4 Marzo 2015
 

IN ITALIA, 14.000 BENI CULTURALI ESPOSTI A RISCHIO FRANE E 28.483 AD ALLUVIONI SOLO A ROMA, POTENZIALE DEGRADO SU 3660 MONUMENTI

800px-Piazza_Navona_1
ISPRA E ISCR al lavoro per sorvegliare e combattere i danni.
I beni culturali di composizione calcarea a Roma (architettonici, archeologici, statue e fontane) al momento riportati nella Carta del Rischio del Patrimonio Culturale (ISCR) sono circa 3600, mentre quelli con composizione bronzea sono 60: entrambe le tipologie sono principalmente collocate nel centro della capitale. Nonostante la potenziale aggressività territoriale di Roma sia risultata relativamente bassa, la perdita di superficie – quantificata attraverso la realizzazione di “mappe di danno” – è risultata essere compresa tra 5,2 e 5,9 micron l’anno per il marmo e 0,30 e 0,35 micron l’anno per il bronzo. Questi alcuni dei dati diffusi oggi dall’ISPRA e dall’ISCR, che hanno illustrato i loro 15 anni di attività congiunta, in cui hanno messo in comune conoscenze e dati per migliorare le informazioni relative all’impatto dell’ambiente sui beni culturali e per implementare quelle sull’interazione tra le opere d’arte e il territorio in cui esse sono collocate, al fine di programmare le attività di manutenzione di un bene e gli eventuali interventi di restauro.
Roma, 3 marzo 2015
Fonte dati: ISPRA / ISCR

Come da MIBACT, Redattore Renzo De Simone
Piazza Navona, foto da WikipediaCC BY-SA 3.0, foto di e caricata da Myrabella.
 

Write A Comment

Pin It