Presentazione ufficiale del GRUPPO ARTE 16 del LUM Laboratorio Universitario Multimediale dell’Ateneo di Palermo

800px-Palermo-Castle-bjs-3

Mercoledì 6 aprile 2016 alle ore 17:00, presso la Sala Gialla del Palazzo dei Normanni, sede dell’ARS – Piazza del Parlamento n. 1– Palermo
Tecnologia e innovazione nel mondo dell’arte e della cultura. Nasce ufficialmente in Sicilia il GRUPPO ARTE 16, assemblea permanente composta da qualificati operatori culturali delle Arti, dello Spettacolo, del Cinema e degli Audiovisivi, al fine di promuovere in Italia, e in particolare Sicilia, nuove metodologie di ricerca e prassi di analisi critica, fruizione e spettacolarizzazione dei capolavori dell’arte e dell’ingente patrimonio artistico del territorio nazionale e isolano. Stimolando nuovi approcci nei confronti delle istituzioni politicoamministrative, nonché di quelle formative, dalla Scuola all’Università, dei Musei, delle Gallerie ed Expo, degli archivi del settore, il GRUPPO ARTE 16 intende lavorare in sinergia con varie figure interdisciplinari avvalendosi delle più alte ed avanzate tecnologie digitali emergenti, come grafica e stampa 3D, realtà virtuale ed aumentata, che andranno a combinarsi con la divulgazione nei social media e nei sistemi di condivisione delle informazioni sul web.
Il GRUPPO ARTE 16, promosso dall’Università degli Studi di Palermo – L.U.M. Laboratorio Universitario Multimediale “Michele Mancini”, nasce presso Palazzo Aragona-Cutò di Bagheria (Palermo). Si propone quale punto di riferimento culturale-tecnologico, con l’obiettivo di creare, gestire e condividere dati dei beni culturali utilizzando tutte le tecnologie digitali, studiando e sviluppando metodi di ricerca, conservazione, catalogazione e promozione di forte impatto visivo, facilmente consultabili a livello internazionale e fruibili globalmente.
Un progetto nato per fare sì che l’Italia ritorni ad essere la culla di civiltà dell’intera area del Mediterraneo, con particolare riferimento alle bellezze isolane, per ridare lustro alla nostra identità storico-culturale e farla conoscere ed apprezzare al mondo intero.
Il GRUPPO ARTE 16 nasce e si sviluppa sull’idea del coordinatore scientifico, Giovanni Taormina, responsabile del settore delle arti del L.U.M. dell’Ateneo di Palermo, nonché curatore e responsabile per i rapporti diplomatici ed amministrativi del progetto “Sicilia, terra di mito e storia” della Soprintendenza del mare della Regione Siciliana e del Presidente del LUM Prof. Renato Tomasino.
GRUPPO ARTE 16 è costituito da illustri protagonisti del mondo dell’arte, della cultura e della ricerca scientifica, si ricordano solo i maggiori, quali Massimo Bray (Direttore Generale della Treccani e già Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo); Giovanni Puglisi (Presidente UNESCO Italia e Vice Presidente dell’ Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani);
Roberto Lagalla (membro del Direttivo CNR, già Rettore dell’Università degli Studi di Palermo);
Mauro Lucco (storico dell’arte); Stefano Zuffi (storico dell’arte); Sebastiano Tusa (archeologo e Soprintendente del Mare della Regione Siciliana); Stefano Zangara (dirigente del Dipartimento dei Beni Culturali Ambientali della Sicilia – Ricerca subacquea); Renato Tomasino (Presidente del Laboratorio Universitario Multimediale e Docente ordinario in Storia del Teatro e dello Spettacolo);
Dario Passariello (responsabile della Digital 3D s.r.l. premiato a Los Angeles nel 2008 ed unico Autodesk 3ds Max Master operante in Italia); Franco Fazzio (Iscr di Roma) e tanti altri nomi illustri.
GRUPPO ARTE 16 quindi intende valorizzare i beni culturali e le opere d’arte attraverso l’applicazione delle nuove tecnologie informatiche, attraverso la spettacolarizzazione di eventi ad hoc creati per determinati settori, specifiche opere o siti di beni culturali e dell’arte. GRUPPO ARTE 16 ha in serbo nuove altre iniziative, sempre rivolte al campo della cultura e dell’arte. Ultima e non meno importante è quella relativa alla ricerca del Mito in Sicilia.
Inoltre il GRUPPO ARTE 16 utilizzerà le tecnologie digitali emergenti, grafica e stampa 3D, realtà virtuale ed aumentata, che combinandosi con la contemporanea divulgazione nei social media e nei sistemi di condivisione delle informazioni web daranno una risultanza con la quale qualunque persona collegata in rete potrà usufruire anche a distanza dei beni culturali proposti. Il GRUPPO ARTE 16 vuole essere un promotore e punto di riferimento culturale/tecnologico con l’obiettivo di
creare, gestire e condividere dati dei beni culturali e dell’arte utilizzando tutte le tecnologie digitali e studiando metodi di conservazione, catalogazione e promozione di forte impatto visivo facilmente consultabili a livello mondiale in maniera accessibile al più ampio numero di persone. Accanto a tutto ciò, l’obiettivo del GRUPPO ARTE 16 in ambito locale, è l’amplificazione della percezione e fruizione dei beni culturali e dell’arte attraverso l’allestimento di eventi spettacolarizzati, postazioni multimediali, ambienti sensibili con realtà aumentata, video installazioni, applicazioni tecnologiche al cinema ed al teatro.
GRUPPO ARTE 16 è finalizzato a promuovere le tecnologie digitali per la formazione d’eccellenza e le tecnologie digitali in settori quali l’archeologia e l’analisi, la catalogazione, la valorizzazione mediante editoria multimediale e filmografia 3D, la musealizzazione con criteri di realtà aumentata, RV, ambienti interattivi, siti web interattivi 3D, olografica e installazioni audiovisuali, per una
diversa civiltà del rapporto tra patrimonio d’arte e cittadino, una nuova economia qualificata ed una fruizione globale.
Queste sono solo delle piccole anticipazioni di tutto quello che GRUPPO ARTE 16 può offrire attraverso una elevata sinergia tra diverse discipline, apparentemente distanti con il mondo dell’arte, che risultano essere utili strumenti, per approfondire studi e ricerche sul nostro grande e prezioso patrimonio culturale. Un cammino nella ricerca scientifica, dove si affronta l’esigenza di comunicare ed integrare i diversi campi del sapere al fine di avere una visione unitaria e comprensiva dei problemi analizzati dai molteplici punti di vista specialistici con una nuova multidisciplinare visione dello studio delle arti e della cultura.
Come da MiBACT, Redattore Renzo De Simone
Palazzo dei Normanni, foto di Bjs, da WikipediaCC BY-SA 2.5.

Write A Comment

Pin It