LETTERATURE

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ROMA

Mercoledì 24 giugno 2015 ore 19.00

Casa delle Letterature – Piazza dell’Orologio 3

 #PREMI

 Incontro con i finalisti del Premio Viareggio – Rèpaci 2015 e con la vincitrice del premio internazionale Viareggio-Versilia

image003 (7)


Nell’ambito di LETTERATURE Festival Internazionale di Roma, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma – Dipartimento Cultura, con l’ideazione e direzione artistica di MARIA IDA GAETA, mercoledì 24 giugno 2015 alle ore 19 presso la Casa delle Letterature si svolge l’incontro con gli autori finalisti delle sezioni di narrativa e poesia Premio Viareggio – Rèpaci 2015  (Paola Capriolo, Antonio Scurati, Maurizio Torchio, Franco Buffoni, Luigi Fontanella, Giovanni Parrini), e con Jhumpa Lahiri, vincitrice del premio internazionale Viareggio-Versilia.
 
Le terne finaliste
per la narrativa : Paola Capriolo , Mi ricordo, Giunti
                             Antonio Scurati, Il tempo migliore della nostra vita, Bompiani
                             Maurizio Torchio, Cattivi, Einaudi
per la poesia  :    Franco Buffoni, Jucci, Mondadori
                             Luigi Fontanella, L’adolescenza e la morte, Passigli
                             Giovanni Parrini, Valichi, Moretti &Vitali  
 
Presentano e intervistano gli autori finalisti quattro giurati del premio: Maria Pia Ammirati, Ennio Cavalli, Giuseppe Leonelli e Gabriele Pedullà.
 La presidente Simona Costa presenta la vincitrice del Premio Internazionale Viareggio – Versilia 2015,  la scrittrice statunitense di origini bengalesi Jhumpa Lahiri, per il suo libro italiano In altre parole (Guanda, 2015), in cui parla del suo rapporto d’amore con la nostra lingua.
 
La cerimonia finale di premiazione si terrà a Viareggio sabato 29 agosto 2015, dove verranno proclamati i tre supervincitori e Jhumpa Lahiri riceverà il Premio Internazionale “Viareggio-Versilia”, assegnatole all’unanimità dalla Giuria.
 
Gli autori:
Jhumpa Lahiri è nata a Londra nel 1967 da genitori bengalesi ed è cresciuta negli Stati Uniti, dove vive. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti: Premio Pulitzer, PEN/Hemingway Award, Frank O’Connor International Short Story Award e Guggenheim Fellowship. Nel 2012 è stata nominata membro dell’American Academy of Art and Letters. Da L’omonimo è stato tratto il film di Mira Nair Il destino del nome.
 
Paola Capriolo, nata a Milano nel 1962, ha esordito come narratrice nel 1988 con la raccolta di racconti La grande Eulalia (Feltrinelli), alla quale sono seguiti numerosi romanzi, a partire da Il nocchiero (Feltrinelli, 1989), Il doppio regno (Bompiani, 1991) e Vissi d’amore (Bompiani, 1992), sino ai più recenti Una di loro (Bompiani, 2001), Qualcosa nella notte (Mondadori, 2003), Una luce nerissima (Mondadori, 2005), Il pianista muto (Bompiani, 2009) e Caino (Bompiani, 2012). Le sue opere hanno vinto importanti premi letterari e sono tradotte in molti paesi stranieri.
Antonio Scurati (Napoli 1969) è ricercatore alla Iulm di Milano e membro del Centro studi sui linguaggi della guerra e della violenza. Ha scritto i saggi Guerra. Narrazioni e culture nella tradizione occidentale (2003, finalista al Premio Viareggio) e Televisioni di guerra (2003). Bompiani ha pubblicato, in versione aggiornata, il suo romanzo d’esordio Il rumore sordo della battaglia (2006, Premio Fregene, Premio Chianciano), i saggi La letteratura dell’inesperienza (2006), Gli anni che non stiamo vivendo (2010), Letteratura e sopravvivenza (2012) e i romanzi Il sopravvissuto, con cui l’autore ha vinto la XLIII edizione del Premio Campiello, Una storia romantica (2007, Premio SuperMondello),Il bambino che sognava la fine del mondo, finalista al Premio Strega 2009. Del 2011 il romanzo, uscito sempre per Bompiani, La seconda mezzanotte e del 2013 Il padre infedele, ancora finalista al Premio Strega. I suoi libri sono tradotti in numerosi paesi stranieri.
Maurizio Torchio è nato a Torino nel 1970 e vive a Milano. Laureato in filosofia con dottorato in sociologia della comunicazione, lavora al Centro Storico Fiat. Ha pubblicato il libro di racconti Tecnologie affettive (Sironi 2004) e i due romanzi Piccoli animali (Einaudi, 2009) e Cattivi(Einaudi, 2015).

Franco Buffoni, nato a Gallarate nel 1948, vive a Roma. Saggista (L’ipotesi di Malin, Marcos y Marcos 2007) e traduttore (Poeti romantici inglesi, Mondadori 2005), ha insegnato per trent’anni letteratura inglese e letterature comparate. Nel 1989 ha fondato e tuttora dirige «Testo a fronte». Tra i suoi libri di narrativa Più luce, padre (Sossella 2006), Zamel (Marcos y Marcos 2009), Il servo di Byron (Fazi 2012), La casa di via Palestro (Marcos y Marcos 2014). Come poeta esordì nel 1978, presentato da Giovanni Raboni su «Paragone». Seguirono Nell’acqua degli occhi (Guanda 1979), I tre desideri (San Marco dei Giustiniani 1984), Quaranta a quindici (Crocetti 1987), Scuola di Atene (L’Arzanà 1991),Suora carmelitana (Guanda 1997), Il profilo del Rosa (Mondadori 2000), Guerra (Mondadori 2005), Noi e loro (Donzelli 2008), Roma (Guanda 2009). Il suo lavoro è stato raccolto in Poesie 1975-2012 (Mondadori 2012).                           
Luigi Fontanella vive tra Long Island, New York e Firenze. Ha pubblicato libri di poesia, narrariva e saggistica. Fra i titoli più recenti: L’angelo della neve. Poesie di viaggio (Mondadori 2009), Controfigura (Marsilio 2009), Disunita ombra (Archinto 2013, Premio Città di Sant’Anastasia). Dirige per la casa editrice Olschki “Gradiva”, rivista internazionale di poesia e poetologia italiana e presiede la Ipa (Italian Poetry in America). Nel 2014 gli è stato assegnato il Premio Nazionale Frascati Poesia alla Carriera.
Giovanni Parrini è nato a Firenze, dove vive. Ha una laurea in ingegneria meccanica. Ha pubblicato le raccolte di poesia Nel viaggio (prefazione di Neuro Bonifazi, Lietocolle, 2006), Tra segni e sogni (prefazione di Maurizio Cucchi, Manni, 2006), Nell’oltre delle cose (prefazione di Giovanna Ioli, Interlinea, 2011), Le misure del cielo, in rivista Poesia, n° 285, (Crocetti Editore). Sue poesie sono presenti nell’ Almanacco dello Specchio 2010-2011 (Mondadori).

 

LETTERATURE Festival Internazionale di Roma

Piazza del Campidoglio – Casa delle Letterature

Le serate a Casa delle Letterature hanno inizio alle ore 19,00

Le serate in Piazza del Campidoglio hanno inizio alle ore 21,00

Ingresso libro fino ad esaurimento dei posti disponibili

Per informazioni al pubblico:

Contact Center 060608 (tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 21.00)

www.festivaldelleletterature.it

Twitter @LetteratureFest#letterature2015

Testo e immagine forniti da Ufficio Stampa Zètema – Progetto Cultura

Write A Comment

Pin It