14 Settembre 2015
Gregory_lake
L’analisi al radiocarbonio de resti dei fuochi da campo in Australia ha permesso di determinare la popolazione nell’area a partire da 35 mila anni fa.
Questa sarebbe aumentata fino ai 25 mila anni fa, per poi stabilizzarsi o declinare, in particolare durante l’Ultimo Massimo Glaciale (da 25 a 13 mila anni fa), durante il quale il clima divenne più arido e la temperatura di dieci gradi più bassa. I fuochi da campo cominciarono a riemergere poi a partire dai 13 mila anni fa, con il riemergere della stagione umida settentrionale.
Sembrerebbe anche che durante questi periodi gli aborigeni cominciarono ad utilizzare tecniche che li rendevano meno vulnerabili rispetto alle risorse immediatamente disponibili

Lo studio “A continental narrative: Human settlement patterns and Australian climate change over the last 35,000 years”, di Alan N. Williams, Peter Veth, Will Steffen, Sean Ulm, Chris S.M. Turney, Jessica M. Reeves, Steven J. Phipps, Mike Smith, è stato pubblicato su Quaternary Science Reviews.
Link: Quaternary Science Reviews; Science Network Western Australia
Il Lago Gregory o Paraku, foto della NASA (STS051) (http://eol.jsc.nasa.gov/sseop/EFS/photoinfo.pl?PHOTO=STS051-76-93), da WikipediaPubblico Dominio, caricata da Bulwersator.
 

Write A Comment

Pin It