Cultura

Teatro Delfino, su il sipario sulla stagione

Assessore Del Corno: “Il teatro Delfino ha una storia giovane ma ha saputo posizionarsi nel panorama culturale della città offrendo un cartellone di qualità”

delfino.jpg

Milano, 17 settembre 2015 – Il Teatro Delfino alza il sipario sulla nuova stagione 2015-2016, confermandosi un punto di riferimento per tutti i milanesi in cerca di nuovi e stimolanti sguardi sul mondo del Teatro. Un cammino che partirà il 28 novembre 2015 e che accompagnerà il pubblico fino al 29 maggio 2016 sulla scia di un cartellone costruito sulla raffinata alchimia di una serie di proposte curiose, insolite, emozionanti: dalla riscoperta del fascino della poesia dialettale, riproposta in un moderno match letterario con musica dal vivo dal titolo Milano/Roma Porta/Belli, all’intensa potenza emotiva della musica del Rejoice Gospel Choir, passando per altri allestimenti in bilico tra palcoscenico e note. La nuova stagione del Teatro Delfino sarà, infatti, anche un viaggio tra le differenti sfumature di un genere che sta conquistando sempre più estimatori anche in Italia: il musical.

“Il teatro Delfino ha una storia giovane ma ha saputo però posizionarsi nel panorama culturale della città offrendo un cartellone di qualità – ha detto Filippo Del Corno, assessore alla Cultura – Contemporaneamente ha dimostrato grande capacità di coniugare divertimento ma anche pensiero affrontando temi scomodi e partecipando con responsabilità al dialogo sociale di Milano. Questo è un teatro che porta questa forma di testimonianza e di promozione della cultura anche in una zona non centrale della città”.

Per questo particolare percorso il cartellone ospiterà la creatività e il talento di grandi protagonisti che proporranno le loro personali messe in scena sospese tra musica e teatro. Per esempio Enzo Iacchetti presenterà il suo omaggio al genio di Giorgio Gaber con Chiedo Scusa al Signor Gaber, Alessandra Faiella proporrà il suo recital tutto al femminile Bellavita e Altri Viaggi, mentre Anna Zapparoli e Mario Borciani porteranno sul palco il loro Boîte à Surprises, concerto comico premiato da pubblico e critica al Festival di Avignone. Ad arricchire questo cammino di voci e strumenti anche la carica de Le Sorelle Marinetti e del loro show La Famiglia Canterina. Non mancheranno momenti di riflessione come nel caso di 70 Volte 7 Gospel Rock Musical, toccante spettacolo ispirato al complesso tema del perdono firmato da Marisa Della Pasqua. Sul palco del Teatro Delfino arriveranno anche Danny e il Profondo Mare Blu, violento e sensuale inno all’amore di John Patrick Shanley nell’adattamento di Enrico Vanzina, e la moderna finta fiaba Barbablu 2.0, spettacolo-denuncia del dramma della violenza domestica sulle donne di Magdalena Barile.

Di particolare attualità lo spettacolo Pizzini – Parole Contro le Mafie, di Nini Ferrara che, ribaltando in una sorta di contrappasso il famigerato mezzo di comunicazione dei boss mafiosi latitanti, darà voce a storie di coraggio e legalità. Per gli appassionati del teatro senza tempo due imperdibili appuntamenti con il genio di William Shakespeare, riproposto in due particolari originali spettacoli che ne offriranno un’insolita chiave di lettura: Marika Pensa proporrà il suo Riccardo III, rivisto in una versione intensa ed essenziale con solo sei personaggi, mentre Omar Nedjari metterà in scena il suo Shakespeare a Pezzi, maratona shakespeariana che fonderà opere e personaggi partendo da un misterioso baule. A completare il programma due momenti di leggerezza come lo spettacolo Buon Anno Con Maurizio Micheli, divertente benvenuto al 2016 tra sorrisi e “sciambagne” in compagnia di Luca Sandri e Maurizio Micheli, e Gran Varietà, particolare omaggio a una comicità che non c’è più, interpretato da Luca Sandri e Federico Zanandrea.

“Il Teatro Delfino è arrivato alla sua quarta stagione. Sembra passato tantissimo tempo dalla sua ‘riapertura’ e invece sono solo quattro anni – racconta il Direttore Artistico del teatro, Federico Zanandrea -. Anni bellissimi, a volte difficili, ma che ci hanno sempre regalato grandi soddisfazioni. Quando i teatri chiudono, aprirne uno e restare in piedi con le proprie forze è sempre un’impresa difficile che richiede passione, sacrifici e forse un po’ di incoscienza, ma siamo ancora qui, pronti a presentare la nuova stagione 2015-2016. Un cartellone ricco, con ben 14 titoli che faranno breccia nel cuore di pubblico e critica. Abbiamo puntato su spettacoli di qualità e un po’ fuori dagli schemi, nel tentativo di creare qualcosa di diverso e di attirare l’attenzione sulla nostra realtà. L’intenzione è quella di proporre un teatro di alto livello, anche grazie al talento di grandi professionisti, per entrare nel cuore dei milanesi. Perché vogliamo coinvolgere le persone con la nostra proposta, divertirle, emozionarle e conquistarle con la nostra freschezza, il nostro coraggio e soprattutto il nostro inesauribile amore per il teatro”.
Per informazioni, è disponibile il sito www.teatrodelfino.it

Testo e immagine dal Comune di Milano

Write A Comment

Pin It