16 Agosto 2016

Pinus_taeda_crossx7358

La scoperta di picchi nel radiocarbonio atmosferico (causati da fenomeni di origine solare), ha aperto nuove possibilità per una cronometria ad alta precisione.

In uno studio pubblicato su Proceedings of the Royal Society A, due ricercatori di Oxford hanno infatti scoperto che gli alberi che crescono durante questi periodi di intensa radiazione presentano dei segni nei loro anelli che possono aiutare agli archeologi a datare eventi di migliaia di anni fa. Negli anelli relativi ai picchi è possibile ritrovare livelli inusualmente elevati di carbonio 14, che possono aiutare a determinare le date in maniera affidabile. Due picchi, o eventi di Miyake, sono stati identificati per il 775 e il 994 d. C.

Lo studio “Anchoring Historical Sequences Using a New Source of Astro-chronological Tie-points”, di Michael W. Dee, Benjamin J. S. Pope, è stato pubblicato su Proceedings of the Royal Society A.

Link: Proceedings of the Royal Society AEurekAlert! via University of Oxford.

Pinus taeda da Cheraw, South Carolina; foto di Pollinator (at the English language Wikipedia), da WikipediaCC BY-SA 3.0.