Musica Cortese – Festival internazionale di Musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia

9cdfeeb6a42ebf076b3849a2f8a821156f7c
Sarà dedicata al viaggio, raccogliendo così gli indirizzi del MIBACT, che ha decretato il 2016 “Anno dei cammini d’Italia”, la nuova edizione di Musica Cortese – Festival internazionale di Musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia. La manifestazione, giunta alla 28esima edizione, è promossa e organizzata dal Dramsam – Centro giuliano di Musica antica con la collaborazione della Biblioteca statale isontina e di enti pubblici e privati regionali e nazionali.
Il concerto inaugurale sarà ospitato l’ 11 settembre come tradizione nella splendida Sala degli Stati provinciali del Castello di Gorizia dove si esibiranno i musicisti dell’ensemble Dramsam che eseguiranno il concerto dal titolo “Viatores. Canti di cavalieri, dame e pellegrini sulle strade dell’Europa medievale”.
Il secondo appuntamento sarà il 15 settembre a Cervignano del Friuli nella Chiesa Madre di San Michele con protagonista il gruppo Anonima Frottolisti di Assisi che proporrà “Quadrangulae: le vie, le città, i viaggi dei pellegrini medievali in Europa nella musica devozionale tra Xlll e X secolo” .
Il festival ritornerà quindi il 30 settembre a Gradisca d’Isonzo – Palazzo Torriani – con il Salon de Musiques, intrigante programma incentrato sulle laudi del tardo Cinquecento, particolare repertorio religioso nel quale il tema spirituale viene sovrapposto a musiche importate dal Sud America attraverso la Spagna; i cosiddetti bassi ostinati che tanto successo avranno nella successiva epoca barocca.
Infine l’8 ottobre la manifestazione verrà ospitata per la prima volta nell’Abbazia Benedettina di Sesto al Reghena (Pn) dove si esibirà il prestigioso ensemble Dialogos, formato da musicisti tedeschi e guidato dalla cantante croata Katarina Livljanic. In programma “Barlaam e Josaphat”, ricostruzione in musica di una leggenda medievale di cui esistono numerose versioni in molte lingue della versione cristianizzata della vita del Buddha.
La rassegna è organizzata grazie al finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia e ai contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, con la collaborazione, fra gli altri dei Comuni ospitanti di Gorizia, l’Udruga/Prosoli-Sveta Glasba croata, il Kulturni Dom sloveno e lacuni comuni del parmense.
Tutti i concerti sono a ingresso gratuito e inizieranno alle 21, salvo diversa indicazione. Ulteriori dettagli sono disponibili nel sito del www.dramsam.org.

Come da MiBACT, Redattrice Margherita Reguitti