feasting on fore-limbs: conspicuous consumption and identity in later prehistoric Britain”, di Richard Madgwick e Jacqui Mulville, è stato pubblicato su Antiquity – a review of world archaeology.
Link: Antiquity – a review of world archaeology; University of Cardiff; Past Horizons
Maiale nella Corsica Meridionale, foto da Wikipedia, CC BY-SA 3.0, caricata da e di Myrabella.
 

Write A Comment

Pin It