15 – 16 Dicembre 2015
Wolf_on_alert
Le origini del cane domestico (Canis lupus familiaris) sono da lungo tempo oggetto di discussioni a livello accademico: c’è chi li ritiene originari del Medio Oriente, chi dell’Europa e chi dell’Asia Orientale.
Una nuova ricerca rientra proprio in quest’ultima categoria, e ritiene – attraverso lo studio del DNA – che si sia giunti a una conclusione definitiva: il cane domestico deriva dal lupo grigio (Canis lupus), addomesticato probabilmente in Cina attorno ai 33 mila anni fa.
I cani dell’Asia Orientale meridionale hanno la più elevata diversità genetica e sono geneticamente più vicini al lupo. Le popolazioni di cani e lupi avrebbero cominciato a divergere quindi attorno ai 33 mila anni fa, con la diffusione globale dell’animale che avvenne attorno ai 18 mila anni fa. Non è chiaro invece l’esatto percorso che portò i cani pienamente addomesticati a diffondersi 15 mila anni fa.
Non è il primo lavoro in questo campo di Peter Savolainen (tra gli autori della ricerca), dell’Istituto Reale di Tecnologia svedese KTH: i suoi precedenti lavori si basavano sul DNA mitocondriale, ma furono negati da altri che però non includevano il DNA dei cani provenienti dall’Asia Orientale meridionale. Se il cane si fosse originato lì, perciò, non sarebbero stati in grado di rilevarlo.
[Dall’Abstract:] L’origine e l’evoluzione del cane domestico rimangono una questione controversa per la comunità scientifica, con aspetti di base come il luogo e la data dell’origine, e il numero di volte in cui i cani furono domesticati, che restano aperti nella disputa. Utilizzando intere sequenze genomiche da un totale di 58 canidi (12 lupi grigi, 27 cani primitivi da Asia e Africa, e una collezione di 19 diversi incroci da tutto il mondo), si è scoperto che i cani dell’Asia Orientale meridionale possiedono una diversità genetica significativamente maggiore, se confrontata ad altre popolazioni, e sono il gruppo maggiormente di base in relazione ai lupi grigi, indicando un’antica origine dei cani domestici nell’Asia Orientale meridionale 33 mila anni fa. Attorno a 15 mila anni fa, un sottoinsieme di cani ancestrali cominciò a migrare verso il Medio Oriente, l’Africa e l’Europa, arrivando in Europa attorno a 10 mila anni fa. Una delle stirpi asiatiche migrò pure indietro verso l’est, creando una serie di popolazioni mescolate con stirpi asiatiche endemiche nella Cina settentrionale, prima di migrare nel Nuovo Mondo. Per la prima volta, uno studio svela lo straordinario viaggio che il cane domestico ha svolto sulla terra.

Lo studio “Out of southern East Asia: the natural history of domestic dogs across the world”, di Guo-Dong Wang, Weiwei Zhai, He-Chuan Yang, Lu Wang, Li Zhong, Yan-Hu Liu, Ruo-Xi Fan, Ting-Ting Yin, Chun-Ling Zhu, Andrei D Poyarkov, David M Irwin, Marjo K Hytönen, Hannes Lohi, Chung-I Wu, Peter Savolainen e Ya-Ping Zhang, è stato pubblicato su Nature – Cell Research.
Link: Nature – Cell Research; AlphaGalileo via KTH; Past Horizons; UPI
Un lupo grigio (Canis lupus) da Ardahan in Turchia. Foto da WikipediaCC BY 3.0, caricata da Mariomassone.